Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la ricetta Rame di Napoli

Rame di Napoli

5/5 VOTA
Rame di Napoli
Rame di Napoli
  • preparazione: 25 min
  • cottura: 20 min
  • totale: 45 min
Dosi per
  • 8/10 rame di Napoli
Per guarnire

Le Rame di Napoli sono dei deliziosi biscotti al cacao ricoperti da una glassa di cioccolato fondente. Tipici della pasticceria siciliana, in particolar modo della città di Catania, le rame di Napoli sono preparate con un impasto a base di farina, zucchero, burro e cacao amaro, i dolci poi vengono glassati con il cioccolato e ricoperti da granella di pistacchio.
La ricetta originale prevede l'aggiunta di marmellata di arancia dentro l'impasto io l'ho aggiunta prima di passare alla copertura di cioccolato, ma esiste anche una variante che prevede uno strato di Nutella. Questi dolci vengono tradizionalmente preparati in Sicilia per la festa di Ognissanti e regalati ai bambini buoni come dono da parte dei parenti defunti.
Lo so, vi state chiedendo come mai sono dolci tipici di Catania se poi si chiamano "di Napoli"! Non si hanno notizie certe sull'origine del nome, ma leggendo su internet ho trovato ben tre ipotesi per spiegare la questione: la prima è che l'inventore della ricetta fosse un pasticcere di Napoli; la seconda dice di si trattasse di un omaggio della Sicilia alla città di Napoli (durate il Regno delle Due Sicilie); infine la terza ipotesi, che pare essere la più gettonata, sostiene che le rame di Napoli siano state create dopo l'introduzione di una nuova moneta, forgiata appunto in rame, introdotta con l'unione del regno di Napoli e quello di Sicilia. I catanesi pensarono dunque di creare un dolce che riproducesse questa moneta in onore del nuovo regno.
Ad ogni modo che sia un pasticcere, un omaggio oppure una moneta, non cedere alla tentazione di mangiare le rame di Napoli è davvero impossibile! Buon lunedì a chi passa di qui :*

Procedimento

Come fare le rame di Napoli

In una ciotola mettete la farina, lo zucchero, il cacao amaro,e mescolate.
Aggiungete quindi miele, burro a tocchetti, scorza di arancia grattugiata, i chiodi di garofano tritati, la cannella e l'ammoniaca . Inserite anche il latte.
1-impastare-ingredienti

Lavorate l'impasto fino a quando il composto non risulterà omogeneo. Dovrà essere morbido ed un pò appiccicoso.
2-formare-panetto

Con l'impasto formate delle palline e disponetele ben distanti tra loro su una teglia rivestita di carta forno.
Cuocete in forno preriscaldato statico a 180 °C per 20 minuti circa.
3-formare-palline

Sfornate e fate raffreddare completamente. Spennellate quindi con la marmellata di arance.
3b-spennelare-con-marmellata

Intanto preparate la glassa sciogliendo cioccolato e burro a bagnomaria. Amalgamate con cura.
4-sciogliere-cioccolato

Glassate le rame di Napoli immergendo, direttamente nel cioccolato, la parte superiore del dolce.
A questo punto cospargete con la granella di pistacchio e lasciate asciugare bene la glassa.
5-ricoprire-con-cioccolato-e-pistacchi

Le rame di Napoli sono pronte per essere gustate.
rame-di-napolirame_di_napoli

rame-di-napoli

TAGS: Ricette di Rame di Napoli | Ricetta Rame di Napoli | Rame di Napoli 
Lascia un commento
Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.
Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Rame di Napoli
  1. Commento di Misya — 13 novembre 2017 @ 1:21 pm

    @deb Grazie a te per essere sempre così carina :-*

  2. Commento di deb — 13 novembre 2017 @ 11:37 am

    Fatti anche ieri con qualche modifica ingredienti e olio anziché burro..
    Sempre ottimi, grazie mille per tutto!! 😊

  3. Commento di Misya — 10 novembre 2017 @ 10:24 am

    @Vanessa In verità non le ho pesate, se vuoi fare una cosa precisa ti conviene pesare tutto l’impasto e dividere il peso per 8.

  4. Commento di Vanessa — 9 novembre 2017 @ 5:55 pm

    Salve quanti grammi ogni pallina?

  5. Commento di Misya — 6 novembre 2017 @ 11:42 am

    @Massimiliano spolladore Sì, ammoniaca per dolci!

  6. Commento di Massimiliano spolladore — 2 novembre 2017 @ 8:46 pm

    L ammoniaca???

  7. Commento di Misya — 30 ottobre 2017 @ 10:31 am

    @Deborella82 Grazie mille per il tuo messaggio!

  8. Commento di Misya — 30 ottobre 2017 @ 10:31 am

    @stefania Sì, in realtà è una funzione che già esiste, ma in questo momento, per problemi tecnici, non funziona. Spero di risolvere il problema il prima possibile.

  9. Commento di Misya — 30 ottobre 2017 @ 10:29 am

    @Cristofanirossana Grazie a te per l’affetto con cui mi segui!

  10. Commento di Deborella82 — 29 ottobre 2017 @ 2:56 pm

    Ciao cara Misya io sono di Catania ed a me è sempre stato detto da generazioni che si chiamano così perché era il cognome dell’inventore della ricetta. Complimenti per le tue squisite e sempre dettagliate ricette

10
di 45 commenti visualizzati Mostra altri commenti »