Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la ricetta Puntarelle alla romana

Puntarelle alla romana

5/5 VOTA
Puntarelle alla romana
Puntarelle alla romana
  • preparazione: 15 min
  • cottura:
  • totale: 15 min + 1ora in ammollo
Dosi per
  • 4 persone

Quello delle puntarelle alla romana è un piatto davvero interessante. Si tratta di un'insalata tipica della tradizione laziale che si prepara con i germogli interni della pianta (chiamata molto spesso anche insalata catalogna).
Il piatto viene poi condito con una sorta di pesto di acciuga preparato con l'aggiunta di aglio, pepe, olio ed aceto. Se, come me, siete alla prima esperienza con questo tipo di verdura e non sapete come cucinare le puntarelle questa è sicuramente una delle primissime ricette che dovreste provare.
E con le puntarelle restanti? Non preoccupatevi, tra qualche minuto vi do la ricetta per utilizzare anche le foglie più verdi ;)

Procedimento

Come fare le puntarelle alla romana

Dividete il cespo di puntarelle e prendetene il cuore, quello con i germogli.
1 pulire puntarelle

Dividete ora i germogli in tante striscioline e mettetele in acqua fredda per almeno un'ora.
2 tagliare puntarelle

Preparate in una ciotolina aglio, olio, aceto e acciughe tagliuzzate.
Mescolate delicatamente per emulsionare.
3 tritare acciuga

Scolate quindi le puntarelle e mettetele nel piatto di portata per condirle con l'emulsione preparata.
4 aggiungere acciuga

La vostra insalata di puntarelle alla romana è pronta per essere gustata.
insalata di puntarelle

TAGS: Ricette di Puntarelle alla romana | Ricetta Puntarelle alla romana | Puntarelle alla romana 
Lascia un commento
Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.
Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Puntarelle alla romana
  1. Commento di Misya — 26 settembre 2017 @ 5:28 pm

    @Alessia Grazie mille, la prossim voltà seguirò il tuo consiglio!

  2. Commento di Alessia — 26 settembre 2017 @ 5:08 pm

    Ciao Misya!
    Intanto grazie per le mille e più ricette che posti, ne ho provate tante sono sempre super!
    Su questa, da romana, permettimi solo di dirti che le puntarelle si devono “arricciare”, per questo si mettono nell’acqua fresca, mentre quelle postate in foto sono dritte dritte :-)
    Se ti può tornare utile ci sono vari tutorial online su come “capare” le puntarelle, ma le vendono anche già pulite! In ogni caso esiste un attrezzino per pulirle che facilita di molto il compito!
    Un abbraccio e grazie mille!
    Ale

  3. Commento di marty — 31 marzo 2017 @ 3:06 pm

    @Ilaria​ GRAZIE PER LA DRITTA…il piatto di per sè è invitante e fresco, da provare assolutamente. Seguirò il procedimento indicato
    @Grazie misya buona giornata

  4. Commento di Marisa — 29 marzo 2017 @ 5:39 pm

    ciaoooooooooo Misya ..buone..noi li mangiavamo lessi e poi scolati e con sale e filo olio….da proavere cosi….mi piacciono ..ti abbraccio e bacini a ELISA …ciaoooooooooo saluto tutte le cuochine ciaoooooooooooooooo X Ilaria ..grazie per la dritta…arricciati..ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

  5. Commento di Ilaria​ — 29 marzo 2017 @ 11:42 am

    Bisogna tagliarle fine fine…metterle in acqua ghiacciata per un po e poi passarle su un canovaccio bagnato e strizzato. Chiudere il panno stretto stretto come una palla e metterlo in frigo. Le puntarelle si arriccerano per bene. Passo successino e il battuto in un mortaio degli ingredienti da voi elencati. Tanto olio e aceto a piacere! 👍

10
di 5 commenti visualizzati Mostra altri commenti »