Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Bottarga

Bottarga

Bottarga

La bottarga: cos’ è

Per bottarga si intende l’ovario del pesce, in particolare di muggine o di tonno, che vengono lavate, salate ed essiccate. Esse vengono preparate principalmente nel  Sud Italia e nelle isole.

La bottarga: storia e preparazione
L’ utilizzo  della bottarga pare appartenesse già alla tradizione fenicia  ed araba, da dove deriva anche anche il nome. La bottarga si prepara a partire dalla  sacca ovarica  del pesce femmina, la quale viene lavata con delicatezza e poi sottoposta a salatura, pressatura e stagionatura. In Italia la bottarga che troviamo in commercio è generalmente di due tipi:

  • Bottarga di muggine

Dal colore ambrato e dal sapore intenso ed prodotta e in Sardegna  e in Toscana nelle zone di Orbetello e della maremma Grossetana.

  • Bottarga di Tonno

Il suo colore va dal rosa chiaro a marrone  e il sapore è più deciso. Essa si produce principalmente in Sicilia ed in Calabria.

La bottarga: come  si presenta

La bottarga di tonno ha un colore dalle  sfumature del  rosa, mentre quella di muggine hanno un colore ambrato. In genere le pezzature di bottarga  di  tonno sono superiori a  quelle  di muggine, infatti, anche per questa ragione, le ultime  sono più care e  considerate pregiate rispetto alle prime. Vi sono anche altre varianti di bottarga, come il caviale del Mediterraneo, la catalanofona e le huevas de maruca.

La bottarga: valori nutrizionali

La bottarga è un prodotto ricco di Omega 3, che ci aiutano a ridurre il rischio di infarto ed i problemi cardiovascolare, oltretutto rinforzano il sistema neurologico. La bottarga contiene anche lo squalene utile  per nutrire la pelle, ridurre le infiammazioni e il possibile attacco di virus. Inoltre si tratta di un prodotto poco calorico, infatti apporta circa 127 calorie ogni 100 gr di prodotto, anche  se in genere se ne consumano piccole quantità.

La bottarga in cucina

La bottarga, soprattutto in Sicilia  e Sardegna, si mangia come antipasto o per condirci la pasta, anche le  pizze  spesso in Sardegna vengono spolverate con la bottarga. Nelle feste  si utilizza anche per preparare golose tartine, spalmate  di bottarga e  ricotta frullate assieme o con l’ aggiunta  di fettine sottili  di bottarga poggiate sui crostini, poi si  condisce con un filo d’ olio ed a volte vi si aggiunge del sedano, zafferano o carciofi.

Come conservare la bottarga

La bottarga si  conserva a  lungo avvolta in fogli di alluminio in frigorifero, meglio ancora se la mettiamo sottolio, affinchè il sapore non si disperda, inoltre al momento dell’ utilizzo, potremo filtrarla, ma riutilizzare comunque anche l’ olio.

 


Leggi tutte le ricette con bottarga

Ricette con bottarga

Ultime ricette con l'ingrediente bottarga