Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Lievito di birra

Lievito di birra

Lievito di birra

Il lievito di birra: cos’ è

Il lievito di birra è composto da “Saccharomices cerevisiae”, funghi monocellulari che si moltiplicano rapidamente e da fermentazione. Al suo interno si contano tantissime proteine, minerali e aminoacidi essenziali. E’ considerata la fonte più completa di vitamine del gruppo B. Solitamente è usato disidratato o fresco.Si tratta di un agente lievitante che serve a far “crescere, ovvero aumentare di volume, impasti sia salati che dolci, i quali risultano particolarmente soffici ed alveolati. Esso può essere venduto fresco, in panetti, o secco, disidratato in bustine.

Il lievito di birra: valori nutrizionali e proprietà

Il lievito  di birra è ricco di proteine ed  amminoacidi essenziali, positivi per il nostro organismo. Degno di nota è il contenuto di sali minerali del lievito di birra (ferro, selenio, cromo, calcio, potassio e fosforo), esso contiene anche vitamine del gruppo b. Grazie  a  queste sue caratteristiche nutrizionali, molto spesso il lievito di birra viene anche utilizzato come  integratore, in quanto esso rinforza il sistema nervoso e riduce lo stress, aiuta il sistema cardio-vascolare, rinforza unghie e capelli, aiuta le funzioni intestinali, depura il fegato e la pelle, perfetto quindi anche contro l’ acne.  I vegetariani in genere, o chi soffre di anemia, assume  lievito di birra come antianemico, esso previene anche  il diabete grazie alla presenza del cromo, previene inoltre i tumori, L’ osteoporosi e favorisce la produzione di latte, indicatissimo quindi per le neo-mamme. D’ altro canto invece, il lievito di birra è da sconsigliare in caso di problemi renali e gotta, ma  anche  se si soffre di intolleranze alimentari  e spesso di candida.

Il lievito di birra in cucina

In cucina, il lievito di birra è un ingrediente essenziale per gli impasti che devono crescere. Ricette con lievito di birra sono, infatti, pizze, dolci, focacce e frittelle. Nella maggior parte dei casi si utilizza il lievito fresco che è molto più reperibile rispetto a quello disidratato. Talvolta lo possiamo trovare con macchie di muffe ma questo non significa che non si possa usare. Se il dado si sbriciola significa che è ancora buono da usare. Basta semplicemente eliminare le parti più scure. Per conservarlo è possibile anche riporlo nel congelatore.

 

Piccola curiosità: il lievito di birra, oltre ad essere funzionale nelle ricette di cucina, finge anche da depuratore del nostro organismo, Pelle grassa e fegato sono i principali beneficiari della sua azione disintossicante. Molte volte, infatti, è consigliato dai dermatologi per curare l’odiosa acne. Altra utilità è l’azione tonificante su unghie e capelli. Alcuni studi, in effetti, affermano che consumando lievito di birra, il cuoio capelluto e le unghie risultano essere più forti. Punto negativo è l’eventuale intolleranza che alcuni posso riscontrare. Possono registrarsi, infatti, fenomeni come gonfiore addominale o sfoghi cutanei che scompaiono quando si elimina il lievito dalla propria dieta.


Leggi tutte le ricette con lievito di birra

RICETTE IN RILIEVO

LE MIGLIORI RICETTE DA PREPARARE CON il lievito di birra

GUIDE CORRELATE

QUALCHE UTILE CONSIGLIO PER il lievito di birra
Come sostituire il lievito

Come sostituire il lievito

Come sostituire il lievito A causa di intolleranze o in mancanza di un ingrediente o per una scelta di un [...]

Ricette con lievito di birra

Ultime ricette con l'ingrediente lievito di birra