Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Fiori di zucca

Fiori di zucca

Fiori di zucca

Cosa sono:
I fiori di zucca appartengono alla famiglia delle Curcubitacee. Esistono diverse specie di zucca, ma quelle dalle quali si ricavano questi fiori sono la moschata (detta anche violina) e la maxima. Vengono chiamati anche “fiorilli” e sono probabilmente i più famosi fiori commestibili. Il loro periodo di raccolta va dall’inizio della primavera fino alla fine dell’estate.
Come utilizzarli in cucina:
Questi fiori sono molto amati ed utilizzati in campo culinario. Si prestano ai sughi per la pasta, nei risotti, per torte salate, pizze, tarte tatin e ripieni, ma generalmente sono scelti per essere fritti (con o senza pastella). Che sia per preparare i “sciurilli napoletani” o “alla romana”, i fiori di zucca sono così gustosi che sarà difficile sottrarsi all’assaggio.
Al momento dell’acquisto è preferibile scegliere quelli che risulteranno un po’ più aperti, questo ci agevolerà nella fase della pulitura. Un elemento fondamentale invece è quello del colore: osserviamo bene che siano di un giallo-arancione brillante ed omogeneo. Il colore del pistillo non deve mai essere marrone, ma di un bel giallo acceso. Non dimentichiamo di controllare che abbiano la corolla turgida, senza parti troppo morbide o scure. Una volta portati a casa potranno essere mantenuti in frigo per circa 1-2 giorni. Per lavarli sarà necessario immergerli velocemente in una ciotola d’acqua fredda e successivamente potremmo sgocciolarli e riporli su un telo o su carta per farli asciugare. Fate molta attenzione a non sciupare i petali toccandoli! Prima di cuocerli ricordiamoci di accorciare i gambi e rimuovere il pistillo interno che ha un gusto un pò amarognolo.
Varietà:
I fiori di zucca sono classificati in femminili e maschili. I primi sono più piccoli e crescono direttamente sulla punta dei frutti. Quelli maschili, invece, sono caratterizzati da pistilli lunghi, sottili e cosparsi di polline, adatti per la fecondazione. Quando i fiori diventano di colore giallo vivo allora saranno all’apice della maturazione e potranno essere raccolti, al contrario quelli femminili resteranno in natura per poter produrre altri frutti.
Benefici:
La leggerezza dei fiori di zucca si deve al fatto che sono composti al 95% da acqua, qualità che li rende rinfrescanti e soprattutto diuretici. Hanno poche calorie, pochissimi carboidrati, proteine, lipidi e sono molto digeribili (ovviamente se cotti senza grassi). Scarseggiano di sali minerali, ad eccezione del ferro, ma offrono un buon contenuto energetico. Ricchi di vitamine A e C, fitocomposti, a proteggere la vista e ad aiutarci a prevenire i problemi cardiovascolari ci pensa invece il betacarotene contenuto in questo saporito alimento dal gusto delicato.
Piccola curiosità:
Avete mai sentito la frase: “Dillo con un fiore”? Ogni fiore ha un significato ben preciso e regalandone uno possiamo esprimere un sentimento in mancanza di parole. Anche il fiore di zucca è associato ad un significato ben preciso, pare infatti che tradizionalmente rappresenti la goffaggine. Ma non prendiamocela troppo se ci vengono regalati, piuttosto accingiamoci a portarli in cucina!

Vedi anche:

fiori di zucchina


Leggi tutte le ricette con fiori di zucca

GUIDE CORRELATE

QUALCHE UTILE CONSIGLIO PER PREPARARE i fiori di zucca
Come fare la pastella

Come fare la pastella

Uno dei segreti per preparare un ottimo fritto, soprattutto di verdure (ma non solo), è trovare la pastella giusta per [...]

Ricette con fiori di zucca

Ultime ricette con l'ingrediente fiori di zucca