Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la ricetta Caffè shakerato

Caffè shakerato

Caffè shakerato
Caffè shakerato
  • preparazione: 5 min
  • cottura: 5 min
  • totale: 10 min
Dosi per
  • 1 persona

Il caffè shakerato è un grande classico dell'estate, un'alternativa all'espresso durante le giornate troppo afose. Una bevanda a base di caffè, ghiaccio e zucchero che dopo essere stati shakerati insieme formano sul caffè una schiumetta simile alla crema del cappuccino. Insieme al caffè del nonno è una delle cose che ordino più spesso al bar e prima che una delle ragazze che lavora con me mi facesse vedere un video, non avevo idea che prepararlo in casa fosse così semplice. Basta dotarvi di uno shaker ed il gioco è fatto! Potete poi correggere il vostro caffè shakerato con un pò di liquore, o servirlo con una spruzzatina di cacao, anche se, io lo preferisco così, semplice. Alora, vi ho dato una bella idea per servire il caffè freddo oggi pomeriggio?

Procedimento

Come fare il caffè shakerato

Preparate 2 tazzine di caffè ristretto (vi servirà ben caldo).

Mettete il ghiaccio e lo zucchero nello shaker.

Aggiungete il caffè bollente, chiudete bene e iniziate a shakerare.
ghiaccio e caffe
shakerare

Dopo 10-15 secondi, aprite, versate in un bicchiere da Martini freddo e godetevi subito il vostro caffè shakerato.

caffe nello shaker

versare nel bicchiere

caffe shakerato

TAGS: Ricette di Caffè shakerato | Ricetta Caffè shakerato | Caffè shakerato 
Lascia un commento
Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.
Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Caffè shakerato
  1. Commento di Valeria — 9 agosto 2016 @ 9:47 pm

    Non so se sia davvero cosi’ facile replicarlo a casa :( In realtà l’ideale sarebbe utilizzare lo zucchero liquido anziche’ quello semolato, ma in genere ce l’hanno solo i bar. In piu’ alla fine per versarlo nel bicchiere bisognerebbe utilizzare un filtro apposito… ma credo che lo vendano insieme allo shaker quindi chi ha lo shaker in casa dovrebbe avere anche quello. L’unica cosa che vedo davvero difficile imitare a casa e’ la mano del barista… io ho fatto la barista per qualche anno e all’inizio ci ho messo mesi per imparare a farlo come le mie colleghe piu’ esperte, perche’ bisogna fare il movimento giusto e non rompere i cubetti di ghiaccio… altrimenti non viene cremoso ma semplicemente un caffe’ freddo allungato :(

  2. Commento di Misya — 3 agosto 2016 @ 2:14 pm

    @Stefania Ottima idea 😉

  3. Commento di Stefania — 3 agosto 2016 @ 11:15 am

    Io non ho lo shacker,uso un barattolo di vetro (quelli dei sottoli o sottaceti ben lavati ovviamente :D)

  4. Commento di IsaQ — 3 agosto 2016 @ 8:09 am

    A Torino dove vivo questo è chiamato solamente caffè freddo,Il caffè shakerato è invece caratterizzato dalla presenza di estratto di vaniglia (alcuni usano proprio il liquore alla vaniglia). Difatti in alcuni casi se non si gradisce una bibita alcolica è meglio domandare come è preparato.

  5. Commento di sandra — 2 agosto 2016 @ 4:54 pm

    oggi hai veramente delle splendide e semplici idee 😉 , un bacio a tuttiiiiiiiiii

  6. Commento di Marisa — 2 agosto 2016 @ 3:11 pm

    ciaoooooooooo MISYA…buono…semplicissssssimo , fresco buono per l’estate, solo che qui non e’ proprio estate…ti abbraccio e bacini a ELISA ..ciaoooooooooooooooooooooooooo saluto tutte le cuochine ciaooooooooooooooooooooooo

10
di 6 commenti visualizzati Mostra altri commenti »