Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la ricetta Polpo alla gallega

Polpo alla gallega

5/5 VOTA
Polpo alla gallega
Polpo alla gallega
  • preparazione: 20 min
  • cottura: 1 ora e 30 min
  • totale: 1 ora e 50 min
Dosi per
  • 4 persone

Il polpo alla gallega (gallega si legge gagliega) è un conosciutissimo piatto spagnolo. Si tratta di un secondo piatto a base di polpo e patate ma può essere considerato anche un ricco antipasto, infatti spesso viene servito come tapas. I tempi di preparazione del polpo alla galiziana non sono rapidissimi ma, una volta cotto il polpo e le patate, basterà solo assemblare la ricetta ed il piatto è pronto. La particolarità di questa ricetta sta innanzitutto nella cottura delle patate, che avverrà nell'acqua del polpo, ma anche del suo condimento, fatto con olio, prezzemolo, sale e paprica dolce.
L'anno scorso quando ero in vacanza alle Canarie in pratica era un piatto fisso nei menu di tutti i ristoranti ed era anche il mio piatto preferito ;)

Procedimento

Come fare il polpo alla gallega

Iniziate a pulire il polpo, se non sapete come fare cliccate qui per la guida.
In una pentola colma d'acqua mettete il sale, il sedano, la carota e la mezza cipolla.
Immergete il polpo e cuocetelo per 1 ora dal momento dell'ebollizione,controllate la cottura infilzandolo con una forchetta, dovrà risultare ben tenero.
1 cuocere polpo

Sollevate il polpo dalla pentola, conservando l'acqua di cottura, e lasciatelo raffreddare.
Nella stessa acqua cuocete le patate (io le ho cotte intere e con la buccia per paura cher prendessero troppa acqua, ma in realtà andrebbero cotte già sbucciate ed a rondelle), sbucciatele e tagliatele a fette.
2 bollire patate

Quando il polpo si sarà raffreddato tagliatelo a tocchetti.
3 tagliare polpo

Disponete ora le patate sul piatto da portata, aggiungete il polpo, il prezzemolo spezzettato, un filo d'olio e la paprica.
4 aggiungere paprika

Il vostro polpo alla gallega è pronto per essere portato in tavola.
Polpo-alla-gallegaPolpo alla gallega

TAGS: Ricette di Polpo alla gallega | Ricetta Polpo alla gallega | Polpo alla gallega 
Lascia un commento
Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.
Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Polpo alla gallega
  1. Commento di Misya — 11 luglio 2017 @ 9:11 am

    @IsaQ Non ho mai provato con la pentola a pressione, ma la prossima volta lo farò come dici tu!

  2. Commento di Marisa — 9 luglio 2017 @ 5:47 pm

    Ciao Misya. ..buono mangiato l’anno scorso in Spagna. …Da fare ciaooooooo ti abbraccio e bacini a Elisa ciaooooooo saluto tutte le cuochine Ciao ciaoooooooo

  3. Commento di stefania — 7 luglio 2017 @ 5:13 pm

    @IsaQ grazie… :) proverò sicuramente!!!

  4. Commento di IsaQ — 7 luglio 2017 @ 11:54 am

    @stefania, in realtà Stefania conosco persone che non mettono nemmeno un goccio d’acqua perchè il polpo ne rilascia già da sè. Ma io – benchè abbia nella mia pentola a pressione una fiducia ed un aiuto smisurati – non oso fino a questo punto. Quindi un bel bicchierone di acqua lo metto sempre.Quando mi serve per fare gli spaghetti, magari abbondo un pò di + perchè così l’acqua (che cmq dovrò rabboccare prima di calare gli spaghetti) prende bene il sapore del polpo.

  5. Commento di stefania — 7 luglio 2017 @ 11:49 am

    divino!!! splendido e invitante…..
    @IsaQ… sai che è una bella idea la tua ricetta!! la proverò, ma vorrei capire una cosa…metti solo 1 bicchiere d’acqua per un polpo da 1 kg? buona giornata

  6. Commento di IsaQ — 7 luglio 2017 @ 11:32 am

    Dal colore del polpo pensavo ci fosse della salsa di pomodoro.leggendo ho capito che era la paprika a donargli il colore rossastro. Senti, confesso che da cinque anni ormai, il polpo lo cuocio solo in pentola a pressione.Da quando un’amica campana mi ha insegnato a cuocerlo così non ho + usato la pentola tradizionale.a tuo parere cambierà tanto il risultato?Quindici minuti dal fischio con un bicchiere d’acqua al suo interno ed un polipo da un chiletto è bello che pronto.L’acqua solitamente la uso per cuocerci dentro gli spaghetti, e poi una volta scolati condisco con rondelle di polipo e datterini saltati in padella. Questa ricetta è una bella alternativa.

10
di 6 commenti visualizzati Mostra altri commenti »