Come fare una torta a forma di cuore senza lo stampo

Come fare una torta a forma di cuore senza lo stampo

Il momento goloso per il menu di San Valentino, il dessert di una cenetta di coppia, un'idea romantica per un'occasione speciale o anche una soluzione originale per festeggiare la mamma o il papà: una torta a forma a cuore si rivela un dolce adatto davvero a tante situazioni, anche perché di facile preparazione. Ma come fare se non abbiamo a disposizione il classico stampo e neppure una fascia di silicone? Ecco alcune soluzioni pratiche per non lasciarsi sopraffare e riuscire a preparare la nostra torta innamorata!

Un dolce per una persona speciale

La simbologia del cuore si adatta a tante situazioni perché ci consente di esprimere l'amore e l'affetto verso la persona a cui dedichiamo il dolce: se disponiamo di una teglia con la forma giusta ovviamente siamo più che avvantaggiati, così come pratici sono i classici stampi o le fasce in silicone, che si possono modellare a piacimento.

Ma anche se non abbiamo questi utensili in casa e dobbiamo fare preparazioni last minute, abbiamo la possibilità di realizzare una perfetta torta a forma di cuore usando un po' di creatività e di geometria. E c'è da dire che è molto più facile cimentarsi davvero in queste operazioni che descriverle a parole!

I trucchi per fare una torta a forma di cuore

Ci sono tre tecniche diverse che possiamo mettere in pratica, seguendo quella che meglio si presta alle nostre capacità di "taglio e cucito" e, soprattutto, la disponibilità di teglie che abbiamo in dispensa.

Per la base della torta, invece, possiamo preparare un classico pan di spagna con la ricetta che preferiamo e che utilizziamo di solito, così poi da avere libertà di decorare la torta a nostro piacimento, ma utilizzando lo stesso procedimento possiamo anche realizzare un tiramisù a forma di cuore (sempre con base di pan di spagna) o una cheesecake sempre con una sagoma speciale e affettuosa.

Il primo procedimento: usare due teglie

La prima strada che abbiamo di fronte prevede l'utilizzo di due teglie, una quadrata e una tonda, che però devono necessariamente avere dimensioni simili. Per la precisione, il lato della teglia quadrata deve essere della stessa misura del diametro dello stampo tondo, altrimenti il dolce non riesce alla perfezione.

Prepariamo il pan di spagna e dividiamo l'impasto in entrambe le teglie, cuociamo in forno e aspettiamo che si raffreddi leggermente: fin qui, nessuna operazione diversa dal solito! Ecco che possiamo mettere in pratica un trucco davvero furbo: se tagliamo precisamente a metà la torta tonda, avremo le due "cupolette" della classica forma del cuore!

In pratica, basta ruotare sullo spigolo la base quadrata (posizionandola come fosse un rombo) e adagiare accanto all'angolo superiore i due semicerchi appena ottenuti: ecco che il nostro cuore è perfetto! La decorazione della torta ci consentirà di unire questi tre pezzi in maniera omogenea, senza rischi di rotture impreviste!

Il secondo trucco: un lavoro di rifinitura

Se ci sentiamo particolarmente sicuri delle nostre doti "artigiane" possiamo mettere in pratica una seconda tecnica, un po' più complicata della precedente ma altrettanto efficace. Anzi, a ben vedere in questo caso abbiamo il vantaggio di usare (e sporcare) solo una teglia e di preparare solo un pan di spagna, perché necessitiamo soltanto di una teglia di forma tonda da cui ricavare la sagoma del cuore.

Come fare? Prepariamo il dolce col metodo tradizionale, aspettiamo che si raffreddi e togliamo dalla teglia: ora prendiamo un coltello affilato e tagliamo in due sezioni la parte inferiore, così da creare la punta del nostro cuore. Le due cupolette così avanzate diventano le sezioni tondeggianti del classico disegno del cuore, appoggiate sulla parte superiore del pan di spagna. L'ultima accortezza è quella di incidere lievemente il dolce per formare il piccolo triangolino in cui si incontrano i due smerli, eliminando quella piccola porzione di torta.

Anche in questo caso, per unire le varie componenti basta decorare il dolce a forma di cuore nel modo che preferiamo (o seguendo gli spunti successivi!).

La variante con la teglia tonda

Il limite di questo metodo è che bisogna andare "a occhio" con i tagli, e questo ovviamente espone a errori; perciò, possiamo seguire anche un'altra strada, sempre partendo da un pan di spagna preparato in una teglia rotonda.

Sformato e raffreddato il dolce, dividiamo il cerchio in quattro parti uguali facendo delle piccole incisioni superficiali con un coltello: non dobbiamo tagliare tutta la torta, ma solo segnare le parti, quindi attenzione a non esagerare! Completata questa operazione possiamo tagliare (per davvero, stavolta!) uno dei quattro spicchi ricavati, separandolo dal corpo centrale e trasformandolo in un triangolo preciso eliminando la parte tondeggiante.

La stessa cosa la ripetiamo sullo spicchio speculare a quello appena tagliato, che quindi diventerà una base netta: accostiamo il triangolo e abbiamo realizzato la punta del nostro dolce a forma di cuore! Ora dobbiamo solo lavorare di intaglio con il coltello per smussare e rendere più tondeggianti le cupolette del cuore, senza dimenticare che la guarnizione finale ci consentirà di correggere e nascondere qualche piccolo difetto.

Fare una torta a forma di cuore con una teglia quadrata o rettangolare

Cosa fare se abbiamo a disposizione solo una forma quadrata o rettangolare? Anche in questo caso, nessuna pausa: possiamo comunque fare una torta a forma di cuore senza lo stampo! Per sprecare meno pan di spagna (e ridurre le imprecisioni) conviene disegnare su un foglio di carta il modello di cuore che desideriamo replicare, partendo dalle misure della nostra teglia, ma possiamo anche procedere a mano libera se ci sentiamo sicuri!

Il procedimento è semplice: basta tagliare le parti di torta in eccesso e trasformare la nostra base quadrata o rettangolare in un cuore perfetto, e il gioco è fatto!

Come decorare una torta a forma di cuore

A prescindere dalla tecnica che abbiamo scelto di attuare, il passaggio successivo è quello della decorazione della nostra torta romantica. Prima di tutto, è necessario livellare e rendere piana la superficie superiore del pan di spagna, che in genere tende a gonfiarsi durante la cottura in forno, e poi decidere se bagnare o meno l'impasto per renderlo più soffice: acqua e zucchero, succo di agrumi, liquore per un tocco più spinto sono tutte soluzioni valide.

Un'altra opzione da valutare è quella della farcitura, che è consigliabile se abbiamo una torta spessa e alta: una crema pasticcera, un velo di cioccolato o qualsiasi crema ci venga in mente può rendere più goloso e morbido il nostro dolce.

Ecco che arriviamo al punto finale, la decorazione superiore: la panna è la nostra migliore amica, perché copre tutto e maschera anche eventuali imperfezioni, ma possiamo anche procedere con una copertura al cioccolato fuso o, se vogliamo cimentarci in qualcosa di più elaborato, alla pasta di zucchero.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.