Stai leggendo la guida Come cucinare l'avena

Come cucinare l’avena

L’avena è una pianta si estrae  un cereale ricco di proprietà utili. In genere l’ avena si utilizza sotto forma di fiocchi o al naturale e  decorticata. Dall’avena è inoltre possibile ottenere un latte vegetale, nonchè la farina. In genere questo cereale era destinato all’ alimentazione  del bestiame, ma negli ultimi anni è divenuto uno dei cereali più consumati in tutto il mondo ed in particolar modo da vegetariani, vegani e  sportivi. Il motivo di tale interesse per l’ alimento, è  dovuto all’ elevato contenuto  di proteine e dal fatto che  fornisce al nostro organismo energia a lungo termine (per la tipologia di carboidrati presenti) e può essere consumata anche dai celiaci. Questo cereale inoltre, essendo  ricco di fibre, favorisce il transito intestinale, protegge dai tumori ed è un ottimo aiuto per la riduzione del colesterolo. Viste le  sue innumerevoli proprietà, è  consigliato anche per i bambini e per coloro che sono convalescenti.

Come si cucina l’ avena

L’ avena è un cereale che  si utilizza principalmente al mattino, infatti i fiocchi d’avena, così  come la crusca d’ avena possono essere consumati al naturale, come muesli da aggiungere al latte o allo yogurt, per la colazione, oppure possiamo utilizzarli come  ingrediente principale per la preparazione di golose barrette ai cereali fatte in casa. Molte persone ed in particolare gli sportivi, come  accennavamo poco prima, sono soliti prepararsi una colazione o lo spuntino proteico, generalmente con il pane, i biscotti o i pancakes con farina di avena, o ancora, con il  porridge d’ avena.

In realtà l’ avena può essere impiegata per cucinare ed arricchire diverse portate, sia dolci che  salate, come zuppe, vellutate e minestre, magari aggiungendo i fiocchi d’avena per un pizzico  di consistenza in più. Possiamo cucinare anche l’ avena in chicco, al naturale o decorticata, da lessare a parte, per abbinarla a verdure o ai legumi, da servire poi come piatto caldo, oppure in versione all’ insalata, nella  stagione  estiva.

Se non utilizzata l’ avena decorticata, dovrete tenere i chicchi a  bagno almeno 3 ore prima  di cucinarla, affinchè lo strato esterno, chiamato glumella, decisamente indigesto, si ammorbidisca. La farina d’avena, oltre ad essere utilizzata per il pane  ed i biscotti, la  si può usare per addensare la crema o una vellutata riuscita poco  consistente.

Possiamo utilizzare l’ avena  in fiocchi per preparare polpette e hamburger vegetali, da utilizzare insieme ad altri ingredienti, come verdure, legumi e/o ortaggi. Una volta preparate, possiamo optare per la frittura o la cottura in forno. In alternativa possiamo anche utilizzare i fiocchi tritati nel mixer, per realizzare golose panature croccanti, al posto del classico pangrattato.

Se vogliamo invece preparare un minestrone, oppure una  zuppa, dobbiamo optare per l’ avena in chicchi, da cuocere in abbondante acqua bollente salata, per almeno 30 minuti. Se invece non amate le lunghe cotture, potreste scegliere di cucinare l’ avena decorticata, nella pentola a pressione, in tal caso, per la cottura, basteranno 10 minuti  dal fischio della pentola.

Anche  se nei negozi specializzati, acquistate l’ avena decorticata, è sempre buona norma, sciacquarla per bene sotto l’acqua corrente prima  della cottura e tenerla  in ammollo per 3 ore. Se invece avete acquistato l’avena perlata, i tempi di ammollo saranno più lunghi. Lasciate l’ avena perlata a bagno tutta la notte e l’ indomani, lasciatela cuocere per circa 1 ora. L’  avena va cotta in abbondante  acqua, regolatevi in modo tale che, per una parte di avena, ci siano sempre, almeno 3 parti d’ acqua in proporzione.

Come fare il porridge d’ avena

Il porridge d’ avena è una specialità tipica dei paesi anglosassoni, ma molto  diffusa  anche da noi, negli ultimi anni. Si tratta di una  sorta di  zuppa d’ avena che  si prepara con i fiocchi d’avena. L’’avena viene fatta cuocere in acqua o nel latte, per poi aggiungervi, aromi, frutta secca o fresca,  semi, cioccolato, topping ecc.. Dopo averlo dolcificato, il porridge, può essere servito per la colazione o per uno spuntino iperproteico. Questo tipo di colazione/spuntino, è perfetto anche per chi è  a dieta, infatti sazia molto, evita l’ innalzamento del picco glicemico e  ci permette  di arrivare al pranzo ( o alla cena) non totalmente affamati, spingendoci  a mangiar meno. Il porridge  si prepara in pochi minuti, in un pentolino sul fuoco, o volendo anche al microonde. Aumentando i tempi di cottura, il porridge sarà ancora più denso e  consistente, quindi regolatevi in base ai vostri gusti personali. In proporzione si utilizzano circa 50 g  di  fiocchi di avena, ogni mezzo bicchiere di latte o di  acqua; ma  anche in questo caso, vale la regola delle preferenze individuali.

 

 

ricette con avena

scopri cosa preparare con l' avena

scheda indrediente

leggi informazioni interessanti sull' avena
Avena

Avena

Cos’è: L’avena , il cui nome botanico è Avena sativa, appartiene alla famiglia delle Graminacee e si presenta con un [...]