Buongiorno!!

In Sardegna siamo oramai in pseudo estate!! C’è un sole favoloso e quasi 28°! Proprio da andare al mare!

Questi sono anche i giorni dove diamo il nostro arrivederci alle classiche ricette corpose da inverno, quelle per tenerci caldi insomma. E la Primavera ci fa riscoprire tutte le verdure più disparate nella loro freschezza e colore!

Inoltre il piatto di oggi è per lo più un ricordo di una ricetta che mia madre era solita fare, quelle ricette velocissime che, per motivi arcani erano anche buonissime!! Devo dire che quando sei un ragazzino nullafacente, tutti i pasti sembrano preparati in un attimo mentre ci si fa gli affari propri messaggiando al telefonino o giocando con la pleistescion!

Ed ecco ricomparire dalla mia adolescenza questo piatto, riarrangiato per passare da un contorno vegetariano ad un primo colorato!

Ingredienti per 4 persone:

320 gr di pasta corta
100 gr di fagiolini verdi
12 pomodorini ciliegini
1 cipolla bianca
un cucchiaino di farina
una noce di burro
3 cucchiai di olio di oliva
250 ml di brodo vegetale
sale q.b.
Per la ricetta in questione io ho comprato i fagiolini congelati, infatti, a meno che non abbiate l’occasione di prenderli appena colti, le verdure congelate sono ciò che vi è di più vicino alla verdura appena colta. Specialmente nei supermercati frutta e verdura fanno viaggi lunghi per poter arrivare al banco e sono colte non ancora alla maturazione. Al contrario tutta la verdura congelata è colta e congelata in piena maturazione rendendola perfetta per chi, come me, non consuma larghi quantitativi di cibo e, quando possibile, ha bisogno che si conservi a lungo!

Cominciamo! Puliamo i fagiolini tagliandone le estremità e lavandoli accuratamente! Tagliamo i pomodorini in pezzi della grandezza da voi preferita. Puliamo e tagliamo la cipolla a sottili listarelle. Da parte riscaldiamo il brodo che useremo più tardi. Mettiamo a bollire l’acqua per la pasta con le nostre solite dosi: 1 lt di acqua e 10 gr di sale ogni 100 gr di pasta!

In una casseruola antiaderente mettiamo l’olio e il burro e li facciamo sciogliere. Versiamo la cipolla e la facciamo cuocere mescolando continuamente per circa 10 minuti! E’ importantissimo perchè farà dorare la cipolla senza farla bruciare e porterà alla luce la sua dolcezza a far da contrasto con l’acido del pomodoro! Passati i 10 minuti, quando la cipolla è morbida, versiamo un cucchiaino di farina e mescoliamo per bene. Versiamo un goccio di brodo e poi uniamo i fagiolini ed i pomodorini. Versiamo altro brodo fino a coprire a filo. Facciamo cuocere altri 10 minuti per far ammorbidire i fagiolini e restringere la salsa. Se usate il dado per il brodo probabilmente non avrete bisogno di salare ma è preferibile assaggiare sempre per aggiustare ai propri gusti!

Quando l’acqua bolle buttiamo la pasta e la facciamo bollire per il tempo necessario a cuocerla al dente! Quando i fagiolini nella nostra casseruola sono morbidi, spegniamo il fuoco e copriamo per non far asciugare la salsa.

Quando la pasta è pronta la scoliamo e trasferiamo sia la pasta che la salsa in una padella capiente a bordi alti (avrete notato che per la pasta averla è praticamente un obbligo!) e facciamo saltare il tutto a fuoco alto fino a che è amalgamata!

Serviamo al naturale, con qualche foglia di basilico e, per chi piace, con una spolverata di parmigiano grattugiato!

Buon Appetito e Buona Primavera!