In: Ricette Dolcetti1 febbraio 2008
Favorite+ ricetta preferita

Quando ero piccola mia mamma mi comprava sempre le Camille, chi non ha mai mangiato queste deliziose tortine alla carota nella sua vita? Oggi vi posto la mia ricetta, è il mio primo esperimento perchè non avendo una ricetta ho dovuto adattarla facendo delle modifiche alla ricetta della torta alla carota. Stamattina far colazione con le mie Camille mi ha fatto iniziar bene la giornata ;)

Ingredienti per 25 :
100 ml di latte
2 uova
250 gr di zucchero
100 gr di farina di mandorle
300 gr di carote
280 gr di farina
100 ml di olio di semi di arachidi
1/2 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina

Tempo di preparazione: 20 min
Tempo di cottura: 20 min
Tempo totale: 40 min

Come fare le Camille

Lavare e asciugare le carote, sbucciarle e infine grattugiarle finemente.

carotagrattuggiata.JPG

Montare le uova con lo zucchero fino a renderle spumose.

uovamontate.JPG

Aggiungere le carote grattugiate e la farina di mandorle, continuando ad amalgamare il tutto con le fruste elettriche.

farinadimandorlecarote.JPG

Aggiungere il latte e l’olio a filo ed infine la farina con il lievito e la vanillina, e amalgamare tutto fino a formare un impasto liscio e spumoso.

impastocamille.jpG

Disporre i pirottini grandi sulla placca da forno e con un mestolo versare l’impasto per 3/4 dell’altezza del pirottino.

tortinedicarote.JPG

Infornare le Camille in forno già caldo a 180°C per 20 minuti.

camille

camille3.jpG

Condividi ricetta su Facebook

Ricette simili

Ricette simili o con gli stessi ingredienti di Camille
Dolcetti, ricetta di

Categorie ricetta

Tutte le categorie in cui è presente questa ricetta

Ricette per ingrediente

Elenco di ricette che utilizzano questi ingredienti

Lascia un commento

Camille
Vota la ricetta e commentala
4.5 stelle in base a 65 voti

65 commenti alla ricetta

Camille
  1. Comment di Eliana — 1 febbraio 2008 @ 11:34 am

    Buoniiiissime le camille…. ricordano anche a me tanto l’infanzia, infatti lo scorso anno all’università quando le ho viste proposte nelle macchinette ne ho addentata subito una con le mie colleghe! Penso proprio che le preparerò per le mie amichette colleguccie in memoria dei bei momenti passati insieme! Grazie Mysia! :D

  2. Comment di miriam — 1 febbraio 2008 @ 2:02 pm

    buonissime le camille…………….le ho fatte ank’io una volta,ma proverò anke qst ricetta….semplicemente squisite

  3. Comment di majda — 1 febbraio 2008 @ 2:11 pm

    buonissime sei grande ancora grazie bella

  4. Comment di Silvia — 1 febbraio 2008 @ 2:34 pm

    Ciao mysia io ho questa ricetta delle camille,ma sinceramente nn l’ho mai provata,te la scrivo lo stesso in caso la vorrai provare..ciao 1 bacio

    Le Camille
    INGREDIENTI: 300 gr. farina autolievitante, 200 gr. zucchero (io ne uso 170/180 gr.), 100 gr. olio (io uso 100 gr. burro sciolto), 100 gr. Latte, 200 gr. carote grattugiate, 2 uova, 50 gr. mandorle macinate, pizzico di sale, scorza d’arancia e limone grattugiata

    PREPARAZIONE: Lavorare le uova con lo zucchero, aggiungere la farina, l’olio (o il burro), il latte, le carote, le mandorle e gli aromi. Suddividere il composto nei pirottini e infornare a 180° per 15/20 minuti (fare la prova stecchino). La ricetta originale prevede la temperatura del forno a 170° per un tempo di cottura superiore, ma non e’ specificato.

  5. Comment di Misya — 1 febbraio 2008 @ 7:52 pm

    xeliana: sicuramente le farai contente,chissà perchè poi le camille da grandi vengono un pò messe da parte… mah! :D

    xmiriam: provala e fammi sapere se apporti qualche miglioria.

    xmajda: grazie per il messaggio :*

    xsilvia: la ricetta è molto simile alla mia, solo che secondo me 200gr di carote sono un pò pochini, poi ovviamente dipende dai gusti. un bacio :*

  6. Comment di simona — 2 febbraio 2008 @ 2:49 am

    ciao mysia.seguo sempre le tue ricette e devo dire che in cucina sei davvero bravissima.la mia ricetta preferita è la viennetta.la faccio sempre e ne sono davvero golosa. ;) approfitto di questo post per farti una richiesta.mi piacerebbe molto se tu aggiungessi alle tue ricette anke una ricetta sulla pasta al forno.spero che per te non sia un problema..ti ringrazio per la tua cortese attenzione e spero che tu possa soddisfare la mia richiesta.

  7. Comment di Ilaria — 3 febbraio 2008 @ 9:50 pm

    Ciao Mysia!Complimentissimi per il sito,ti seguo sempre da quando ti ho scoperto,sei fenomenale!:-D
    Spero tu possa rispondere presto ad una serie di dilemmi..Voglio preparare lo zuccotto gelato,ma che grandezza deve avere lo stampo per il pan di spagna?Ed il contenitore da foderare?Tu nelle foto hai tagliato il pan di spagna in due parti giusto,uno per foderare e uno per chiudere,ma non si rompono?
    Ok,era un interrogatorio scusami!!:-D
    Un bacio,e grazie!

  8. Comment di Zeya — 4 febbraio 2008 @ 12:22 am

    Ciao
    buonissime!!
    Provero’ anche queste ricette :):)
    Un bacio

  9. Comment di chell79 — 4 febbraio 2008 @ 10:16 am

    ciao mysia, queste camille fanno molto gola.. non è che potresti mettere anche la ricetta della torta di carote?

  10. Comment di sabina — 4 febbraio 2008 @ 12:06 pm

    ciao a tutti,io pensavo di fare le camille non nei pirottini ma in uno stampo unico,come fosse una torta,ovviamente allungando un po’ i tempi di cottura.
    Cosa ne dite,faccio una cavolata?Ciao a tutti
    Saby

  11. Comment di Carmen — 12 febbraio 2008 @ 12:12 am

    Ciao!! Mi attira un sacco la tua ricetta, e vorrei anche fare una sorpresina al mio ragazzo per s.valentino, ma non ho mai preparato un dolce!!! Un dubbio: i tuorli delle uova vanno separati dal bianco?! Grazie mille!!!

  12. Comment di Misya — 14 febbraio 2008 @ 12:54 pm

    xsimona: m,a sai che la faccio spessissimo ma non l’ho mai fotografata? Rimedierò senz’altro inserendola tra le mie ricette. a presto.

    xilaria: io ho fatto un ruoto piccolo da 24 credo con un contenitore picolo, ho tagliato in 2 e usato uno e mezzo per foderare e mezzo per chiudere. Puoi facilitarti tagliando il pan di spagna a striscette :)

    xzeya: ok aspetto di sapere se t’è piaciuta la ricetta allora ;)

    xchell79: sul sito ho una ricetta della torta di carota , vedi se ti piace ;)

    x sabina: no, fai una torta alla carota eheh ;)

    xcarmen: no, io ho montato tutto insieme

  13. Comment di sabina — 18 febbraio 2008 @ 12:00 pm

    ciao Misya,fatta la mega-camilla ed è stata un successone!L’ho tenuta in forno ventilato a 160° per 30 minuti e poi ho spento il forno e l’ho lasciata dentro ancora 10 minuti.Ho usato l’accorgimento della ciotola d’acqua all’interno del forno e devo dire che la differenza si nota!La torta è rimasta notevolmete morbida!Mai successo!!
    Un bacio a tutti.
    Saby

  14. Comment di Laura — 21 febbraio 2008 @ 8:38 pm

    Ciao!
    Oggi attacco acuto di “cucinite”…colpa di una buca che mi hanno dato nel pomeriggio…mi sono consolata con camille,muffin ricotta e cioccolato e muffin cioccolato!
    Non saprei davvero dirti qual’è il più buono!
    Ormai sei il mio guru culinario! :)

  15. Comment di pamy — 7 marzo 2008 @ 10:20 am

    Ciao! l’altra sera ho fatto le camille e la torta di ricotta! (ho fatto progressi incredibili, poco casino e in più ho pulito ciò che ho sporcato… mia mamma si è impressionata!) :-)
    vuoi sapere il risultato? le camille sono venute direi perfette, nella forma… tonde, lisce… però forse dovevano essere più morbidose. bene, mio babbo ne ha portata una al lavoro, x la mattinata e mi è arrivato un ordine di 10-15 camille da un suo collega! mi ha fatto tanti complimenti… :-)
    mentre la torta alla ricotta l’ho portata ai miei colleghi.. bè, si sono “arrabbiati” perchè era troppo piccola! (diametro di 24cm) quest’altra volta devo portare quelle teglie mega giganti! era buonissima…

    sono alquanto soddisfatta di me… eh sì!

  16. Comment di Misya — 7 marzo 2008 @ 12:17 pm

    xsabina: esperimento riuscito allora, complimenti! :*

    xlaura: ahah guru culinario!!! continua così, i dolci fatti in casa sono una soddisfazione unica! ;)

    xpamy: brava pamy hai fatto strage di palati a quanto pare. un bacio :*

  17. Comment di valentina — 7 aprile 2008 @ 9:23 am

    Sabato ho fatto le camille, ma xke a me sono rimaste un po troppo basse :-( nn è un po poco mezza bustina di lievito o.O ? nn dico ke nn sono rimaste buone, anzi stamattina io ho mangiato l’ultima :-D ma sono mimaste basse e poco soffici :-( uff!!!

  18. Comment di Valentina — 30 maggio 2008 @ 9:40 pm

    ciao!
    mi sono trovata qui per caso..e ti ho già messa tra i preferiti!
    Ho un bed and breakfast nella zona del Gran Sasso e ogni mattina propongo dei dolci diversi..credo proprio che prenderò spunto anche dalle tue ricette.GRazie!
    ..e se ti capita di passare da qui mi darai il tuo parere!
    auguri per le nozze!

    Valentina

  19. Comment di giada — 22 luglio 2008 @ 12:17 pm

    ciao mysia sei bravissima,complimenti per le tue ricette sono favolose….mio marito ti ringrazia!!!
    so che ti sei sposata auguroni.
    ciao g.s

  20. Comment di Daniele — 6 agosto 2008 @ 12:40 pm

    Ciao! Grazie per la ricetta! L’ho provata ed è ottima! Una cosa sola: consiglio di cuocere negli stampi da muffin! Oltre ad essere più belle esteticamente si cuociono in modo più uniforme. Per gli amanti della mandorla consiglio inoltre di mettere sopra qualche scaglietta di mandorla… Sembreranno dei bellissimi funghetti da… sgranocchiare! :-)

  21. Comment di Giulia — 27 agosto 2008 @ 3:05 pm

    cia Misya, proverò nel weekend queste fantastiche camille perchè ho giustappunto un sacco di carote in cucina e mi sembra un ottimo modo per sfoltirle! ti chiedo solo un consiglio che vale per un po’ tutte le torte che si gonfiano: non so come fare per farle stare sù…in forno sembrano così belle alte…ma poi si sgonfiano immancabilmente…ho provato a tenerle in forno, a staccarle dal bordo, a metterle fuori…ma niente…puoi aiutarmi tu?

  22. Comment di pamy — 27 agosto 2008 @ 4:59 pm

    Ciao Giulia! non sono Misya… :)
    ma quando la torta è cotta, la sforni subito, senza “sbatterla” tanto, poi la lasci raffreddare senza toccarla… solo quando sarà completamente fredda puoi staccare i bordi… altrimenti ti si sgonfia!
    è successo anche a me.
    ed è successo anche lasciandola nel forno una volta cotta (con il forno caldo quindi)

    spero di esserti stata d’aiuto!
    ciao ciao

  23. Comment di alicesu — 9 ottobre 2008 @ 10:39 am

    Fatti ieri!! Sono silenziosa, ma in pratica sto provando tutte le tue ricette….
    ma questi meritano davvero un commento perché sono una droga…
    Grazie grazie grazie!

  24. Comment di Gindala — 15 ottobre 2008 @ 11:54 am

    Ciao Mysia! Complimenti di cuore per questo blog che ogni giorno mi fa venire voglia di cucinare! Ho detto dell’esistenza di questo blog ad almeno una trentina di persone!
    Una curiosità: ho notato che in molte ricette usi l’olio di semi? Come mai? Perchè non l’olio extravergine di oliva?
    Grazie. Complimenti ancora

  25. Comment di Misya — 16 ottobre 2008 @ 2:24 pm

    xalicesu: beh grazie :)

    xgindala: l’olio d’oliva è troppo pesante per i dolci, si sente troppo al palato per questo utilizzo l’olio d’arachidi in alternativa al burro :)

  26. Comment di laura — 23 ottobre 2008 @ 9:14 am

    ciao a tutte questa sera provero a fare queste camilline spero bene comunque domani vi faccio sapere

  27. Comment di Cinzia — 5 gennaio 2010 @ 1:15 am

    Ciao Mysia.
    Grazie di aver condiviso questa ricetta. L’ho seguita punto per punto e…il risultato è stato perfetto, da leccarsi i proverbiali baffi.
    Proporrò questi gustosi dolcetti anche agli amici, sono sicura che ne andranno pazzi.
    Grazie ancora.

  28. Comment di Emanuela — 16 marzo 2010 @ 11:07 am

    Le ho fatte ieri sera. Ho tritato le carote col minipimer e il composto l’ho versato nella teglia dei muffin… sono venute stupende esteticamente e a quanto pare buonissime nel sapore! Il mio fidanzato le ricordava con piacere ed ha potuto mangiarle appena fatte in casa… sei una grande,non c’è che dire!

  29. Comment di melania — 30 marzo 2010 @ 3:53 pm

    le ho appena fatte, buonissime!!!ho apportato qualche lieve modifica: invece di mettere 100 ml di olio e 100 ml di latte, ne ho messi 100 cc di olio e 100 cc di latte. In secondo luogo ho ridotto la farina (230 gr di farina) e ho aggiunto 50 gr di fecola di patate.
    Buonissme, identiche alle originali! sei davvero un mito :)

  30. Comment di Alessandra78 — 14 aprile 2010 @ 9:01 pm

    Ho fatto ieri la camillona, cioè una torta invece di tante piccole…devo dire che pur non amando molto il gusto della carota questo dolce è venuto piuttosto bene, morbida e bella alta, l’unico difetto è che forse ci stava bene un po’ più di zucchero, ma forse questo dipende dal grado di dolcezza delle carote!
    Un bacio..

  31. Comment di Simona — 22 giugno 2010 @ 11:21 pm

    complimenti… hanno un ottimo aspetto!! è la prima volta che visito questo sito.. e credo che continuero’ a farlo!
    Questa ricetta è un ritorno alla mia infanzia.. grazie!!! provero’ sicuramente a farli!!!

  32. Comment di marianna — 26 settembre 2010 @ 8:17 pm

    Ciao misya, si potrebbe ottenere la farina di mandorle tritando finemente le mandorle intere??sai la farina di mandorle nn l’ho trovata ma una bottega vicino casa vende tutta la frutta secca per i dolci sfusa!!
    Baci

  33. Comment di jessica — 26 ottobre 2010 @ 3:49 pm

    molto probabilmente i miei pirottini son troppo “fini” di spessore e appena ho messo l’impasto delle camille si sono quasi appiattiti alla teglia… :( uff…. ora sono in forno… spero che almeno di gusto usciranno bene… :( di aspetto ormai il risultato è quasi certo…. va bè, pazienza…stasera mi compro lo stampo per i muffin (il mio l’ho perso -_-” ) non so come, ma son riuscita a perderlo… comunque oggi o domani faccio i muffin… :D che buoni… *_* poi li decoro con del cioccolato fuso, ci spargo qualche codetta di cioccolato, e con dei pezzi di rondelle di liquirizia faccio delle zampette…. *_* proverò a fare dei ragnetti… e faccio uno scherzetto ai miei fratellini… *_* ihihihih che malefica… xD

  34. Comment di marianna — 6 novembre 2010 @ 2:37 pm

    la mia mega-camilla è in forno….sembra bellissima…spero nn sgonfi come molte delle ragazze dicono…il forno però fino ad ora nn mi ha mai tradito..sarà la sua funzione “pasticceria”?^___________^
    Dall’odore che pervade casa mi aspetto una bontà!!!!!!
    Baci a tutte e….grazie Misya

  35. Comment di Ze — 16 gennaio 2011 @ 9:19 am

    Ciao Mysia, scusa ma se non ho la farina di mandorle devo aggiungere più farina normale o la elimino semplicemente dalla lista?
    Grazie se riesco le faccio questo pomeriggio…

  36. Comment di Veromilla — 4 febbraio 2011 @ 11:19 pm

    MERAVIGLIOSE!!! Un successone!!!

  37. Comment di lelletta — 3 maggio 2011 @ 11:51 pm

    ciao cara misya,a parte i soliti complimenti a cui ormai sarai tremendamente abituata, vorrei alcuni chiarimenti su questa ricetta: nella spiegazione parli di unire il latte, che però nelle dosi della ricetta non c’è.Ma, se c’è, quanto ce ne vuole? Ed ancora, la farina span ho letto che è farina di segale. Posso sostituirla con farina bianca o manitoba?? Ti seguo da tempo ed è la prima volta che mi trovo in difficoltà. Mi puoi aiutare? Grazie e ciao:

  38. Comment di Misya — 4 maggio 2011 @ 6:14 am

    Scusami, c’era un errore, ho corretto ;)

  39. Comment di filomena — 19 maggio 2011 @ 5:22 pm

    Ciao misya, aiutami: oggi ho comprato un sacco di carote, saranno 3 kili! e mi sto apprestando a consumarle… ma nella ricetta deve esserci un errore: negli ingredienti la farina è riportata due volte- oltre a quella di mandorle-, una volta 100 grammi e poi 280.. qual’è la dose giusta? ti ringrazio in anticipo!

  40. Comment di Misya — 19 maggio 2011 @ 6:08 pm

    GraZie della segnalazione, ho Corretto ;)

  41. Comment di filomena — 20 maggio 2011 @ 3:55 pm

    mmmmmmm….. sto pappando una camilla appena sfornata, la prima…. mmmm… non avevo mai assaggiato questo tipo di dolce….mmmmm …. queste le avevo cotte al ventilato, non male, più veloce in cottura ma gonfie e cotte in 15 minuti circa, ora ho infornato le altre al forno statico, per vedere come è meglio cuocerle…. davvero buone, complimenti!!!

  42. Comment di filomena — 20 maggio 2011 @ 4:42 pm

    ok, sfornate anche le altre, cotte in forno statico: 30 minuti a 180°, gonfie morbide buone come le altre, la lievitazione appare più “uniforme” cioè hanno una forma bella tondeggiante sopra, mentre quelle cotte ventilate sono un pò “a punta” ma buone lo stesso e cotte in metà tempo…. buone buone alla prossima :-)

  43. Comment di Terry — 1 giugno 2011 @ 9:23 am

    Belle! Mi è venuta voglia di farle anche a me piacciono le camille e sembra una ricettina semplice smplice…da provare!

  44. Comment di Marisa — 6 giugno 2011 @ 3:00 pm

    ciaooooo Misya.. le camille sono venute buonissssssssime..( non avevo vanillina cosi’ ho messo mezza buccia grat: arancia) sono deliziose…sei super…..ciaoooooo un abbraccio a te una carezzina a Elisa..ciaooooooo

  45. Comment di Marika — 17 luglio 2011 @ 9:27 pm

    ciao Misya, è qualche giorno ke bazzico da queste parti, devo farti i miei complimenti, ricette favolose!
    un consiglio: ho intenzione di fare una camilla gigante (nel senso di formato torta normale:-D)per il compleanno di un’amca ke ne va matta..ke cremina mi consigli per farcirla?
    grazie 1000
    Mari

  46. Comment di Claudia636 — 19 luglio 2011 @ 7:03 pm

    Ciao, ti ho scoperta oggi…wow, uno dei primi blog di cucina fatto veramente BENE. Puoi trovare di tutto, spiegato in maniera incredibile e per le più impedite come me anche con le foto, melgio di così…^_^!!

    Mysa, volevo chiederti una cosa, (chiedo a lei, ma se c’è qualcuno che sa aiutarmi ben venga!:P). Ho fatto già un paio di volte la torta alle carote, ma ogni volta la torta, non so, sembra rimanga cruda, cioè fuori è bella dorata, ma dentro è umidissima con un aspetto quasi gommoso. Il gusto non è male, ma sinceramente questa consistenza non mi piace per nulla. Insomma, la domanda è questa, come viene la parte interna di queste camille? come una torta normale o rimangono umidissime?
    Grazie ciauuuu :)

  47. Comment di Claudia636 — 19 luglio 2011 @ 7:27 pm

    Wow sono proprio ciompa, aggiungo questo messaggio per scusarmi dell’errore del nome, eheheh scusa Misya :P!!

  48. Comment di Titty — 30 settembre 2011 @ 11:55 am

    Volendo preparare 12 camille posso dimezzare le dosi?

  49. Comment di andrea — 18 ottobre 2011 @ 6:39 pm

    3):

  50. Comment di Mary — 19 ottobre 2011 @ 9:26 pm

    Le ho appena fatte,ma con quelle dosi ne ho fatte la meta’.e x quanto riguarda i tempi di cottura sono piu’ lunghi da quelli indicati,35 min circa

  51. Comment di Anna — 27 ottobre 2011 @ 5:32 pm

    Cara Mysia, tantissimi complimenti per questo tuo utilissimo blog e naturalmente per la tua bravura e creatività in cucina! Ieri ho preparato le Camille e ho soltanto un paio di suggerimenti: al posto dell’olio di arachidi si può usare anche l’olio di riso (l’ho comprato e per sfizio e ora lo devo finire! ;)) e poi, invece della farina di mandorle- che secondo me non è così “mandorlosa” la prossima volta userò le mandorle vere, tostate un attimo in forno e poi ne ricaverò la farina.
    Anch’io sono in attesa di una bimba e ora mi sto dedicando alla mia grande passione che è la cucina! :)
    Mamminainattesa

  52. Comment di roberta — 4 novembre 2011 @ 5:56 pm

    ciao mysa è da un pò che seguo le tue ricette e devo dire ke le trovo eccezionali. ti volevo chiedere se al posto della farina di mandorle posso utilizzare le mandorle tritate.kissssssss

  53. Comment di elechef — 6 febbraio 2012 @ 7:06 pm

    wowwwwwwwwww!le camille..le mie merendine preferite!non vedo l’ora di cimentarmi!!!grazie misya :))))

  54. Comment di nat — 9 marzo 2012 @ 5:28 pm

    Ciao, Mysia una domanda se non ho l’olio di semi di arachidi posso usare l’olio normale o ad esempio quello di girasole? grazie mille

  55. Comment di Misya — 9 marzo 2012 @ 9:28 pm

    Si nat :)

  56. Comment di lucia — 17 marzo 2012 @ 12:55 pm

    Ciao Misya, oggi ho fatto le camille,seguendo passo,passo la tua ricetta. In forno erano bellissime e gonfie; ma una volta fuori dal forno si sono sgonfiate. Mi puoi dare un suggerimento per ovviare il problema dello sgonfiamento? Ti ringrazio anticipatamente

  57. Comment di stefania — 21 marzo 2012 @ 4:10 pm

    ciao..avrei una domanda…al posto della farina di mandorle? grazie!!:-)

  58. Comment di carletta — 6 luglio 2012 @ 6:09 pm

    ciao Flavia,è tantissimo che ti seguo e provo le tue ricette! il solo profumo delle camille mi ricorda l’infanzia, ma anche la mia cara amica collega,che ogni giorno, durante la pausa caffè la tira fuori dalla borsa, :) così oggi mi cimento e provo a farle! ti faccio sapere come verranno!! baci Carla

  59. Comment di carletta — 7 luglio 2012 @ 10:10 am

    buongiorno!! ieri come ti avevo scritto mi sono cimentata in questa ricetta,non ho fatto tante piccole camille ma una torta camilla ed venuta bella e buona! :)

  60. Comment di Misya — 7 luglio 2012 @ 10:34 am

    Bene Carletta mi fa davvero piacere ;)

  61. Comment di Antonella Ricciardi — 16 luglio 2013 @ 2:05 pm

    Ciao Flavia vorrei fare questa ricetta ma 25 per me sono troppi basta dimezzare le dosi per farne la metà grazie ciao

  62. Comment di angela rovere — 13 gennaio 2014 @ 6:36 pm

    Ho fatto la ricetta….buonissimi….grazie

  63. Comment di Laura Casavecchia — 18 febbraio 2014 @ 9:05 pm

    La ricetta é buonissima,ma mi succede una cosa strana…..dalla sera in cui faccio le camille alla mattina,mi si macchiano internamente di puntini verdi,simili a chiazze di muffa,pur non alternandone il gusto,indipendentemente da come le conservo(sia che le congelo oppure conservo in sacchetti cibo singoli,o scatola dei biscotti…..)non so più che fare…é normale?

  64. Comment di Mika — 13 settembre 2014 @ 12:33 pm

    Ciao Misya, sono affezionatissima alle camille sin dall’infanzia e volevo provare ad usare questa ricetta al volo con una voglia improvvisa di fare dei dolcetti, solo ora mi sono resa conto che mi mancano i pirottini! Che dici, usando gli stessi ingredienti, se metto tutto in uno stampo da 20-22 cm esce una camilla gigante? :D

  65. Comment di francesca — 9 ottobre 2014 @ 7:22 am

    ciao carissimaaa…!complimentoniiii! :) oggi le proveròòò!! sono super invitanti… e soprattutto sane..!! sto cercando di preparare merende”salutari”che non siano sempre le classiche comprate, imbottite di conservanti… da sgranocchiare come merenda :) …!!!

      
TAGS: Ricette di Camille | Ricetta Camille | Camille