Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Ciliegie

Ciliegie

Ciliegie

Cosa sono:
Le ciliegie sono il frutto prelibato dell’albero di ciliegio. In molti dialetti italiani, ma non solo, la ciliegia viene chiamata anche cerasa; questo nome deriva dalla parola greca κέρασος (Kérasos) dando ulteriore conferma che provengano dalla città di Cerasunte, in Turchia, dove un tempo vennero seminati i primi alberi di ciliegio.
In natura esistono due alberi di ciliegio le cui caratteristiche botaniche danno vita alla ciliegia dolce (l’albero del Prunus avium) e alla ciliegia acida, chiamata amarena (l’albero del Prunus cerasus).
Le ciliegie dolci si dividono a loro volta in due sottofamiglie, ovvero le duracine e le tenerine; le ciliegie acide invece si dividono in tre sottofamiglie, amarene, marasche e visciole.
Questo frutto ha un diametro di 0, 72 centimetri, è di colore rosso e dalla forma a cuore, leggermente allungata. Il suo gusto è molto dolce con una lieve punta acidognola. I tempi di maturazione vanno da marzo a luglio.
In Giappone sono considerate un vero e proprio frutto sacro. Addirittura esiste un’usanza in cui i giapponesi si recano nei luoghi di fioritura dei ciliegi per ammirarne la bellezza.

Come utilizzarle in cucina:
In cucina le ciliegie sono considerate uno dei frutti più dolci e golosi che ci siano. Sono l’ingrediente preferito per le marmellate ma soprattutto sono una valida alternativa al cioccolato, tra gli ingredienti per dolci. Le ciliegie danno vita anche a liquori, succhi, biscotti, gelati, yogurt. Fondamentali anche come frutta sciroppata o in una semplice macedonia, le ciliegie sono perfette come sciroppo.
Proprio quest’ultimo è tra i preferiti come guarnizione per piatti scenografici e sui gelati al posto di creme e granella di nocciole. Tra le più deliziose ricette con ciliegie spicca la clafoutis, una torta francese preparata con albicocche, prugne e ciliegie snocciolate, una vera delizia!
Se volete gustare i vostri frullati con la ciliegia anche in autunno ed inverno vi basterà congelare il frutto su un vassoio, evitando così di formare un unico blocco che non ci consenta di poter prelevarne un poco alla volta. Nel caso in cui lo scopo della conservazione sia per la decorazione di dolci o torte, invece, sarà necessario riporle in un barattolo; in questo modo il loro aspetto non muterà.
Ma le ciliegie non sono utilizzate solo a scopo alimentare, la sua polpa infatti è impiegata anche come astringente e rinfrescante nelle maschere di bellezza.

Benefici:
Le ciliegie sono ricche di vitamina A, B e C. Sono anche un’ottima fonte di calcio, magnesio, zolfo e potassio, ma anhe oligoelementi importanti quali cobalto, zinco e rame.
Questo frutto, dalle proprietà terapeutiche, aiutia la diuresi e le normali attività intestinali ed inoltre contrasta l’ipertensione.
Importante da ricordare è che le ciliegie contengono melatonina naturale, una sostanza che ha la funzione di regolare il ciclo sveglia-sonno, e sono una fonte di antiossidanti, fondamentali contro l’invecchiamento del nostro organismo, provocato dai radicali liberi.

Piccola curiosità:
Alcune aziende farmaceutiche utilizzano le ciliegie per aromatizzare gli sciroppi per la tosse destinati ai bambini. Una trovata deliziosa e allo stesso tempo geniale per far assumere ai piccoli l’importante medicinale.


Leggi tutte le ricette con ciliegie

RICETTE IN RILIEVO

LE MIGLIORI RICETTE DA PREPARARE CON LE ciliegie

GUIDE CORRELATE

QUALCHE UTILE CONSIGLIO
Come fare la frutta candita

Come fare la frutta candita

Fare la frutta candita è un’operazione estremamente semplice che ogni appassionato di dolci fatti in casa dovrebbe apprendere in modo [...]

Ricette con ciliegie

Ultime ricette con l'ingrediente ciliegie