Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Pistacchi

Pistacchi

Pistacchi

Cosa sono i pistacchi

Il pistacchio è il frutto dell’ omonimo albero di pistacchi (Pistacia vera) della famiglia delle Anacardiacee (cui appartengono anche anacardi e mango), originario del Medio Oriente.
L’albero di pistacchi, coltivato appunto per i suoi frutti, ha un ciclo fruttifero biennale, cosa che rende il prezzo dei pistacchi piuttosto elevato.
Considerati una drupa, ovvero un frutto carnoso racchiuso in una membrana protettiva (esocarpo), i frutti maturano alla fine dell’estate e sono costituiti da un seme commestibile, caratterizzato da un colore verde vivo, avvolto da una sottile buccia violacea e chiuso in un guscio legnoso: indice della maturazione è la parziale apertura del guscio.

Tra i maggiori esportatori sono annoverati Iran, California e Turchia; di recente si è aggiunta anche la Cina. L’Italia è considerata il settimo produttore, nonostante abbia solo una coltivazione di nicchia, situata in Sicilia, alle pendici dell’Etna: rinomato e pregiato è infatti il pistacchio di Bronte, chiamato anche oro verde, tutelato da un marchio DOP.
Il prezzo del pistacchio di Bronte oscilla di anno in anno, si aggira intorno ai 45 euro al Kg rispetto ai 15 euro al kg degli altri tipi di pistacchio.

Come utilizzare il pistacchio in cucina

I pistacchi sono un frutto molto pregiato e amato in cucina, anche solo per essere usati come snack. In commercio si trovano tostati e salati (già pronti per l’aperitivo), solo tostati o anche freschi. Inoltre, è possibile trovarli sotto forma di granella, pasta o crema, perfette per l’utilizzo in pasticceria.

Oltre che come snack o per la pasticceria, i pistacchi sono molto usati anche per la produzione di salumi, gelati e bevande, ma anche per la realizzazione di delicati e raffinati condimenti per primi o secondi piatti: delizioso, ad esempio, è il pesto di pistacchio e gustosissime le panature con granella di pistacchio, da abbinare sia alla carne (come maiale o anche agnello) che al pesce (ad esempio il salmone).

Valori nutrizionali dei pistacchi

I pistacchi fanno parte della frutta secca a guscio o cosiddetta oleosa (in contrapposizione a quella zuccherina, come fichi, prugne, ecc.), piuttosto calorica ma molto importante per l’alimentazione umana. Contengono infatti grassi monoinsaturi e fibre, che contribuiscono alla riduzione del colesterolo LDL (il cosiddetto colesterolo cattivo).

Oltre ad essere un’ottima fonte di fibra alimentare e dei grassi cosiddetti buoni, i pistacchi sono anche fonte di vitamine (vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamine C, E e K), minerali (fosforo, potassio, ferro, zinco, magnesio) e proteine e di componenti antiossidanti (come gli isoflavoni).

I pistacchi hanno 562 calorie per ogni 100 grammi.

Controindicazioni

Come tutta la frutta a guscio, anche i pistacchi possono scatenare allergie alimentari, pertanto non andrebbero somministrati ai bambini molto piccoli e ai soggetti sensibili.
Inoltre, pur avendo alti valori nutrizionali, i pistacchi contengono un alto carico calorico e lipidico, pertanto andrebbero consumati in quantità moderata.

Come conservarli

Per capire se sono freschi, bisogna valutare il peso dei pistacchi: invecchiando, infatti, si seccano, perdendo peso. Una volta comprati si conservano fino a 6 mesi in un luogo fresco e asciutto, ben chiusi in un barattolo a chiusura ermetica.

Piccola curiosità

I pistacchi sono alimenti consigliati a coloro che seguono una dieta dimagrante. Hanno infatti un alto contenuto di fibre e proteine ed essendo molto nutrienti hanno un buon effetto calmante sullo stimolo della fame, consentendo di mangiare meno e di calmare più a lungo l’appetito.


Leggi tutte le ricette con pistacchi

RICETTE IN RILIEVO

LE MIGLIORI RICETTE DA PREPARARE CON i pistacchi

Ricette con pistacchi

Ultime ricette con l'ingrediente pistacchi