Stai leggendo la guida Come fare le foglie di cioccolato

Come fare le foglie di cioccolato

La pasticceria è la tua passione e ti diverte provare sempre ricette nuove e un po’ più elaborate di volta in volta? L’arte del decoro ti appassiona e non riesci a fare a meno di cimentarti con il cake design? Scopri come fare le foglie di cioccolato, un’idea molto carina e di effetto per le tue torte speciali.

Foglie di cioccolato, una dolcissima decorazione

Le foglie di cioccolato sono perfette per decorare i nostri dolci: dai piccoli muffin alle torte al cioccolato. Un’idea originale per rendere speciali i nostri momenti più dolci ma anche una proposta originale per accompagnare il caffè. Queste foglie speciali, infatti, sono tutte da gustare.

Cosa serve

Come prepararle? La prima cosa che bisogna fare è procurarsi delle belle foglie verdi, vanno benissimo quelle ampie e forti delle rose o delle camelie. Pulitele, lavatele bene e mettetele da parte mentre preparate la vostra cioccolata. Tra gli ingredienti non possono mancare 200 g cioccolato fondente e tra gli strumenti da tenere pronti per l’occorrenza: della pellicola da cucina, un termometro da cucina e un pennello da pasticcere.

Procediamo

La prima cosa da fare è sminuzzare con un coltello affilato la nostra cioccolata. Tagliamo il blocco di fondente in tante lamelle sottili, più semplici e rapide da sciogliere. Ma dato che non è ancora il momento di procedere allo scioglimento della cioccolata, è consigliabile effettuare questa operazione su un piano freddo, come il marmo, proprio per evitare che il cioccolato perda la sua compattezza. Mettete il tutto in un pentolino e fatelo sciogliere a bagnomaria. Mi raccomando, ricordatevi di girare spesso il cioccolato per evitare che si bruci e si attacchi troppo al pentolino, continuate così fino a ottenere una crema uniforme e lucida. A questo punto prepariamoci ad abbattere la temperatura riempendo una terrina di acqua fredda con aggiunta di cubetti di ghiaccio. Portiamo il pentolino nella terrina solo quando la nostra crema al cioccolato avrà raggiunto una temperatura compresa tra i 45 e i 50° C. Grazie allo shock termico che il cioccolato subisce in questo passaggio è possibile temperarlo. Questo passaggio è importante per ottenere del cioccolato privo di grumi e che non si spezzi solidificandosi.

Il segreto è: mescolare

Durante la fase che porterà al cioccolato temperato non dimenticate di continuare a mescolare il tutto. Quando il termometro da cucina segnerà i 25-28° C riportate il vostro pentolino in cottura a bagnomaria e non smettete mai di mescolare il tutto. A questo punto riportate la temperatura a 32° C, togliete il pentolino da fuoco e preparatevi per la fase successiva.

Le foglie prendono forma

Preparate il piano di lavoro, ricoprendolo con della pellicola trasparente. Riponetevi su le foglie lavate e asciugate , con la pagina inferiore verso l’alto. Aiutandovi con il pennella da pasticceria ricoprite le foglie con uno strato di circa 2 mm di cioccolata. E’ importante, durante questa fase, mantenere le foglie per il picciolo, così da avere a disposizione tutta la superficie per utilizzare il pennello con la nostra cioccolata. Per chi preferisse la rapidità – a scapito però della precisione – un’altra soluzione è quella di immergere le foglie nella cioccolata fusa, facendo poi attenzione a scolarle bene per evitare che si creino delle montagnelle dove il cioccolato è in eccesso.

Un po’ di freddo

Una doccia di freddo porterà le nostre foglie a prendere finalmente forma. Una volta che la cioccolata si è asciugata, infatti, non dovrete fare altro che riporre in frigo per una mezz’ora le foglie, sempre rivolte verso l’alto. Toglietele dal frigo dopo trenta minuti e staccate con attenzione le foglie dalla sfoglia di cioccolata. Un piccolo trucco: le mani dovranno essere fredde, in questo modo non si corre il rischio di favorire lo scioglimento del cioccolato in fase di distacco.