Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la guida Come cucinare le bietole

Come cucinare le bietole

Le bietole, o biete, sono un magnifico ortaggio dalla foglia verde, presenti sul mercato durante tutto il periodo dell’anno grazie alla disponibilità delle sue tante varietà. Ricche di acido folico, vitamine e sali minerali, le bietole sono molto apprezzate per i loro valori nutrizionali e soprattutto da chi segue un’alimentazione ipocalorica grazie al contenuto di appena 12 calorie in 100 grammi. Native del Sud Europa, le bietole possono essere reperite molto facilmente in diverse parti del mondo grazie al loro forte adattamento alle temperature, col quale ne sono nate diverse varietà.

Come scegliere le bietole

Come abbiamo già accennato esistono diverse varietà di bietole che possono essere suddivise in linea generale in biete da foglie e biete da coste.

Qualsiasi tipo di bietola scegliate sarà opportuno evitare quelle con delle foglie danneggiate e flosce, tendenti magari al colore marrone. E’ molto importante accertarsi che i gambi, particolarmente delicati e quindi tra i primi indicatori di un ortaggio fresco, siano integri e ben rigidi.

Le bietole da foglie si suddividono per la loro nervatura (ovvero quella parte del gambo che arriva fin su alle foglie) in rosse, bianche o gialle, tutte con un gusto diverso tra loro. Le bietole rosse, a differenza di quelle bianche ad esempio, hanno un retrogusto meno amaro e risultano essere decisamente più dolci.

Come pulire e tagliare le bietole

Pulire e tagliare le bietole non è un’operazione complicata e per farlo avrete bisogno di un tagliere ed un coltello.

Fase 1. Mettete le bietole sul tagliere e rimuovete, col coltello, la parte inferiore che tiene assieme tutte le foglie.

Fase 2. Scartate e gettate via tutte le eventuali foglie macchiate o danneggiate.

Fase 3. Immergete la bietole in abbondante acqua fredda e lavatele ripetutamente fin quando non troverete più residui di terra.

Per pulire le coste invece bisognerà staccarle dalle foglie con un taglio e lavarle anch’esse in abbondante acqua fredda fin quando non risulteranno ben pulite e prive di terreno.
Sia per le foglie che per le coste è quindi necessario ripetere il lavaggio in acqua più volte.

pulire bietole

Come cucinare le bietole

Con il loro gusto delicato e tendenzialmente dolciastro, le bietole vengono portate in tavola in tantissimi modi. Molto amate sono la minestra, la zuppa e la vellutata di bietole, ma anche il risotto, la pasta con le bietole oppure le bietole al pomodoro e bietole e fagioli.
Diversi sono anche i secondi piatti che vanno dalle polpette di bietole ai tortini, passando per le ricette con la seppia a quella della frittata di bietole. Molte persone amano inoltre mangiare questa verdura cruda, aggiungendo le foglie più tenere in ricche insalate.

Ecco qualche ricetta facile per portare in tavola le bietole:

Bietole gratinate

Dopo averle pulite accuratamente ed aver separato anche le foglie dalle coste, bisognerà partire dalle bietole lesse. Si prenderà quindi una pentola capiente con acqua e sale in cui andranno cotte per 5 minuti le biete. Per fare le bietole gratinate si procederà imburrando una teglia da forno e preparando quindi i vari strati della preparazione mettendo besciamella, formaggio grattugiato, qualche tocchetto di burro e le bietole ben scolate. Dopo aver ricoperto nuovamente con altra besciamella e burro si infornerà il tutto a 180 °C per circa 20 minuti o fin quando in superficie non si formerà una crosticina croccante.

Bietole al vapore

Per preparare le bietole al vapore riempite una pentola con dell’acqua e adagiateci su la vaporiera in cui avrete sistemato unicamente le coste. Aspettate che con la cottura si ammorbidiscano ed aggiungete quindi anche le foglie, che cuoceranno dai 2 ai 5 minuti, in base al vostro gusto personale. Dopo aver sollevato le bietole dal cestello provvedete al condimento aggiungendo un po’ di olio extravergine d’oliva sale e succo di limone.

Bietole in padella

La ricetta delle bietole in padella è anch’essa molto semplice. In una padella antiaderente scaldate dell’olio e quando sarà ben caldo fate cuocere per qualche minuto le coste tagliate in più parti. A questo punto potrete aggiungere le foglie e procedere con la cottura per un massimo di altri 5 minuti prima di salare, pepare e quindi portare in tavola.

Come conservare le bietole

Come già detto le bietole sono un ortaggio abbastanza delicato ed è quindi preferibile consumarle entro il minor tempo possibile dopo l’acquisto. In frigorifero comunque si conservano per un paio di giorni se riposte nell’apposito ripiano delle verdure, mentre in freezer, una volta sbollentate e ben sgocciolate, possono mantenersi fino a 10-12 mesi in appositi sacchetti per alimenti.

ricette con le bietole

scopri cosa preparare con le bietole

guide correlate

qualche utile consiglio sulle bietole
Come fare le vellutate di verdura

Come fare le vellutate di verdura

Saporite, leggere e facili da preparare, ecco cosa sono le vellutate di verdura. Possono essere consumate sia calde che fredde, [...]
Peso alimenti crudi e cotti

Peso alimenti crudi e cotti

Quanti di voi si sono chiesti almeno una volta come cambia il peso degli alimenti dopo la cottura? A volte [...]

scheda ingrediente

leggi informazioni interessanti sulle bietole
Bietole

Bietole

Le bietole: cosa sono Le bietole derivano dalla pianta di barbabietole, specie biennale del genere beta, appartenente al gruppo delle [...]