Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la ricetta Crema catalana

Crema catalana

Crema catalana
Crema catalana
  • preparazione: 25 min
  • cottura: 5 min
  • totale: 30 min + 4 ore in frigo
Ingredienti per 4 persone:

La crema catalana è un dolce al cucchiaio spagnolo conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo per la sua bontà. Tipica della tradizione della Catalogna, la ritroviamo in tutta la Spagna.
Si tratta di una delicata crema aromatizzata da limone e cannella, ricoperta da una crosticina croccante di zucchero. Si ritiene che la crema catalana derivi dalla crema inglese o che sia una variante della creme brulèe francese ma ovviamente gli spagnoli affermano che sia il loro dessert ad essere stato inventato per primo ;) La differenza fondamentale tra la crema catalana e la brulèe consiste nel fatto che la prima viene cotta sul fuoco mentre, invece, la seconda a bagnomaria.

Procedimento

Come fare la crema catalana

La sua preparazione è molto semplice, l'importante è munirsi di una fiammella a gas per creare la crosticina sulla superficie.
Nella mia vacanza spagnola ho apprezzato questa crema mangiandola nel gelato, nei dolci come farcitura delle torte e da sola. Una sola parola per descriverla... divina!

Ed ora che mi sono procurata il cannello per dolci, eccomi qui con la mia ricetta per prepararla in casa ;) Sul fatto che sia la ricetta originale o meno potremmo disquisire per ore visto che ogni famiglia spagnola ha la sua ricetta, questa arriva dal cuore della Catalogna e per me è ottima, provatela e fatemi sapere ;)

Mettete in un pentolino il latte con una scorza di limone , la vaniglia ed una stecca di cannella e portare ad ebollizione.
1 latte sul fuoco

Lasciate sobbollire il latte aromatizzato per 10 minuti.
2 bollire il latte2 far bollire il latte

In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero e la maizena.

2 tuorli maizena3 sbattere tuorli

Filtrate ora il latte con un colino eliminando gli aromi,aggiungendolo a filo alle uova.
4 aggiungere latte afilo

Mescolate tutto fino a far amalgamare il tutto.
5 latte e uova

Mettete ora il composto ottenuto in un tegame e cuocete per 5 minuti mescolando di continuo.
cuocere sul fuoco

Versate la crema ottenuta in 4 stampini bassi da forno, lasciatela raffreddare e riponetela in frigo per almeno 4 ore.
6 versare in stampini

Al momento di servire in tavola, cospargete la crema catalana con lo zucchero di canna e una spolverata di noce moscata e caramellate tutta la superficie con il cannello per dolci (oppure, mettete le pirofiline in forno sotto il grill caldo per pochi minuti, finché lo zucchero in superficie non si sarà caramellato).
7 aggiungere zucchero e caramellare

Avrete così una crema catalana con la superficie croccante e il cuore morbido :P
crema-catalana

TAGS: Ricette di Crema catalana | Ricetta Crema catalana | Crema catalana 
Lascia un commento
Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.
Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Crema catalana
  1. Commento di Misya — 21 settembre 2016 @ 5:05 pm

    @laura La ricetta originale prevede proprio la maizena, puoi provare ad usare la farina, credo nella stessa quantità… magari non metterla tutta in una volta così ad occhio riesci a regolarti sulla densità del composto.

  2. Commento di laura — 21 settembre 2016 @ 4:40 pm

    ciao misya.
    vorrei sapere posso sostituire la mainzena con la farina? se si in quale proporzione? grazie
    mille

    spero tu possa rispondere presto, vorrei farla stasera …aiutooo!
    ciao

  3. Commento di Misya — 23 febbraio 2016 @ 10:30 am

    @Chiara Ahahah, ottimo!

  4. Commento di Chiara — 23 febbraio 2016 @ 2:23 am

    Commento del marito: “mmazza che bona!”

  5. Commento di Misya — 25 gennaio 2016 @ 10:29 am

    @Paola Brava, brava, brava!!

  6. Commento di Paola — 23 gennaio 2016 @ 6:35 pm

    Provata anche questa delizia! Ottimo!! Ho solo sciolto la maizena in un po’di latte freddo, messo in disparte all’inizio, e aggiunto ai tuorli come da ricetta. Li ho preparati il giorno prima, conservati in frigo senza zucchero in superficie che ho aggiunto e caramellato poco prima di servire. Mille complimenti … che ovviamente io rivolgo a te 😉

  7. Commento di silvia — 26 marzo 2014 @ 3:18 pm

    ciao , amo molto le tue ricette e vorrei farti una domanda . Una volta caramellato lo zucchero posso tenere la crema in frigo x un’oretta o sparisce la crosticina ? Grazie

  8. Commento di Giorgia — 23 agosto 2013 @ 4:38 pm

    La crema è deliziosa (io ho ridotto un po’ la buccia di limone perchè non amo che si senta troppo), davvero squisita.
    Ho fatto vari tentativi per raggiungere la giusta consistenza della crosticina di zucchero, e anche senza l’apposito attrezzo viene bene.
    Consiglio a chi ha avuto problemi di mettere il grill alla massima temperatura, dopo averlo già scaldato, e mettere le pirofiline molto in alto, vicinissime alla resistenza, bastano pochissimi minuti (a me con il mio forno ne bastano 3).
    Inoltre ho usato il trucco di posizionare le pirofiline (io ho usato quelle di alluminio usa e getta)all’interno di una teglia dove ho messo una bagnomaria fredda (acqua e ghiaccio). così facendo la crema anche dopo il passaggio nel forno rimane bella fredda e mangiandola si sente il delizioso contrasto di caldo-freddo.

  9. Commento di dora — 23 gennaio 2013 @ 11:21 am

    scusa misya, ti seguo da un pò ma non ho mai scritto, però oggi ho un dubbio: se preparo prima la crema catalana, e la caramello pure, poi posso conservarla in frigo? o si rovina lo zucchero caramellato?
    Inoltre in un ristorante ho visto caramellare lo zucchero così: il proprietario ha spruzzato credo un goccio di alcool sopra alla ciotolina, e poi ha dato fuoco con l’accendino e l’ha servita così, poi si è spenta e lo zucchero era bell’e pronto! Spero di avere presto una risposta, perchè volevo prepararla per i suoceri nel weekend :)

  10. Commento di Andrea — 28 febbraio 2012 @ 3:01 pm

    salve a tutti,
    volevo chiedere,
    si può usare LA FARINA al posto dell’amido di mais??? se si in che quantità?

    inoltre, si può usare la cannella in polvere al posto di quella in stecca?? se si in che quantità?

    grazie, vi prego rispondete! :)

10
di 51 commenti visualizzati Mostra altri commenti »