La cucina dietetica

La cucina dietetica

La cucina dietetica non deve essere per forza sinonimo di cibi sconditi e poco saporiti, basta utilizzare dei piccoli accorgimenti per rendere i propri pranzetti dietetici ma salutari.  Esistono degli alimenti, dei condimenti, delle tecniche di cottura e dei trucchetti che possono aiutarci  a condurre uno stile di vita sano ed a ritrovare la forma fisica, ad esempio non dovete per forza eliminare i carboidrati dalla vostra dieta , piuttosto condite la vostra pasta con dei sughi semplici, poco cotti, preferibilmente a base di verdure e se potete utilizzate dell’ olio extra-vergine di oliva  a crudo per insaporire i piatti. Evitate di preparare cibi troppo sapidi ed aggiustate il sapore utilizzando poco sale e più spezie, aromi ed erbe aromatiche , allo stesso modo utilizzate poco zucchero preferendo il miele o i dolcificanti alimentari.

La cucina dietetica non deve sacrificare il gusto, via libera quindi agli alimenti come ad esempio i finocchi, che apportano poche calorie ma che ci regalano un discreto senso di sazietà, agli spinaci, che con un basso contenuto calorico forniscono al nostro organismo vitamine, sali minerali, antiossidanti e depurano il fegato. I frutti di bosco sono l’ ideale per uno spuntino salutare, in quanto ci aiutano  a fare “il pieno” di anti-ossidanti, il tè verde poi, anch’ esso ricco di anti-ossidanti è una vera e propria bevanda brucia-grassi, si sa che frutta e verdura sono i principali amici della silhouette e della nostra salute.

Come cucinare dietetico senza rinunciare al gusto

Tra i “trucchetti” che possono aiutare il nostro benessere, oltre a  quelli già suggeriti e noti, ricordiamo che la pasta, porta in misura inferiore rispetto al pane (soprattutto bianco), il nostro organismo ai  picchi glicemici, se consumata al dente, infatti questa cottura permette ai carboidrati di entrare in circolo più lentamente. A proposito di cottura, vi sono dei metodi di cottura da preferire ad altri, consigliati ad esempio sono la cottura al vapore ( soprattutto per le verdure, in quanto rispetto alle altre cotture abbiamo una perdita di vitamine e Sali minerali molto inferiore), ai ferri, alla griglia, la lessatura (particolarmente indicata per la carne, il pesce ed i legumi, utilizzando una quantità minima di  acqua, per evitare la dispersione dei nutrienti all’ interno di questa), la cottura arrosto, al cartoccio, ed al forno ( in particolare a  microonde, il quale da analisi effettuate dimostrerebbe la sua capacità, rispetto ad altre cotture, di causare una minore perdita dei nutrienti degli alimenti), da ridurre drasticamente sono invece le fritture.

Infine tenete presente che anche le pentole giocano un loro ruolo fondamentale nella cucina dietetica, l’ utilizzo di pentole anti-aderenti ad esempio o in pietra, consentono di ridurre al minimo ( se non di evitare) l’ aggiunta di grassi. Anche l’ utilizzo delle pentole a  pressione è un valido aiuto per la nostra alimentazione, in quanto la particolare chiusura del coperchio di questa pentola, impedendo la fuoriuscita del vapore, permette un aumento della temperatura della cottura, riducendo i tempi di cottura, preservando pertanto al meglio le caratteristiche organolettiche degli alimenti.
la cucina dietetica

Ricette dietetiche

Guide correlate

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.