+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: scialatielli alla calabrese

  1. #1

    scialatielli alla calabrese

    La pasta fresca in tavola, riscalda l’atmosfera e rende un pranzo molto più accogliente. Se vi piace prepararla, cucinarla e mangiarla non arrendetevi alla dieta solo perché pensate che fa male alla linea. La pasta non fa ingrassare, basta non esagerare con i condimenti e poi non c’è cosa più bello della famosa frase “A tavola! La pasta è pronta”. La cucina è vastissima e a volte ci vuole anche un po’ di fantasia. Sono tante le ricette semplici da provare con la pasta fresca, ricette che sicuramente stuzzicheranno la vostra curiosità: certe curiose, certe tradizionali ma comunque con la pasta fresca esce sempre qualcosa di buono, semplice e sfizioso. Una in particolare ha stuzzicato la nostra curiosità, una ricetta che potete provare alla prima occasione, un piatto che col suo sapore è in grado di accontentate i gusti di tutta la famiglia. Sono tante le ricette che nelle famiglie vengono tramandate e in ogni passaggio c’è sempre un tocco di esclusività per rendere il piatto migliore. Un piatto tradizionale, amato da grandi e piccini, sono gli scialatielli alla calabrese. Gli scialatielli sono una sorta di fusilli fatti in casa tipicamente calabresi, che oggi quasi tutti gli addetti alla produzione pasta fanno anche a livello industriale i produttori pasta fresca si impegnano a fare. Anticamente si ottenevano arrotolando i tocchetti di pasta intorno a ferri sottili, simili a quelli usati per lavorare la lana. Molti li facevano con i ferri degli ombrelli. L’impasto è semplice e si ottiene con della farina di grano duro, acqua e sale ma si possono comprare anche confezionati. Gli scialatielli alla Calabrese vengono preparati con acciughe, olive verdi e nere sposate con tonno e capperi. Questo è un primo molto semplice, estivo che si può gustare tutto l’anno. In una padella con 2 cucchiai di olio ed uno spicchio d'aglio fate sciogliere un paio di acciughe, poi denocciolate le olive e sminuzzatele e insieme ai capperi e al tonno versatele nella padella. Fate cuocere un poco e aggiungete i pomodorini, il sale, un pizzico di origano e se piace un po’ di pepe. Lasciate cuocere un quarto d’ora circa. Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola di acqua salata a bollire e raggiunta l’ebollizione buttateci gli scialatielli e fateli cuocere per circa 5 minuti, scolateli e amalgamateli con il sugo preparato.

  2. #2
    Junior Member L'avatar di valinad
    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    7
    Ho sempre saputo che gli scialatielli fossero un piatto campano. Io preparo di solito gli scialatielli allo scoglio, con calamari tagliati a pezzi, gamberoni, cozze, vongole veraci, lupini, i pomodori e gli scialatielli aggiungendo i condimenti. Ma questa ricetta con tonno, acciughe, olive a capperi mi intriga e la proverò nelle prossime settimane.

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato