Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la guida Come cuocere gli spiedini

Come cuocere gli spiedini

Gli spiedini sono quella preparazione sfiziosa che non manca mai durante una festa in giardino o una gustosa grigliata.

I più classici sono gli spiedini di carne, irresistibili però sono anche quelli di pesce e verdure. Per prepararli bisogna innanzitutto avere a disposizione degli spiedini, dei bastoncini, che possono essere usa e getta (solitamente sono in legno di bambù o di pioppo) oppure riutilizzabili (in acciaio). A questo punto si potranno tagliare a tocchetti tutti gli ingredienti ed infilzarli, nei piccoli spiedi, alternandoli con verdure e spezie prima di procedere alla loro cottura.

Si perché gli spiedini, per chi non lo sapesse, vanno cotti direttamente con il loro bastoncino, proprio come si faceva in epoca primitiva per cuocere il cibo senza scottarsi. Oggi però è un po’ diverso, gli spiedini possono essere cotti in diversi modi, purché siano preparati con ingredienti che non bruciano troppo rapidamente.

Come cuocere gli spiedini

Al forno, alla griglia o in padella, gli spiedini si prestano a varie cotture, tutte con ottimi risultati.

 

Spiedini al Forno

Gli spiedini al forno sono maggiormente preferiti da coloro che cercano una cottura light ed uniforme. Con questo metodo è possibile cuocere ogni tipo d’ingrediente, l’importante è irrorarli con un’emulsione per non far seccare troppo la preparazione.

In questo modo è possibile preparare, ad esempio, gli spiedini di funghi e coniglio:

Fase 1. Pulite e tagliate a  metà i funghi champignon.

Fase 2. Dopo aver sistemato i bocconcini di coniglio, infilzateli nel piccolo spiedo alternandoli ai funghi.

Fase 3. Metteteli in una leccarda rivestita di carta forno ed irrorateli con un’emulsione di olio, rosmarino, erba cipollina e sale.

Fase 4. Fate cuocere a 180 °C per 20 minuti.

 

Spiedini in Padella

La cottura degli spiedini in padella è ovviamente semplicissima ma necessita di alcuni accorgimenti per ottenere dei risultati perfetti.

Fase 1. Mettete un filino d’olio sul fondo della padella oppure utilizzatene una antiaderente.

Fase 2. Trasferite gli spiedini in padella e fateli cuocere a fiamma moderata con un coperchio.

Fase 3. Rigirateli di tanto in tanto per fargli cuocere al meglio da entrambi i lati.

Fase 4. Salate a fine cottura.  

Quando gli spiedini saranno in padella potrete decidere anche se sfumarli con del vino.

 

Spiedini alla Griglia

La cottura degli spiedini alla griglia è sicuramente il metodo più conosciuto ed impiegato. Tutti i tipi di preparazioni alla griglia necessitano però di essere marinate prima di poter passare alla fase di cottura, un modo utile per insaporire ulteriormente gli ingredienti e per farli restare più sugosi.

Fase 1. Preparate la marinatura con olio extravergine d’oliva, succo di limone, sale, pepe ed erbe aromatiche.

Fase 2. Immergete gli ingredienti e fateli riposare per 10 minuti.

Fase 3. Sollevateli ed asciugateli con della carta da cucina e preparate gli spiedini.

Fase 4. Trasferite gli spiedini sulla griglia e cuoceteli da entrambi i lati.

Una volta preparati i vostri spiedini potete scegliere se aggiungergli ulteriori salse e servirli per un aperitivo, antipasto o secondo piatto.

Spiedini di scamorza e pancetta

Come conservare gli spiedini

I tempi di conservazione degli spiedini variano in base agli ingredienti con i quali sono stati preparati. Ad ogni modo è sempre preferibile consumare al momento gli spiedini appena cotti, in alternativa potrete riporli all’interno di un contenitore per alimenti in frigorifero per 1 giorno. Nel caso si tratti di spiedini crudi invece, potrete chiuderli in sacchetti alimentarli e congelarli in freezer per alcuni mesi.

Salva

Salva

ricette con spiedini

scopri come preparare gli spiedini