Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la guida Come fare l'olio piccante

Come fare l’olio piccante

L’olio piccante: cos’è
L’olio piccante è uno dei condimenti più amati in cucina, in particolar modo nel Sud Italia e soprattutto in Calabria, dove la tradizione culinaria regionale è ricchissima di piatti dal sapore vivace e piccante.

olio-piccante

Esistono diversi tipi di oli aromatici, in grado quindi di accontentare anche i palati che non gradiscono un sapore eccessivamente piccante, ma apprezzano comunque una certa nota fragrante e speziata. Periodicamente, ad esempio, io preparo un olio aromatico, non eccessivamente piccante, gradito da tutti.

olio-aromatico

Molti, però, apprezzano anche un sapore più intenso, che dia colore alle nostre portate, ed in questi casi l’ideale si rivelo essere l’olio al peperoncino!
In commercio ce ne sono molti già pronti all’uso, ma potrebbero essere eccessivamente piccanti per i nostri gusti, o non esserlo affatto. L’olio utilizzato, inoltre, potrebbe non essere dei migliori, o potrebbe essere stato addizionato da coloranti o conservanti.

L’olio piccante: come farlo
Un’alternativa efficace, genuina ed anche economica, sarebbe quella di prepararlo in casa!
Così facendo, saremo anche più sicuri di conservare le sostanze benefiche contenute dall’olio extra-vergine di oliva e dal peperoncino, come tocoferolo, beta-carotene, vitamine, antiossidanti e proprietà anti-batteriche ed anti-micotiche.

olio-oliva

Per preparare dell’ottimo olio piccante, iniziate col procurarvi una decina di peperoncini freschi, di buona qualità. Quindi procedete all’essiccazione. In realtà l’olio piccante può essere preparato anche con i peperoncini freschi, ma in questo caso il vostro olio avrà un sapore meno intenso e inoltre l’acqua naturalmente contenuta nei peperoncini rischierebbe di farlo irrancidire con maggiore facilità.
Inoltre, preparando un olio molto piccante, anche se non amate i sapori troppo forti, potrete usare meno prodotto ed evitare così di aggiungere troppo olio ai vostri piatti. Quindi procedete ad essiccare i vostri peperoncini, magari seguendo le dritte che vi ho suggerito in passato sull’essiccazione degli alimenti.

peperoncino

Quando i vostri peperoncini saranno perfettamente asciutti, sminuzzateli con una mezzaluna, quindi versateli in un vasetto precedentemente sterilizzato, abbastanza capiente da contenere anche mezzo litro di olio extravergine di oliva. Mi raccomando: i peperoncini dovranno essere completamente immersi nell’olio e non galleggiare in superficie. Se preferite, potete aggiungere anche altri aromi, come spezie ed aglio.
Quindi chiudete il vasetto e avvolgetelo con della carta stagnola di modo che rimanga esposto alla luce diretta. Lasciatelo macerare per un mese e mezzo circa, agitando il vasetto ogni 3-4 giorni. Quando finalmente il vostro olio piccante potrete conservarlo in frigo e usarlo per condirci bruschette, verdure, delle semplici patate lesse o al forno, o addirittura carne e primi piatti!

olio piccante

Ricette correlate

tante ricette per aromatizzare l'olio
Olio aromatico

Olio aromatico

Appena ci regalano un po’ di spezie assortite, io e mia mamma prepariamo l’olio aromatico. È ottimo da utilizzare sulle bruschette, [...]

Guide correlate

qualche utile consiglio sull'olio
Guida alla scelta e all’utilizzo dell’olio

Guida alla scelta e all’utilizzo dell’olio

In Italia quando si pensa all’olio di solito si pensa a uno dei nostri fiori all’occhiello, uno dei simboli della [...]

Scheda ingrediente

leggi informazioni utili in proposito