Come riciclare le bucce degli agrumi

Come riciclare le bucce degli agrumi

Viva gli agrumi! Limone, arance, mandarini e altri componenti di questa preziosa famiglia sono forse i primi superfood dell'umanità, alimenti ricchi di vitamina e nutrienti benefici per il nostro organismo; inoltre, il loro sapore vario accontenta ogni palato, sono versatili sia per preparazioni dolci che per accompagnare piatti salati e, con il loro profumo, ci regalano subito la sensazione del periodo di feste natalizie. Ma sono anche un prodotto antispreco, perché grazie ad alcuni semplici espedienti possiamo imparare come riciclare le bucce degli agrumi e utilizzarle in varie situazioni domestiche.

I consigli per riutilizzare le bucce degli agrumi

La lotta contro gli sprechi alimentari parte da piccole e buone pratiche quotidiane che possiamo attuare anche nelle nostre cucine, e riutilizzare le bucce degli agrumi è un punto di partenza: se comunemente siamo "tentati" di gettarle semplicemente nell'umido, in realtà basta poco per dare una seconda vita a queste componenti della frutta.

E non parliamo solo di rimedi "storici" - ad esempio, usare le bucce per segnare i numeri sulle cartelle della Tombola a Natale, oppure metterle insieme alla legna nei camini (o adagiate sui termosifoni moderni) per profumare gli ambienti di casa - ma anche di soluzioni in cucina.

L'importante è scegliere agrumi di provenienza sicura - possibilmente frutta biologica, non trattata e con scorze edibili - e scoprire in quanti e quali modi le bucce degli agrumi possono diventare nuovi alimenti in cucina; oppure, in caso contrario, possiamo sempre usarle come alleati per aiutarci in alcune faccende domestiche, trasformandole in decorazioni per pacchetti, "ingredienti" di pot-pourri o veri e propri detergenti naturali (soprattutto le bucce di limoni).

Ricette con le bucce degli agrumi

Iniziamo subito a scoprire quali sono i possibili riutilizzi alimentari delle bucce di agrumi, e in particolare di arancia, che forse è il frutto più versatile in tal senso.

Il metodo più semplice e comune per riciclare le bucce degli agrumi in cucina è quello di tenerle da parte per utilizzarle al momento opportuno, come ad esempio fare una crema pasticcera o altre preparazioni che richiedono una scorzetta intera. Dopo aver sbucciato normalmente l'arancia, il limone o il mandarino, dobbiamo pelare ulteriormente le scorze per separare la parte bianca (albedo, di sapore generalmente molto amaro) dalla parte colorata, e conserviamo quest'ultima - intera - in un vasetto di vetro.

Molto apprezzate sono poi le scorze candite, per le quali abbiamo bisogno solo di tre ingredienti: bucce di agrumi, ovviamente, e poi acqua e zucchero (bianco semolato o di canna integrale, a seconda delle preferenze). Il procedimento per fare le scorzette candite è molto semplice, e basta passare le bucce in acqua per ripulirle e rimuovere i residui di amaro, poi metterle in padella insieme allo zucchero e creare il caramello che caratterizza la preparazione.

Una versione ancora più golosa di questa ricetta è quella delle scorze di arance candite ricoperte di cioccolato fondente: basterà proseguire la tecnica precedente immergendo le bucce già candite nel cioccolato fuso.

Oltre a essere saporiti dolcetti di Natale al naturale, le scorze di agrumi candite possono anche diventare un versatile ingrediente per altre ricette: ad esempio, possono diventare la farcitura di panettoni e altri dolci natalizi, oppure decorazioni di biscotti e cioccolatini.

Come riciclare le scorze degli agrumi in cucina

Un'altra ricetta classica con le bucce di arancia o di limone è la preparazione di una marmellata di agrumi dalla consistenza più particolare: come per le scorze candite, partiamo dal trattamento delle bucce in acqua (3 giorni, cambiando l’acqua almeno 2 volte al giorno) e, quando saranno ben macerate, le mettiamo a far bollire per 15 minuti sul fuoco. Facciamo scolare le bucce e mettiamole nel frullatore o nel mixer: ora prendiamo questo composto, aggiungiamo zucchero di canna integrale in parità di peso (ad esempio, 100 grammi di zucchero per 100 grammi di bucce) e una quota d'acqua sufficiente a coprire il tutto e mettiamo in una pentola, facendo cuocere fino a quando l'acqua non sarà completamente evaporata. Alla fine avremo una speciale marmellata di bucce di agrumi, densa e grumosa, perfetta da spalmare su pane o fette biscottate, ma anche per guarnire e farcire dolci o per accompagnare piatti salati.

Se siamo alla ricerca di qualche idea ancora più particolare, possiamo trasformare le nostre bucce di agrumi in una sorta di "farina" per altre preparazioni, o più precisamente una polvere di buccia grattugiata di arance o altri agrumi, molto aromatica e dalla lunga durata che possiamo utilizzare in tanti modi diversi: ad esempio, può diventare ingrediente per impasti di torte, pasta frolla e crostate, ma anche un componente saporito per aromatizzare cocktail e creme, o addirittura un condimento sfizioso e originale per pietanze salate.

Per preparare le bucce grattugiate dobbiamo innanzitutto far seccare le scorze di agrumi su un piatto o un vassoio all'aria aperta (per un paio di giorni), oppure vicino a fonti di calore (ad esempio stufe o camini) o ancora in forno a bassa temperatura (50-60 gradi per 2-3 ore), così che perdano l'umidità residua e siano ben tostate; a questo punto possiamo metterle in un mixer e tritarle finemente possibile, conservando queste bucce d’arancia in polvere in piccoli vasetti di vetro a chiusura ermetica salvafreschezza.

Altri utilizzi gastronomici delle scorze di agrumi

La polvere di buccia di arancia o limone può diventare anche la base per preparare dello zucchero o del sale aromatizzato e originale: basta aggiungere la "farina" di agrumi allo zucchero bianco o al sale (grosso o fino, a seconda delle nostre preferenze), correggere le proporzioni seguendo il nostro gusto e il gioco è fatto. Abbiamo un prodotto nuovo, che possiamo usare per insaporire ogni tipo di piatto, e che può diventare anche una buona idea regalo per amici o parenti.

Le bucce di agrumi possono diventare anche le basi per fare dei liquori agrumati come limoncello o arancino, perfetti come digestivo in ogni occasione di festa, o per preparare un olio aromatizzato con cui condire carni o pesce.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.