Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la guida Come cucinare il radicchio

Come cucinare il radicchio

Con le sue tante proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, il radicchio è una delle verdure più apprezzate in Italia ed all’estero. Viene utilizzato generalmente come piatto d’accompagnamento ma non mancano di certo le numerose ricette in cui è protagonista assoluto. E’ efficacissimo nel contrastare l’invecchiamento cellulare e ciò è stato dimostrato anche attraverso numerosi studi in cui lo si vede trionfare tra tutti gli ingredienti che hanno le sue stesse caratteristiche. Aiuta a migliorare i reumatismi, l’artrite e lo stato di salute della cute, ma soprattutto è in grado di prevenire diversi tipi di tumori intestinali. Le sue tipiche foglie rosse donano colore a numerose ricette mentre il suo sapore un po’ piccante e dal retrogusto amarognolo le personalizza.

Come sceglierlo

Le varietà di radicchio coltivate sono numerose ma tra le più diffuse ed apprezzate ecco quali troviamo:

Radicchio di Chioggia IGP, con il suo tipico cespo di colore rosso (non intenso) e le venature centrali particolarmente marcate.

Radicchio Variegato di Castelfranco IGP, con il suo tipico cespo tondo aperto e con le foglie rosse variegate di color crema. E’ sicuramente il radicchio dal sapore più delicato tra le altre varietà.

Radicchio Rosso di Verona IGP precoce, con il suo tipico cespo ovale ed allungato ma dalle piccole dimensioni.

Radicchio Rosso di Verona IGP tardivo, con il cespo nettamente più grosso di quello precoce. Il suo periodo di raccolta ideale è quello dei mesi freddi.

Radicchio Rosso di Treviso IGP precoce, con il suo tipico cespo di colore rosso intenso e delle venature centrali molto evidenti. Le sue foglie sono racchiuse, la sua forma è allungata e particolarmente voluminosa.

Radicchio Rosso di Treviso IGP tardivo, considerato in assoluto il vero radicchio. Il suo colore è di un rosso intenso e le sue foglie hanno una costola dorsale particolarmente marcata. La sua tipica arricciatura è dovuta da un’attenta e meticolosa lavorazione manuale.

Come pulirlo e tagliarlo

Pulire e tagliare il radicchio è un’operazione facilissima e non troppo differente da quella utilizzata per gli altri tipi di verdure.

Per pulire e tagliare il radicchio vi servirà semplicemente un coltello, un tagliere e dell’acqua corrente fredda.

Fase 1. Adagiate il cespo di radicchio sul tagliere ed eliminate, con l’aiuto del coltello, la sua base.

Fase 2. Allargando le singole foglie, provvedete ad eliminare quelle più esterne e danneggiate.

Fase 3. Trasferite sotto acqua corrente le foglie del radicchio e sciacquatele accuratamente per evitare che rimangano attaccati i possibili parassiti.

Fase 4. Lasciare asciugare le foglie prima di utilizzarle.

1-tagliare-radicchio

In base alla preparazione che andrete a realizzare potrete scegliere come tagliare le foglie dell’ortaggio in questione. In linea generale però il radicchio viene tagliato a striscioline per la sua lunghezza.

Come cucinarlo

In molti Paesi, ma soprattutto negli Stati Uniti, il radicchio è particolarmente apprezzato nelle insalate, dove è maggiormente possibile assaporaretutto il gusto amaro delle sue foglie. In cucina il radicchio è una verdura particolarmente versatile che si presta a numerose preparazioni di risotti, di primi piatti con la pasta, vellutate, crespelle, pizze e torte salate. Non manca ovviamente nei contorni e nelle preparazioni che prevedono la sua cottura al forno, in padella o anche alla griglia.

Vediamo assieme le due principali preparazioni del radicchio:

Radicchio al Forno

La preparazione del radicchio al forno è davvero molto semplice e veloce. Dopo averlo pulito e tagliato, basterà unicamente trasferire le sue foglie in una leccarda rivestita di carta forno ed irrorarlo di olio extravergine di oliva prima di cuocerlo per circa 15 minuti a 180 °C. Per impreziosire la ricetta potrete aggiungere pinoli e parmigiano sulle foglie prima di procedere con la cottura, ad ogni modo non dimenticate sale e pepe.

Radicchio in Padella

Iniziate a pulire il radicchio e tagliatelo in strette striscioline. Fate soffriggere della cipolla affettata in modo sottile ed aggiungete successivamente il radicchio. Facendo cuocere a media fiamma per circa 5 minuti, salate e servite con l’aggiunta di pepe nero al momento in cui lo porterete in tavola. Questa preparazione in padella del radicchio, oltre ad essere utilizzata come contorno, potrà essere impiegata nella farcitura di una torta salata o come condimento di un primo piatto.

Come conservarlo

Il radicchio, una volta acquistato e portato a casa, può essere mantenuto in frigorifero anche per una settimana. Sarà necessario però introdurlo in un sacchetto per alimenti aperto e riporlo nella parte inferiore del frigo.

ricette con radicchio

scopri cosa preparare con il radicchio

guide correlate

qualche utile consiglio sul radicchio
Come condire l’ insalata

Come condire l’ insalata

L’ insalata è un piatto salutare, gustoso e poco calorico, che ci aiuta a tenerci leggeri soprattutto nella stagione primaverile [...]
Come impiattare

Come impiattare

Dopo aver preparato una deliziosa ricetta per la quale ci siamo impegnati tanto, magari in occasione di una cenetta a [...]

scheda ingrediente

leggi informazioni interessanti sul radicchio
Radicchio

Radicchio

Cos’è: Il radicchio, Chicorium intybus, è una specie vegetale appartenente alla famiglia delle composite ovvero il gruppo a cui sono [...]