Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo l'ingrediente Farro

Farro

Farro

Cos’è il farro:
Il farro è una specie botanica della famiglia delle Poaceae, del genere Triticum ed il suo nome deriva dalla parola “farina”.
E’ il più antico frumento coltivato ed il suo utilizzo veniva già fatto nel neolitico per scopo alimentare. Ritrovato anche in tombe egizie, il farro faceva parte della dieta dei soldati romani ma anche come parte di salario, insieme al sale, dei centurioni.
Molto resistente al freddo ed ai terreni poveri, la coltivazione del farro è stata pian piano ridotta nei secoli e sostituita con quella del comune grano tenero e del grano duro vista la loro più alta resa. Anche se in apparenza sembrerebbe uguale al grano, il suo guscio è invece più duro per poter proteggere le varie sostanze nutritive dall’attacco di moscerini ed insetti vari.

Come utilizzarlo in cucina:
Il farro è un alimento che grazie alla sua versatilità si presta molto bene sia nelle ricette dolci che in quelle salate. E’ diffuso e sfruttato nella dieta mediterranea e sempre più usato in quella vegetariana e vegana. Può essere utilizzato in molti modi, principalmente a seconda della qualità da cucinare, accostandolo alle varie pietanze oppure consumandolo singolarmente proprio come il riso. Insalate o piatti unici, il farro trova il suo abbinamento migliore in minestroni e zuppe dove esalta il sapore di tuberi e legumi come patate, lenticchie, ceci e fagioli.
Ottime ricette si ottengono anche con la sua farina, dal sapore molto simile a quella di frumento ma leggermente più aromatica e digeribile. E’ con questa che si possono preparare ottime torte, pizze, focacce, snack, pane fatto in casa e tantissimi altre ricette al forno.
Tra le varie preparazioni con questo frumento non possiamo non citare anche la birra di farro, perfetta per accompagnare piatti di pesce affumicato.
Ma attenzione, il farro contiene glutine ed è quindi sconsigliato ai celiaci.

Varietà di farro:
Esistono diverse tipologie di farro ma qelle che possiamo trovare in commercio sono:
-integrale, con chicchi lunghi di colore marrone scuro che risultano asciutti.
-semiperlato, leggermente graffiato ma più morbido e chiaro di quello integrale.
-perlato, privo di buccia e più veloce da preparare anche se meno nutriente.
-decorticato, con la glumetta e di colore chiaro, anch’esso veloce da preparare.

Benefici:
Chi non tollera il grano spesso lo sostituisce al farro grazie alla sua elevata digeribilità, come abbiamo già detto. Ricco di potassio, ferro, calcio, rame, sodio e fosforo, le vitamine contenute nel farro sono la A, B1, B2, B3, B5, B6, E, K. Non mancano gli aminoacidi ma il suo punto di forza sono sicuramente le tante proteine che lo compongono.
Il farro protegge il sistema cardiovascolare prevenendo il rischio d’infarto e di ostruzione delle arterie. E’ un ottimo antiossidante e rinforzante per vista, denti e tutto l’apparato scheletrico. Aiuta a combattere l’espansione delle cellule tumorali ed è un buon regolarizzatore di pressione, colesterolo alto e glicemia. Grazie alle sue proprietà depurative e dietetiche il farro, povero di grassi e di calorie, aumenta il senso di sazietà aiutandoci a restare in linea. Con le sue sole 340 calorie per 100 grammi può sicuramente vantare di essere tra i cereali meno calorici.

Piccola curiosità:
I romani apprezzavano il farro anche come piatto di buon augurio. Veniva infatti offerto in dono agli sposi come simbolo di abbondanza e fertilità.


Leggi tutte le ricette con farro

RICETTE IN RILIEVO

LE MIGLIORI RICETTE DA PREPARARE CON il farro

GUIDE CORRELATE

QUALCHE UTILE CONSIGLIO PER PREPARARE il farro
Come cucinare il farro

Come cucinare il farro

Il farro è un tipo di frumento che appartiene alla famiglia delle Poaceae, molto utilizzato in cucina soprattutto al Nord [...]

Ricette con farro

Ultime ricette con l'ingrediente farro