Stai leggendo l'ingrediente Bulgur

Bulgur

Bulgur

Bulgur: cos’è
Il bulgur, è un cereale, per la precisione, frumento integrale, il cui chicco di grano duro germogliato viene cotto al vapore e fatti essiccare. Infine viene macinato grossolanamente ( di qui il nome grano spezzato). Questo cereale è utilizzato soprattutto in Medio Oriente, il nome bulgur, deriva infatti dal turco, che vuol dire “orzo bollito”. Il bulgur, è un cereale, per la precisione, frumento integrale, il cui chicco di grano duro germogliato viene cotto al vapore e fatti essiccare. Infine viene macinato grossolanamente ( di qui il nome grano spezzato). Questo cereale è utilizzato soprattutto in Medio Oriente, il nome bulgur, deriva infatti dal turco, che vuol dire “orzo bollito”.

Bulgur: varietà
Esistono diverse forme di bulgur, che variano a seconda della grana e grandezza. I pezzetti di bulgur più grandi vengono utilizzati per preparare minestre e zuppe, i più piccoli per piatti freddi e per arricchire le insalate. Il bulgur crudo, è il migliore che possiamo trovare in commercio. Esso non ha germogliato e non è stato precotto, questo si cuoce in 15 minuti e conserva tutte le caratteristiche e i benefici del cereale, conservando anche la crusca. Questa tipologia è chiamata anche spezzatino di grano duro, raw bulgur o cracked wheat. Esistono diverse forme di bulgur, che variano a seconda della grana e grandezza. I pezzetti di bulgur più grandi vengono utilizzati per preparare minestre e zuppe, i più piccoli per piatti freddi e per arricchire le insalate. Il bulgur crudo, è il migliore che possiamo trovare in commercio. Esso non ha germogliato e non è stato precotto, questo si cuoce in 15 minuti e conserva tutte le caratteristiche e i benefici del cereale, conservando anche la crusca. Questa tipologia è chiamata anche spezzatino di grano duro, raw bulgur o cracked wheat.
Bulgur: proprietà
Il bulgur ha le medesime caratteristiche del frumento integrale, è una buona fonte di fibre, vitamine e sali minerali e come ogni altro cereale, è anche piuttosto calorico. Si tratta di una ricca fonte di carboidrati complessi, ma al tempo stesso, è povero di grassi. Chiaramente le vitamine ed i sali minerali, in cottura, vanno parzialmente perdute ( tranne la niacina contenuta), pertanto è preferibile, cuocerlo il meno possibile, o utilizzare la tecnica di cottura pilaf. Si tratta di un cereale dall’ elevato potere saziante, indicato quindi per chi è a dieta ed il contenuto di fibra alimentare, favorisce il transito intestinale.
Bulgur: cottura
La cottura del bulgur, deve avvenire dopo un opportuno ammollo in acqua per 20-30 minuti. Dopo questa preliminare operazione, va fatto cuocere in una quantità di acqua pari al doppio del suo volume, per 10 minuti. Dopo la cottura, non va scolato, ma lasciato per altri 10 minuti nell’ acqua di cottura, affinchè assorba l’ acqua.

Ricette con bulgur
Il bulgur può essere servito sia caldo che freddo, magari ripassato in padella con qualche spezia, in accompagnamento di secondi piatti, a base di carne, verdure o pesce. Nella cucina tradizionale mediorientale, il bulgur viene utilizzato soprattutto per preparare piatti unici, zuppe e minestre, ma volendo anche come ripieno di verdure o carne. Una pietanza tipica estiva della cucina mediorentale è il tabbouleh, una sorta di insalata a base di bulgur, prezzemolo, cipollotti, menta, pomodoro e cetrioli, da condire con succo di limone e olio d’oliva. Il bulgur può inoltre essere utilizzato al posto di riso, per preparare il comune risotto. Possiamo anche preparare hamburger, polpette e crocchette di bulgur.


Leggi tutte le ricette con bulgur

Ricette con bulgur

Ultime ricette con l'ingrediente bulgur