Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Quinoa

Quinoa

Quinoa

Quinoa: cos’è, proprietà e come cucinarla

Un alimento diventato molto di tendenza negli ultimi tempi è la quinoa. Si tratta infatti di un ingrediente molto nutriente ed è infatti inserito anche in diete vegetariane o vegane. Inoltre essendo privo di glutine è indicato per i celiaci. La quinoa è adatta a moltissime ricette sia dolci che salate ed è un alimento sano.

Cos’è la quinoa

La Chenopodium quinoa è una pianta erbacea proveniente dal Sudamerica, molto più precisamente dalle zone del Perù, dell’Equador e della Bolivia, in tutta l’area degli altipiani delle Ande. Proprio per il suo alto valore proteico è infatti stato per millenni l’alimento base della dieta di queste zone. Era infatti utilizzata già dai tempi antichi dagli Inca che la reputavano come un dono divino.

La quinoa appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, la stessa della barbabietola e degli spinaci. La pianta è caratterizzata da un fusto che cresce in verticale e che può avere un’altezza variabile dal mezzo metro ad oltre 3 metri. Presenta foglie con bordi dentati e fiori formati da 5 petali; ha un colorazione che può andare dall’ocra fino al violaceo. È una pianta montana ed è infatti per questo molto resistente al freddo.

La parte della quinoa che viene consumata è quella dei semi (anche se sarebbe più corretto parlare di frutti), contenuti all’interno di un panicolo (una sorta di pannocchia); per questo motivo molto spesso si pensa erroneamente che si tratti di un cereale: la pianta infatti non fa parte delle graminacee ed è quindi da considerare uno pseudocereale.

Le tre varietà più importanti della quinoa sono contraddistinte dai colori dei chicchi, e sono gialla, nera e rossa. Tutte e tre le tipologie sono utilizzate sia per la preparazione di piatti dolci che di piatti salati ed hanno un sapore molto simile.

Le proprietà della quinoa

La quinoa è un alimento molto nutriente e offre moltissimi benefici all’organismo, grazie alle sostanze contenute. Fornisce infatti un apporto proteico molto alto e ha un alto contenuto di amminoacidi. Questi ultimi sono infatti presenti in tutte le 9 forme essenziali necessarie per il corretto funzionamento dell’organismo.

Le proprietà nutrizionali della quinoa sono ripartite in questo modo: 55% carboidrati, mentre le proteine rappresentano il 12% (l’apporto proteico è maggiore rispetto a quello di alimenti come il riso, il miglio, oppure il grano). Il resto è formato da lipidi, soprattutto acidi grassi polinsaturi, essenziali per prevenire i disturbi cardiovascolari.

Sono inoltre presenti sali minerali come magnesio, fosforo, calcio e soprattutto ferro, assieme alle vitamine C e B2. È un alimento ricco di elementi come i flavinoidi e la vitamina E, sostanze antiossidanti che hanno la capacità di contrastare i danni provocati dai radicali liberi, prima causa dell’invecchiamento.

L’apporto calorico della quinoa è per ogni 100 grammi di 370 kcal.

È un alimento privo di glutine e per questo può prendere tranquillamente parte nella dieta delle persone che soffrono di celiachia. Essendo molto saziante ed essendo ricca di fibre è un ottimo ingrediente per le diete dimagranti, riuscendo a fornire una carica energetica elevata anche senza appesantire. Proprio grazie alle sue proprietà emolliente è particolarmente adatta anche a chi soffre di diabete.

Gli utilizzi della quinoa

Prima di utilizzare i chicchi di quinoa è molto importante sciacquarla, in modo che si possano eliminare tutte le tracce di saponina: in questo modo sarà possibile attenuare il suo sapore amaro. Per la cottura dei chicchi si procede come per la pasta, ed è quindi importante che siano immersi in acqua pari almeno al doppio del loro volume totale.

La quinoa cotta può essere utilizzata per creare moltissime ricette: è possibile infatti condirla con verdure o legumi, proprio come si fa con il riso o la pasta, oppure può essere utilizzata come ripieno per alcune verdure. Allo stesso tempo può fare da base per degli ottimi hamburger o polpette.

Può inoltre essere usata anche nelle ricette di dolci, avendo un sapore molto versatile. Con la quinoa è infatti possibile preparare degli squisiti biscotti, oppure essere servita per piccoli dessert.

I chicchi possono poi essere macinati in modo da ottenere una farina, ottima per preparare piatti senza glutine. Si può trovare questo tipo di farina in moltissimi negozi, già macinata e già pronta per l’utilizzo.

Dov’è possibile trovare la quinoa

Visto l’utilizzo sempre più diffuso di questo alimento, è possibile trovare la quinoa sugli scaffali di molti supermercati, solitamente di fianco ai cereali. È conservata in sacchetti trasparenti da 250 o 500 grammi e con un prezzo che va dai 5 agli 8 euro.

Per essere sicuri però di trovarla è possibile cercare all’interno delle erboristerie, nelle botteghe di commercio equo e solidale, o nei negozi di prodotti biologici. In quest’ultimo caso è possibile anche trovare la quinoa sfusa.

Piccola curiosità: le foglie della quinoa sono anche esse commestibili, e dopo esser state sbollentate, possono esser servite come insolito contorno, condita all’ insalata o arricchite con un sugo.


Leggi tutte le ricette con quinoa

RICETTE IN RILIEVO

LE MIGLIORI RICETTE DA PREPARARE CON la quinoa

guide correlate

qualche utile consiglio per preparare la quinoa
Come si cucina la quinoa

Come si cucina la quinoa

La quinoa chiamata anche “la madre di tutti i semi” è una pianta erbacea che si trova sotto forma di chicchi. [...]

Ricette con quinoa

Ultime ricette con l'ingrediente quinoa