Come cucinare le zucchine

Come cucinare le zucchine

In questa guida vi indicherò come gustare al meglio questo ortaggio, parlandovi dei tagli, delle preparazioni più tradizionali e di piatti sfiziosi ed originali.
Ma prima di partire, facciamo un passo indietro e vediamo cosa sono le zucchine.

Cosa sono le zucchine

Le zucchine (o zucchini) sono ortaggi della famiglia delle Cucurbitaceae di cui si consumano i frutti ancora immaturi. Originarie dell’America centromeridionale, prediligono i climi temperati.
Ne esistono vari tipi di cultivar diversi tra loro, di cui i più comuni sono la zucchina lunga e la zucchina tonda.

Il basso apporto calorico e la concentrazione di Sali minerali e di vitamine A e C le rendono un ortaggio salutare e nutriente, oltre che molto digeribile, e grazie al caratteristico sapore delicato sono anche molto amate in cucina. Le zucchine sono molto versatili e si abbinano bene sia a sapori più delicati, come ricotta o prosciutto cotto, che più sapidi e forti, come pecorino e olive. I metodi di preparazione possono variare molto, dalla più salutare cottura a vapore alla più saporita frittura: quale che sia il metodo di cottura scelto, le zucchine saranno sempre deliziose.

Seguitemi nella lettura di questa guida per scoprire come cucinare le zucchine al meglio.

cucinare zucchine

Come scegliere le zucchine

Come già accennato, le zucchine sono un ortaggio molto versatile. Si possono usare per preparare di tutto, dall’antipasto al dolce! (Sì, avete letto bene, ho scritto proprio dolce e non è assolutamente un refuso, continuate a leggere e vedrete!)

Innanzitutto vediamo insieme come scegliere le zucchine.

  • Prima di tutto, è importante la stagionalità: i prodotti migliori, più saporiti e ricchi di nutrienti, sono quelli di stagione, quindi se possibile comprate le zucchine solo in primavera e in estate.
    Attenzione: la presenza di una leggera peluria sulla buccia della zucchina è un chiaro indice di freschezza.
  • Per accertarvi che le zucchine siano fresche, provate a piegarle: quando sono sul banco da un po’ iniziano a perdere la loro acqua e perdono turgidità. Scegliete allora solo zucchine sode e con la buccia ben tesa, priva di ammaccature.
  • Infine, ma non meno importante, ricordate che il sapore delle zucchine dipende in gran parte da dimensioni e colore. Più sono piccole e di color verde chiaro, più sono dolci, mentre man mano che aumentano le dimensioni e il verde è più scuro, più sarà amaro il sapore.

Nota: discorso a parte per quanto riguarda il tipo di zucchine da scegliere, ovvero tonde o lunghe. La scelta dipende essenzialmente dal tipo di utilizzo che volete farne: se pensate di preparare le zucchine ripiene, meglio scegliere quelle tonde (a meno che non le vogliate fare a barchetta, anche dette a scarpone), mentre se volete friggerle per cucinare le zucchine alla scapece o farle a tocchetti per preparare un risotto, meglio optare per quelle lunghe.

Curiosità: un altro indice di valutazione della freschezza delle zucchine è la presenza del fiore. I fiori di zucchine restano attaccati all’ortaggio solo fin quando questi è fresco, poi tendono a staccarsi da soli.
Consiglio: se non sapete come pulire e cucinare i fiori di zucchina, date un’occhiata alle mie ricette.

Una volta che avrete acquistato le zucchine (o che le avrete colte nell’orto, se avete questa fortuna), sapete come muovervi? No? Nessun problema, perché è davvero facilissimo!

Come pulire e tagliare le zucchine

  • Innanzitutto, lavate le zucchine senza eliminarne prima le estremità (altrimenti la loro polpa delicata assorbirebbe troppa acqua).
  • Una volta lavate e asciugate, se dovete preparare le zucchine a barchetta o ripiene, potete già procedere, scavandole con un cucchiaino o uno scavino (aiutandovi prima con un coltello per rimuovere la calotta dalle zucchine tonde).
  • Se invece avete scelto altre preparazioni, a questo punto potete rimuovere le estremità con un coltello.2 eliminare parti esterne
    Consiglio: se volete tagliare le zucchine a rondelle con la mandolina, lasciate una delle estremità, in modo da impugnare meglio la zucchine durante l’operazione.

A questo punto potete scegliere come procedere. Ci sono molti modi per tagliare le zucchine, e la scelta dipende soprattutto da come sceglierete di cucinarle. Potete tagliare le zucchine:

    • a rondelle, doppie o sottili, per cucinarle fritte o in padella (o anche per grigliarle, nel caso di quelle tonde);

Tenete ferma la zucchina e tagliatela a rondelle dello spessore desiderato.
3 tagliare a rondelle

    • a tocchetti per preparare zuppe, minestre o vellutate, o anche per condire pasta o risotti;

Sbriciolata salata con zucchine e brie 1

    • a fettine più o meno sottili per prepararle grigliate o fritte (volendo, anche indorate e fritte);

pizza bacon e zucchine 7

    • a bastoncini per le zucchine in pastella, al forno, lesse o al vapore;

4 tagliare zucchine a listarelle

    • alla julienne per servirle crude, nelle insalate, scottarle in padella, o anche usarle nei dolci;

6 zucchine grattugiate

    • potete anche preparare gli zoodles o spaghetti di zucchine, se avete l’apparecchio apposito.

1 formare gli spaghetti

Visto quanti modi diversi anche solo per tagliare le zucchine? Ve l’avevo detto che erano versatili: con le zucchine non vi potrete mai annoiare!
7 zucchine tagliate

Come cucinare le zucchine

Come accennato, le zucchine sono molto delicate, pertanto l’ideale per conservare per quanto possibile il contenuto di nutrienti è cuocerle al vapore. Se però avete deciso di lessarle, potreste decidere, una volta ben lavate, di cuocerle senza rimuoverne le estremità, in modo da non disperderne le sostanze nutritive.

Ma le zucchine sono buonissime anche saltate in padella, fritte o persino crude.

Potete usarle come contorno sia per la carne che per il pesce, sono ottime per preparare condimenti per pasta, riso o anche torte rustiche e plumcake salati, e perfette per cucinare deliziose vellutate o minestroni. Potete anche tagliarle a fettine molto sottili, grigliarle (ma vanno bene anche crude, se preferite) e usarle per preparare dei freschissimi e invitanti involtini estivi.

E inoltre, possono essere utilizzate al posto della pasta tagliandole a spirale e creando dei veri e propri spaghetti, che in gergo vengono chiamati zoodles.

Oltre ai piatti salati, le zucchine, grazie al loro gusto delicato, possono essere utilizzate anche in ricette dolci, io le ho usate per preparare un’ottima torta, abbinandole alle nocciole: nessuno ha scoperto il mio ingrediente segreto e io sono riuscita a stupire e soprattutto deliziare tutti! Non ci credete? Provate e vi ricrederete!!

Come conservare le zucchine

Le zucchine crude vanno conservate in frigorifero, nel cassetto delle verdure, e consumate entro 3-4 giorni, una settimana al massimo: essendo delicate, sono anche facilmente deperibili. In alternativa, potete tagliarle a rondelle o tocchetti, porzionarle, e riporle nel congelatore, dove si conserveranno per almeno 4-6 mesi.
Una volta cotte, possono essere conservate in frigorifero o nella dispensa (a seconda della temperatura esterna) per un paio di giorni, oppure congelate per 2-4 mesi.
In alternativa, potete preparare delle ottime conserve di zucchine sott’olio, che vi dureranno tutto l’inverno.

Zucchine in carpione, parmigiana di zucchine, zucchine trifolate… io le amo tutte, e voi?

Salva

Ricette con le zucchine

scopri cosa preparare con le zucchine

Guide correlate

qualche utile consiglio sulle zucchine

Scheda ingrediente

leggi informazioni interessanti sulle zucchine

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.