Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Acciughe

Acciughe

Acciughe

Le acciughe: cosa sono

Le acciughe (o alici) sono una specie di pesci gregaria definita pelagica, ovvero che nuota o che viene trasportata dalla corrente.

Le acciughe: habitat e riproduzione

Solitamente le acciughe vivono lontane dal fondo marino ed il loro nome scientifico è engraulis encrasicholus. Nei mesi invernali possono arrivare ad una profondità di 100-200 metri, per poi riavvicinarsi alla costa; altra caratteristica è che si adattano senza difficoltà a qualsiasi livello di salinità delle acque. Le acciughe solitamente si riproducono dopo i primi 12 mesi di vita ed una femmina può depositare fino a 40.000 uova; queste si schiuderanno dopo tre o quattro giorni per poi cominciare la loro vita assieme al gruppo.

Le acciughe: valori nutrizionali

Le acciughe fanno molto bene alla saluta del cuore grazie alla ai grassi polinsaturi contenuti. Si tratta di pesci a basso contenuto calorico ed aiutano ad abbassare le quantità di colesterolo nel sangue. Trattandosi di pesce azzurro, sono ricche di grassi omega-tre, proteine, riboflavina, niacina, calcio, ferro, fosforo e selenio, fanno quindi molto bene alla salute, nonostante l’ elevato contenuto di sodio. Ovviamente se acquistiamo le acciughe in scatola i valori cambiano esponenzialmente.

 

Le acciughe in cucina

Nella cucina napoletana le acciughe vengono utilizzate con ricette per secondi, contorni o ingredienti per pizze. Le alici marinate sono il piatto più noto: si prepara con acciughe ben pulite e lasciate a colare. Si prende poi una teglia dentro cui mettere i pesci con sale ed aceto e si lasciano lì per 5 ore, fino a che il loro colorito non diventi biancastro. Dopo questo periodo le acciughe vengono di nuovo fatte colare e tamponate, per poi essere immesse in altra teglia con aglio, prezzemolo, olio e peperoncino.

Le acciughe: come pulirle

La pulitura dipende dalle ricette che si vogliono realizzare. In linea di massima si sconsiglia di lavarle sotto l’ acqua corrente, ma di lasciarle a bagno in  acqua e aceto bianco, le ripuliremo così da sale  e residui di alghe. Poi andrete ad eliminare la testa e le interiora, servendovi di un coltello appuntito. In questo modo si avranno acciughe sfilettate pronte per la marinatura. Le acciughe poi possono anche essere ripiene, utilizzate per condire la pasta, fare le  conserve  sotto sale, sottolio, la pasta d’acciughe e perfino la colatura!


Leggi tutte le ricette con acciughe

Ricette con acciughe

Ultime ricette con l'ingrediente acciughe