Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la ricetta Cassata siciliana

Cassata siciliana

Cassata siciliana
Cassata siciliana
  • preparazione: 2 ore
  • cottura: 30 min
  • totale: 2 ore 30 min
Dosi per
  • uno stampo da 26 cm
Ingredienti Pan di Spagna
Ingredienti Crema di ricotta
Ingredienti bagna
Ingredienti Glassa di zucchero

La cassata e' il dolce siciliano per eccellenza, la regina della pasticceria delle feste, una torta tradizionale a base di pan di Spagna, ricotta di pecora, gocce di cioccolato, pasta reale o marzapane e frutta candita. La cassata siciliana deve il suo nome dall'arabo qas'at, che significa scodella e si dice che sia stata inventata, attorno all'anno mille in occasione dei festeggiamenti della Pasqua. Di solito noi a Napoli, durante le feste di natale, andiamo a comprare le specialità siciliane nelle pasticcerie vicino al porto che si fanno arrivare ogni giorno cassate e cannoli da Palermo, ma quest'anno ho deciso che la cassata l'avrei preparata io, sapevo che fare la vera cassata siciliana in casa non sarebbe stato facile e inoltre avevo paura che il sapore non fosse come quello originale, ma ho voluto provare lo stesso. Dopo 2 giorni di studi sulle varie ricette viste su internet e due giorni di preparazione, posso dire che sono molto soddisfatta, ho preparato una signora cassata di cui vado molto orgogliosa, il commento piu' bello che ho ricevuto e' stato "sembra proprio una cassata siciliana vera" e questo mi ha ripagato del mio lavoro. Se vi va di preparare la mia ricetta per deliziare i vostri ospiti durante le feste di natale non ve ne pentirete, basta solo che vi organizziate con i tempi e che utilizziate della ricotta freschissima e poi il gioco e' fatto. Bene amiche, inizio la mia dura settimana di lavoro augurandovi una buona giornata, a più tardi ;)

Procedimento

Come fare la cassata siciliana

Bisogna iniziare la preparazione della cassata siciliana il giorno prima preparando il Pan di Spagna
Separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve.
Montate i tuorli con 6 cucchiai di acqua bollente e quando diventeranno spumosi, aggiungere lo zuccheroAggiungere poi la farina e il lievito setacciati. Infine incorporate gli albumi montati a neve mescolando il composto con un cucchiaio di legno

Versare l'impasto in una teglia rettangolare imburrata e infarinata di dimensioni di 35 cm x 25 cm e cuocere il pan di spagna in forno già caldo a 180° per 30 minuti

Una volta cotto, lasciarlo intiepidire, togliere il pds dallo stampo e Lasciatelo raffreddare su una gratella

Il giorno successivo, lavorate la ricotta in una ciotola assieme allo zucchero a velo e all'essenza di vaniglia.


Passate la ricotta in un passino, e raccogliete in una ciotola la crema di ricotta che dovrà risultare liscia e omogenea.

Aggiungete le gocce di cioccolata e,se vi piace,anche l'arancia candita tagliata a dadini

Mescolate e ponete la crema di ricotta in frigo coperta con della pellicola trasparente.

Iniziamo ora ad assemplare la nostra cassata,tagliate il pan di spagna a metà e poi a rettangoli

Preparate il marzapane impastandolo assieme al colorante verde per alimenti così da ottenere un panetto verde.

Stendete il marzapane in una sfoglia larga 6 cm e spessa 1/2 cm e ricavate dei pezzetti di pasta dalla forma di un trapezio
Tagliate una striscia di pan di spagna in trapezi di uguale misura.

Coprite lo stampo per la cassata ( il classico stampo dai bordi svasati) con la pellicola trasparente e foderate il fondo con le strisce di pan di spagna mettendo la parte chiara verso il basso.
Foderate i bordi alternando i trapezi di pan di spagna a quelli di marzapane verde, pressando bene verso i lati e stando attenti a non lasciare spazi tra un trapezio e l'altro.

Con altri trapezi di pan di spagna ricoprite il marzanape verde così da avere tutta la circonferenza dello stampo ricoperta di pan di spagna.
Preparare ora la bagna sciogliendo lo zucchero in un pentolino con l'acqua assieme alla scorza di mezzo limone e ad una tazzina di liquore ( io ho usato l'amaretto di Saronno ma voi potete scegliere anche di utilizzare un liquore diverso come il rum o il maraschino) e bagnate tutto il dolce.

Riempire ora lo stampo con la crema di ricotta e cioccolato e livellate con una spatola

Chiudere la cassata coprendo la base con altre strisce di pan di Spagna e bagnare.


Coprite con della pellicola trasparente e mettete in frigorifero a rassodare per almeno tre ore con un peso sulla superficie (una pentola piena d'acqua andrà benissimo)

Quando la cassata sarà ben compatta, capovolgetela su di un piatto da portata e preparate la glassa fondente, mettendo in un pentolino lo zucchero a velo assieme all'acqua e all'essenza di vaniglia.

Non appena sfiorerà il bollore, il fondente sarà pronto per essere colato subito al centro della cassata e spalmato con una spatola.
Versate la glassa anche sui lati della cassata , mi raccomando ad essere veloci in questo passaggio perchè il fondente si asciuga quasi istantaneamente non appena spalmato, così potrete ottenere uno strato liscio e omogeneo.

Decorate ora la cassata siciliana poggiando le fette di candito e le ciliegie candite

Tagliare a fette la cassata siciliana e servire, il giorno dopo è ancora più buona.

TAGS: Ricette di Cassata siciliana | Ricetta Cassata siciliana | Cassata siciliana 
Lascia un commento
Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.
Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Cassata siciliana
  1. Commento di Misya — 28 giugno 2016 @ 8:59 am

    @Maria Pia Bravissima!!

  2. Commento di Maria Pia — 27 giugno 2016 @ 2:15 pm

    Buonasera, preparata la torta, strepitosa. L’unica cosa, io l’ho scavata e riempita a mo’ di cestino
    E’ andata a ruba

  3. Commento di Misya — 5 gennaio 2016 @ 9:50 am

    @Raffaela Grazie mille!

  4. Commento di Raffaela — 4 gennaio 2016 @ 7:32 pm

    Fatta, davvero molto buona. Complimenti!

  5. Commento di Misya — 30 novembre 2015 @ 12:22 pm

    @Serena Puoi provare con la ricotta romana, tenendola per qualche ora a scolare su un colino a maglie strette (magari dopo averla avvolta in un panno di lino pulito)

  6. Commento di Serena — 28 novembre 2015 @ 10:53 pm

    Ciao, volevo provare a fare la cassata ma non riesco a trovare la ricotta di pecora. Come posso fare. Posso usare qualche altro formaggio? Ciao e grazie

  7. Commento di Misya — 4 novembre 2015 @ 12:29 pm

    @marisa Forse sì… perché le stesse proporzioni le ho già usate, trovandomi bene: http://www.misya.info/2012/12/15/biscotti-alla-cannella.htm

  8. Commento di marisa — 3 novembre 2015 @ 7:46 pm

    sì ce l’ho messa :( Poichè non c’è un errore di stampa deve essere lo zucchero a velo che non è andato. Era una sottomarca, forse all’interno aveva troppo amido (non so se sto dicendo una cosa sbagliata, ma so che nello zucchero a velo ce ne è sempre). perchè ha assorbito subito tutti i liquidi e non si scioglieva

  9. Commento di Misya — 3 novembre 2015 @ 6:43 pm

    @marisa Scusa, ho frainteso io 😛
    Ma la vaniglia ce l’hai messa??

  10. Commento di marisa — 3 novembre 2015 @ 2:53 pm

    Misya, infatti non dicevo questo. Non avrebbe senso dare ricette sbagliate consapevolmente, ho solo pensato che potesse esserci un errore di stampa. Sì l’ho messo sul fuoco ma non si sciglieva, era veramente solido

10
di 42 commenti visualizzati Mostra altri commenti »