Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la guida Come fare i fichi secchi

Come fare i fichi secchi

Il Ficus carica, meglio conosciuto semplicemente come Fico, è un albero originario dell’Asia occidentale che viene coltivato per il suo omonimo frutto.

A dire il vero quello che noi consumiamo come frutto non è altro che un infruttescenza cava, variabile nel suo colore dal verde, rosso fino al violaceo-bluastro, con all’interno racchiusi dei piccolissimi fiori. Seppur l’albero di fico si adatti con molta facilità a zone e climi, predilige comunque dei terreni sabbiosi ed argillosi e non ama il clima al di sotto dei 10 °C (temperatura che rischia di far morire la pianta). La sua coltivazione  maggiormente la si trova in Grecia, Turchia, Portogallo, Spagna e Stati Uniti, mentre in Italia spicca quella in Sicilia, Puglia, Calabria e Campania. Proprio in quest’ultima regione c’è la nota produzione di Fichi Bianchi del Cilento che hanno la Denominazione di Origine Protetta (DOP), mentre in Toscana, in provincia di Prato per l’esattezza, sono famosi i Fichi Secchi di Carmignano.

Come fare i fichi secchi

A seconda della loro varietà, i fichi freschi possono essere raccolti a partire dal mese di giugno (quelli precoci) fino a quello di ottobre, quando le giornate sono più fresche ma pur sempre ricche di sole. Trattandosi comunque di piante infestanti la produzione di questi frutti è sempre massiccia ed è possibile quindi destinarne una parte anche all’essicazione.

Durante tutto il periodo del raccolto è possibile fare i fichi secchi in maniera naturale ma appena l’aria risulterà essere più umida sarà necessario effettuare quest’operazione in forno o in un essiccatore.

Importante: per fare dei buoni fichi secchi è innanzitutto necessario selezionare i frutti con la giusta maturazione. Scegliete quindi dei fichi che non risultino troppo duri ma neppure troppo morbidi.

Vediamo quindi dettagliatamente come si fanno i fichi secchi:

Che scegliate il metodo naturale, quello in forno o nell’essiccatore, ricordatevi di pulire i fichi lavandoli delicatamente ed asciugandoli con un panno morbido.

 

Fichi Secchi al Naturale

Per fare i fichi secchi al naturale vi servirà un coltello, una griglia spaziosa (o in alternativa un vassoio rivestito di carta forno), una larga garza.

Fase 1. Tagliate i fichi a metà nel senso della lunghezza, lasciandoli uniti tra loro.

Fase 2. Posizionateli sulla griglia con l’apertura rivolta verso l’alto.

Fase 3. Ricopriteli con una grande garza per tenere lontani gli insetti.

Fase 4. Esponeteli al sole tutto il giorno per 3 giorni, ricordandovi di rigirarli ogni 4 ore.

I fichi saranno pronti quando appariranno rugosi nella buccia e non uscirà alcun liquido sotto la pressione di un dito.

Consiglio: durante la notte è preferibile spostarli al coperto per non fargli assorbire l’umidità.

 

Fichi Secchi al Forno

Per fare i fichi secchi al forno vi servirà una leccarda, della carta forno, un coltello.

Fase 1. Foderate con la carta forno la leccarda.

Fase 2. Dividete i fichi a metà, lasciandoli uniti tra loro.

Fase 3. Posizionateli ora sulla leccarda con l’apertura verso l’alto.

Fase 4. Accendete il forno alla temperatura più bassa, lasciate lo sportello semi-aperto (in questo modo si farà uscire l’umidità) e lasciate cuocere per circa 3 ore.

Consiglio: i tempi sono ovviamente indicativi, non perdete di vista i vostri fichi se non volete rischiare di bruciarli.

 

Fichi Secchi in Essiccatore

Gli essiccatori sono dei piccoli elettrodomestici con il quale potrete seccare anche altri tipi di frutta, funghi ed ortaggi. Il loro costo parte da circa 30 euro, ovviamente per i modelli dalle dimensioni più ridotte e con una potenza non troppo elevata, ed è possibile acquistarli facilmente nei negozi specializzati oppure on-line.

Modalità di preparazione e tempi ovviamente variano in base al tipo di essiccatore. Nella maggior parte dei casi, ad esempio, i fichi dovranno essere unicamente tagliami a metà e non messi interi per mancanza di spazio dei vari ripiani. I tempi restano abbastanza lunghi per tutti comunque anche se gli essiccatori di ultima generazione hanno per fortuna un consumo energetico molto basso. Ad ogni modo per sapere come essiccare i fichi in questo modo vi basterà seguire semplicemente le istruzioni riportate nel libretto.

 

Una volta fatti i vostri fichi secchi potete scegliere se consumarli così come sono oppure farcirli con mandorle, gherigli di noci o un po’ di cioccolato. Ad ogni modo è preferibile sempre evitare di abusarne, 100 grammi di fichi secche apportano 280 calorie.

Come conservare i fichi secchi

Conservati correttamente i fichi secchi si possono mantenere per almeno 12 mesi.

Se non sapete come conservare i fichi vi basterà sapere che il modo migliore è sicuramente quello di riporli in un contenitore con chiusura ermetica e di lasciarli in un luogo fresco. In alternativa possono essere richiusi in sacchetti alimentari ed essere messi in frigorifero o nel freezer.

ricette con fichi secchi

scopri cosa preparare con i fichi secchi
Zelten

Zelten

Oggi vi do la ricetta dello zelten, il dolce del Natale tipico del Trentino Alto Adige, il cui nome deriva [...]
Ciambella alla frutta secca

Ciambella alla frutta secca

Questa mattina vi do la ricetta della ciambella alla frutta secca che prepara mia mamma. È una ricetta autunnale che [...]

scheda ingrediente

leggi informazioni interessanti sui fichi
Fichi

Fichi

Storia dei fichi Tra gli alberi più antichi e apprezzati al mondo, l’origine del fico è riscontrata già nei primi [...]