In: Ricette Varie2 aprile 2010
FavoriteLoading+ ricetta preferita

Like most of feasts, Holy Week in Neaples is kind of divided between the sacred and the profane. I’ve thought telling you Neapolitan Easter traditions can be a nice way to wish you a happy Easter.

On Maundy Thursday we have the traditional “Struscio” (litterally, shuffling, referring to the noise of female long dresses during the stroll), or rito dei Sepolcri, that is visiting an uneven number of cherches (usually 7), to celebrate the Last Supper through a liturgical ceremony.
During this day here in Naples we use to prepare desserts like pastiera and pizza con la crema. We also make mussel soup, ‘a zupp’ ‘e cozzeche, to have it for dinner, with freselle or croutons.

On Good Friday  churches of Naples use to arrange a Via Crucis among the streets.
This is a day of fast, when we use to abstain from meat and dedicate to prepare two different savory cakes, like casatiello, tortano and ”Pizza chiena”: we use to prepare them on Friday evening, let them rise during the night, and bake them on Saturday morning.

Holy Saturday is a day of meditation and prayer, culminating with Easter vigil.
During the day we proceed and bake the savory cakes prepared the day earlier: we will have them for dinner, together with some cold cuts.

And so we arrive to Easter Sunday, Resurrection Sunday.

The typical Easter menu is composed by:
Appetizers: fellata (a plate or bread board with mixed cold cuts and cheeses) and casatiello (or tortano)
First Course: wedding soup
Second Course: lamb with cheese and peas, or baked kid with new potatoes
Side Dish: roasted artichokes or deep-fried artichokes
Dessert: Neapolitan pastiera

On Easter Monday we usually have some trip into the country just outside town: casatiello (or tortano) is a must, usually accompanied by a barbecue.

That said, I just have to wish you a peaceful Easter… Like last year, I will spend Easter at home with my parents and parents-in-law, so I’m going to cook something special on Easter Sunday… I’ll let you know ;-)
Now I leave you, a go to make casatiello!!!

Condividi ricetta su Facebook

Ricette simili

Ricette simili o con gli stessi ingredienti di (Neapolitan) Easter Traditions
Varie, ricetta di

Categorie ricetta

Tutte le categorie in cui è presente questa ricetta

Lascia un commento

(Neapolitan) Easter Traditions
Vota la ricetta e commentala
5 stelle in base a 22 voti

20 commenti alla ricetta

(Neapolitan) Easter Traditions
  1. Comment di jessica — 2 aprile 2010 @ 3:03 pm

    =) interessanti le vostre tradizioni… =) =) buona pasqua anche a te..

  2. Comment di daniela — 2 aprile 2010 @ 6:30 pm

    Buona Pasqua e grazie x avermi “immerso”nelle nostre tradizioni…Mi raccomando vogliamo sapere il tuo menù in modo dettagliato…grazie a te ho imparato tanto!!!AUGURI Anche ai tuoi…

  3. Comment di ylenia — 2 aprile 2010 @ 7:23 pm

    a pizza chiena…sarà ottima! potresti darmi la ricetta!

  4. Comment di Massimo — 3 aprile 2010 @ 2:26 am

    Buona S. Pasqua a te e ai tuoi cari, grazie a te ho una stella polare che non mi lascia mai solo in cucina.

    PS: domani facio il casatiello per la prima volta speriamo che mi esce bene.
    Saluti dal Salento

  5. Comment di caravaggio — 3 aprile 2010 @ 7:55 am

    mitiche ricette buona pasqua

  6. Comment di Pianeta Ricette — 3 aprile 2010 @ 12:55 pm

    Buona Pasqua a Tutti e a Tutte…

  7. Comment di maria89 — 3 aprile 2010 @ 8:24 pm

    ciao mysia auguri di buona pasqua a tutti tanti baaaaacccccccciiiiiiiiiiiiii

  8. Comment di tiziana — 3 aprile 2010 @ 11:09 pm

    Buona Pasqua a tutti voi,oggi per la prima volta ho fatto la pastiera con la tua ricetta mysia,è venuta speciale!!!!!!!! grazie

  9. Comment di simona — 4 aprile 2010 @ 9:00 am

    Che bello!!!Complimenti Misya per le vostre tradizioni. Ti auguro Buona Pasqua a te e tutta la tua famiglia!!!!Ciaociao

  10. Comment di rosita — 4 aprile 2010 @ 3:39 pm

    Si, le vostre tradizioni sono davvero suggestive, e le ricette….golosissime, mi sembra! Aspetto anch’io di sapere il tuo menù pasquale Misya e….scusa l’ignoranza, che cos’è la minestra maritata? Buona Pasqua di nuovo, ti faro’ sapere se mi sono riusciti i Togo, speriamo bene!

  11. Comment di caterina — 6 aprile 2010 @ 9:06 am

    auguri di buona pasqua come al solito l’unica cosa che mi è venuta male ( cioè sciacquriata come dice mio marito tu capisci! è la zuppa di cozze e ho aggiunto due ranftelle di polipi detta alla napoletana ahahaha)mi aiuti? ho chiesto il tuo aiuto già parecchie volte il pesce crostacei ecc non è il mio forte ciao caterina

  12. Comment di rosita — 6 aprile 2010 @ 10:44 am

    Esperimento riuscitissimo, Misya, i Togo erano fenomenali! Abbiamo fatto due versioni, ciocc. al latte e fondente (pure io, come Sere, ho avuto qualche problema col ciocc. al latte troppo colloso, ho risolto aggiungendo una noce di burro e un cucchiaio di latte, dopodiché era perfetto!) Alcuni li abbiamo perfino “decorati” con cocco grattugiato, granella di nocciole e codette colorate, la mia cucina alla fine sembrava un campo di battaglia, ma sia io che i bambini ci siamo divertiti un sacco, grazie Misya, sei mitica come sempre!!!

  13. Comment di Misya — 9 aprile 2010 @ 9:44 am

    Grazie mille per gli auguri… e per i vostri messaggi, un bacio :*

    xylenia: chiederò a mia nonna di darmi la ricetta e poi ti dico :)

    xtiziana: bravissima!!!

    xrosita: la minestra maritata è una ricetta tipica campana a base di verdure e carne bollita ( le verdure comunemente utilizzate sono scarole, cicoria e le cime di rapa, e come carne… le costine di maiale e la cotica) che si prepara di solito il giorno di santo stefano e il giorno di Pasqua

    xcaterina: in realtà io non l’ho mai preparata la zuppa di cozze perchè a mio marito non piacciono le cozze, se mi dici la ricetta che hai utilizzato posso confrontarla con quella di mamma e poi farti sapere ;)

  14. Comment di simona — 9 aprile 2010 @ 5:30 pm

    Per la prima volta da quando faccio la pastiera è venuta perfetta!
    Sei infallibile!!

  15. Comment di Misya — 16 aprile 2010 @ 1:06 pm

    xsimona: sei stata brava tu ;)

  16. Comment di Luigi — 15 marzo 2011 @ 12:15 am

    il racconto delle feste di pasqua mi ha fatto tornare indietro di almeno 30 anni…si cucinava e mangiava per 5 giorni e ogni giorno pietanze diverse…alcune erano piatti prepotenti che entravano prima nel naso poi nel cuore ed infine nello stomaco….sicuramente il casatiello…la soppressata…i carciofi arrostiti sulla furnacelle…..a casa mia si faceva la pasta al forno al posto della minestra maritata….il capretto con patate e piselli…e naturalmente non poteva mancare il tripudio della pastiera….
    chi non conosce queste ricette non puo immaginare la quantita di odori….i carciofi arrostiti…li sentivi per tutto il paese…mentre in casa fiori di arancio e canditi….e uova,,,uova,,,uova,,,,erano dappertutto, ne casatiello sode con la soppressata, nella pasta al forno,,,sode con il finocchio crudo,,,e poi a tonnellate nella pastiere,,,,un augurio di buone feste a tutti

  17. Comment di Maria — 23 aprile 2011 @ 4:38 pm

    Che nostalgia… grazie per la condivisione.. Buona Pasqua a tutti <3

  18. Comment di angelica — 11 aprile 2012 @ 7:28 pm

    grandiosa la nostra tradizione!!!!!

  19. Comment di annalisa — 5 settembre 2012 @ 2:29 pm

    davvero buoni però, ti prego rivelaci la ricetta della pizza al cioccolato

  20. Comment di Toty — 30 marzo 2013 @ 9:36 am

    Sei fantastica come sempre ormai il mio punto di riferimento qnd voglio mettermi in cucina per cucinare con te qlcs cosa tutte le tue ricette sono una garanzia buona pasqua

      
TAGS: Ricette di (Neapolitan) Easter Traditions | Ricetta (Neapolitan) Easter Traditions | (Neapolitan) Easter Traditions