Whisky

Whisky
Whisky

Whisky: cos’ è

Il whisky è una bevanda alcolica  che si ottiene per distillazione di cereali fermentati (generalmente orzo trasformato in malto). Vene poi lasciato invecchiare in botti di legno di rovere. Il whisky più pregiato è quello scozzese, realizzato con solo orzo, di puro malto, che  si  distingue dal blended whisky, mescolato con acquavite di cereali. 

Whisky: origine del termine

La parola whisky deriva dal termine gaelico scozzese “uisge” che significa “acqua di vita, a  sua volta derivante dal latino “aqua vitae” ovvero “acqua della vita”.

Whisky, Whiskey e Bourbon

Con il termine whisky si indicano i distillati in Scozia e in Canada, con il termine whiskey invece si indicano  quelli distillati in Irlanda e negli Stati Uniti. Inoltre con Scotch whisky si intendono i soli whisky prodotti in Scozia, il Bourbon invece identifica il whiskey prodotto negli Stati Uniti.

Whisky: produzione

Il whisky si produce con acqua sorgiva, cereali ( segale, grano, mais e orzo a maltato e non), torba ( per essiccare il malto), e  lievito. Il distillato, per essere pronto passa attraverso varie fasi, quali: macerazione, fermentazione, distillazione, maturazione ( nelle botti  di  rovere di minimo 80 anni di età, da un minimo di due anni ad un massimo di 20), miscelazione e imbottigliamento.

Nascita, storia  e commercializzazione del whisky

Scozia ed Irlanda  si  contendono il titolo per la prima distillazione (presumibilmente risalente al XV secolo ) di questa bevanda, di  cui però non abbiamo una data certa.

La commercializzazione del whisky invece, viene fatta risalire al 1494, grazie a John Cor e ai monaci delle Highlands.

Intorno all’ anno  1707 il distillato assunse il ruolo simbolico della libertà, con particolare riferimento alla  storia americana di emancipazione rispetto agli inglesi, dopo una storia di contrabbando che durò 150 anni!

Attualmente il whisky è il distillato più prodotto al mondo, basti pensare che perfino in  Giappone ci sono distillerie che lo  secondo i crismi scozzesi e che  a Bangalore, dove vi è un clima tropicale, si produce un marchio di whisky dove l’ invecchiamento si ottiene in tempi più rapidi ed è caratterizzato da un angel share (indice che misura il grado di invecchiamento) molto elevato, ovvero intorno al 12%, rispetto all’ 8 % di media. I due maggiori gruppi che producono il distillato sono la Pernod Ricard, e il gruppo Diageo.

Il Whisky in cucina

Visto il suo sapore molto intenso, l’ abbinamento in cucina non è semplicissimo, anche se vi sono delle delle ricette ad hoc, che ne prevedono l’ impiego, come le pennette al Whisky ad esempio, oppure lo possiamo utilizzare per gli arrosti, o per preparare delle marinate.

Il Whisky viene anche  spesso abbinato a taglieri  di speck dell’ Alto Adige o a degustazioni  di salmone norvegese o di provola affumicata, pietanze anch’ esse speziate.

 

 

 

 

 

Leggi tutte le ricette con whisky

RICETTE IN RILIEVO

LE MIGLIORI RICETTE DA PREPARARE CON il whisky

Ricette con whisky

Ultime ricette con l'ingrediente whisky

Preparazione Preparazione: 5 min

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.