Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Gamberi

Gamberi

Gamberi

Cosa sono:
Con il termine gambero si identificano sia quelli di acqua dolce (gli astacus astacus) sia quelli marini (gli homarus gammarus). Questi ultimi sono molto più grandi di quelli di fiume e vivono soprattutto al largo dell’Italia, Inghilterra, Norvegia, Francia e Turchia.
Sono crostacei lunghi tra i 7 ed i 20 centimetri, ricoperti da una corazza semirigida bicolore (generalmente arancione e rossa). Sulla parte anteriore si posizionano le due antenne che fungono da organi sensoriali, le due chele ed il capo che custodisce il cervello. Nella parte posteriore invece è posizionata la coda a ventaglio responsabile di tutti i suoi movimenti.
Come utilizzarli in cucina:
I gamberi si prestano a diverse preparazioni. Che siano utilizzati crudi, alla griglia, saltati in padella, fritti, al vapore, per salse o per accompagnare primi piatti, sono un alimento molto delicato che necessita di cotture rapide. Tra le varie ricette spiccano quelle dei tortelli con gli agrumi, risotti vari con carciofi, fave, fughi ed il famosissimo cocktail di gamberi.
In fase di acquisto controllate sempre che siano freschi. Per verificarlo basterà notare che i gamberi non abbiano macchie verdastre sulla zona dell’addome e che antenne e zampe non si stacchino con facilità.
E’ consigliabile consumarli subito dopo averli acquistati per evitare che il gusto e la morbidezza della loro carne si perda col passare del tempo, ma possono essere tranquillamente congelati.
Prima di consumarli andrà eliminato l’intestino, più che per il gusto sgradevole che per una questione igienica. Dove si trova? A differenza di molti altri animali, i gamberi lo hanno lungo la schiena, simile ad una spina dorsale nera.
Per sgusciarli sarà necessario invece staccare testa, coda, zampette e, dopo aver effettuato un taglio lungo tutto il guscio, estrarne la carne.
Benefici:
I gamberi sono ricchi di ferro, potassio, selenio, fosforo e calcio. Grazie alla presenza di sodio si ha il corretto funzionamento della tiroide che controlla il metabolismo e la velocità con cui si consuma energia stando a riposo.
Offrono diversi vantaggi nutrizionali anche grazie all’alto contenuto proteico ed alle vitamine (B3, D). Sono un alimento senza carboidrati, e con solo 80 calorie per 100 grammi di porzione, risultano ottimi per chi è intenzionato a perdere peso. Molto importante è ricordare che la presenza di zinco ha dimostrato, nei soggetti carenti, di aumentare la leptina. Quest’ultima è un ormone che, nel caso fosse insufficiente, apporta desideri ed ossessione per il cibo.
I gamberi contengono inoltre astaxantina, un carotenoide che dà loro il tipico colore arancione-rosso e che agisce come un potente antiossidante oltre a proteggere la pelle dall’invecchiamento precoce. Ma non solo, l’astaxantina aiuta le ossa e le cartilagini, rafforza le difese immunitarie e impedisce le infiammazioni della articolazioni e delle vene prevenendo o evitando così possibili trombosi.
Piccola curiosità:
Tutti credono che i gamberi camminino all’indietro, ma non è vero. Essi si spostano in avanti ma se si sentono minacciati allora con una forte contrazione addominale flettono la coda e fanno un balzo all’indietro. Una volta scampato il pericolo infatti tornano a muoversi normalmente.


Leggi tutte le ricette con gamberi

RICETTE IN RILIEVO

LE MIGLIORI RICETTE DA PREPARARE CON i gamberi

GUIDE CORRELATE

QUALCHE UTILE CONSIGLIO PER PREPARARE i gamberi
Come pulire i gamberi

Come pulire i gamberi

I gamberi sono crostacei molto usati in cucina, la loro pregiata carne infatti è molto delicata e caratteristica, ed è [...]

Ricette con gamberi

Ultime ricette con l'ingrediente gamberi