Come pulire la rana pescatrice

Come pulire la rana pescatrice

La rana pescatrice può essere acquistata intera oppure senza testa. In questa guida vedremo come pulire la rana pescatrice se acquistata intera. Chiamato anche coda di rospo (quando viene venuto senza testa) questo pesce presenta una carne magra molto prelibata, la cui compattezza lo rende paragonabile all’aragosta e altri crostacei. Si presta a diversi tipi di cotture: al forno, al cartoccio, stufata, al vapore, alla brace.
Di solito la parte più utilizzata è la coda, tuttavia la testa (spesso venduta a parte) è considerata ottima per preparare brodi di pesce, e in alcune regioni (in particolare il Veneto) anche squisite gelatine.
Vediamo dunque come pulire la rana pescatrice togliendo la testa e preparando la coda, qualsiasi sia la ricetta scelta.

Posizionare il presce su un tagliere e con l'aiuto delle forbici o di un coltelo affilato, tagliare le pinne laterali

Praticare un'incisione sotto la pancia e rimuovere le interiora.Quindi praticare un taglio netto sul dorso del pesce per eliminare la testa

Sciacquare il pesce sotto l'acqua corrente, poi incidere sotto la pelle all'altezza della pinna dorsale e poi tirate via la pelle semplicemente tirandola verso la coda.

Tagliate la coda
Incidete sui lati dell'osso centrale (questo pesce non ha spine ma solo la lisca centrale)

Eliminate la spina centrale ed otterrete così 2 filetti uguali da poter utilizzare per le vostre preparazioni

 

Ricette con la rana pescatrice

Scheda ingrediente

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.