Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Kumquat

Kumquat

Kumquat

Cos’è:
Il Kumquat, detto anche mandarino cinese, è un piccolo albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutacee. E’ un sempre verde che si presenta compatto e cespuglioso, con rami fitti, foglie scure e fiori bianchi. Arriva ad un’altezza massima di 4,5 metri ed è molto più resistente alle basse temperature in confronto dell’arancio, albero al quale somiglia molto. E’ originario della Cina ma è stato a lungo coltivato anche in Giappone, mentre in Europa fu introdotto nel 1846.
I frutti, che hanno lo stesso nome dell’albero, assomigliano ad una miniatura ovale ed allungata dell’arancia.
Come utilizzarlo in cucina:
Il kumquat può essere consumato al naturale, con o senza buccia, che ha un sapore decisamente più dolce della sua polpa acidula. Oltre al consumo fresco può essere utilizzato per fare marmellate, canditi o per gelati, granite ed ottimi liquori. Nonostante la scarsa diffusione in Italia, questo frutto può essere molto utile nelle ricette innovative e sfiziose. Sicuramente non tutti sanno che il kumquat viene accostato con ottimi risultati alle scaloppine, al vitello, ai spaghetti con carciofi, nei plum cake con ciliegie, ed impiegato per semifreddi e squisite creme. Nelle Filippine il kumquat viene aggiunto al tè freddo o caldo, mentre in Vietnam le sue piante sono acquistate unicamente a scopo decorativo.
Per gustare al meglio questo frutto dobbiamo essere certi che abbia una buccia ben omogenea, priva soprattutto di parti lisce e traslucide che sono il segno di un’ eccessiva maturazione. Ricordate di lavare accuratamente la sua buccia in quanto è proprio in essa che si concentra tutto il gusto del frutto.
Varietà:
Anche il kumquat ha alcune varietà.
Kumquat ovale, detto anche Fortunella Margarita, proviene dalla Cina ed è quello più conosciuto. Ha dei frutti ovali appunto, piccoli, da mangiare preferibilmente interi.
Kumquat rotondo, detto anche Fortunella Japonica, proviene probabilmente dal Giappone ed è molto simile a quello ovale. Ha delle foglie più chiare e più piccole, i suoi frutti invece hanno una forma più tondeggiante.
Hong Kong kumquat, detto Fortunella Hindsi, è originario della Cina. Ha dei rametti spinosi e delle foglie verde scuro sopra e più chiare sotto, mentre i suoi fiori non si aprono mai completamente. I frutti sono più piccoli degli altri e presentano una buccia liscia.
Benefici:
I kumquat sono ricchi di ferro, potassio, magnesio, calcio, vitamina A e vitamina C. Grazie a quest’ultima, assieme ai numerosi fenoli bioattivi, risultano essere dei potenti antiossidanti. Sono inoltre antibatterici, antimicrobici ed antinfiammatori, ma sono anche benefici contro gli agenti patogeni che attaccano la pelle. Vengono considerati antitumorali e mangiati a fine pasto aiutano notevolmente la digestione. Il loro caratteristico colore è dovuto all’alta presenza di carotenoidi, così come è alta anche la presenza di moltissime fibre, fondamentali nelle varie diete. 100 grammi di kumquat contengono 70 calorie, e la sua buccia è un’ottima fonte di oli essenziali (come ad esempio pinene, limonene, bergamotene e cariofilene).
Piccola curiosità:
I frutti del kumquat sono il cibo mangiato da Eta Beta, anche se in italiano si è optato per la naftalina.


Leggi tutte le ricette con kumquat

GUIDE CORRELATE

QUALCHE UTILE CONSIGLIO
Come sterilizzare i vasetti per le conserve

Come sterilizzare i vasetti per le conserve

Come sterilizzare i vasetti Uno dei procedimenti fondamentali per la preparazione delle conserve, che siano esse marmellate, salse, o verdure [...]

Ricette con kumquat

Ultime ricette con l'ingrediente kumquat