Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la guida Come fare il pinzimonio

Come fare il pinzimonio

Pinzimonio: cos’è
Per pinzimonio si intende un condimento servito per accompagnare delle verdure crude, generalmente preparato con olio d’oliva, sale e pepe, servito in una ciotolina in cui vanno intinti gli ortaggi.
Il pinzimonio è conosciuto anche come “cazzimperio”, termine dialettale romanesco che deriverebbe dall’italiano arcaico “cazza”, che significa “mestolo”, utensile tipico degli alchimisti.

Si tratta di un contorno o antipasto molto leggero e disintossicante, perfetto per il periodo estivo, quando magari non ci si vuole appesantire con piatti troppo elaborati, ma non si vuole rinunciare a un gustoso antipasto.

Nonostante sia usato soprattutto in estate, in realtà il pinzimonio può essere preparato durante tutto l’anno, per purificare l’organismo, fare un po’ di dieta o semplicemente mantenersi più leggeri con un piatto salutare e detox.

 

Pinzimonio: come si fa
Per preparare il pinzimonio si usano verdure molto fresche e tenere. Sarebbe importante sceglierle seguendo i cicli stagionali.
In genere si utilizzano carote, cuori di carciofi, cetrioli, pomodori, sedano, peperoni, ravanelli, finocchi… Ma il top sarebbe di usarne diverse, per portare in tavola un trionfo di colori, perché, come si dice, anche l’occhio vuole la sua parte!

Le verdure, ovviamente, vanno lavate e pulite con cura, ad esempio con acqua e bicarbonato di sodio, e poi spuntate e mondate. Dopo di che vanno tagliate a bastoncini o a pezzetti.

Una volta preparate le verdure, possiamo dividerle in bicchierini monoporzione, o sistemarle in un piatto da portata da mettere al centro della tavola. In questo caso, potremo disporre un paio di ciotoline con il condimento al centro o ai lati del piatto, così che i vostri ospiti possano intingere comodamente le verdure.

Il condimento, invece, si prepara solitamente con olio, sale, pepe e succo di limone o aceto. Gli ingredienti vanno miscelati sbattendoli con una forchetta, in modo da formare un’emulsione.

Crudite di verdure con salsa allo yogurt 2

Pinzimonio: ricette alternative
Per il pinzimonio classico, come ho detto, si usa una semplice emulsione a base di olio, di quelle che si potrebbero usare anche per condire l’insalata.
Se però vi piace variare e volete provarne nuove versioni, potete provare ad arricchila con delle spezie, o renderla piccante con del peperoncino.

In alternativa, ci sono alcune salse che possono essere usate per accompagnare ortaggi e verdure. Ad esempio, salsa allo yogurt, tzatziki, salsa verde o anche maionese.

Per una versione ancora più particolare, potete provare la salsa alle carote o quella alle barbabietole. Se invece apprezzate il sapore agrodolce, potreste addirittura preparare un delizioso pinzimonio emulsionando insieme della salsa di soia con del miele (rapporto 8:1). Otterrete così un pinzimonio particolarmente adatto non solo ad accompagnare le verdure e gli ortaggi, ma anche una tagliata di frutta fresca.

 

Salva

Salva

Salva