Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la ricetta Graffe

Graffe

Graffe
Graffe
  • preparazione: 30 min
  • cottura: 30 min
  • totale: 1 ora
Ingredienti per 30 graffe:

Le graffe sono un tipico dolce napoletano che potete trovare ogni giorno in ogni pasticceria di ogni angolo della città,sono però anche un tipico dolce di carnevale, delle ciambelle di pasta lievitata che vengono fritte e infine cosparse di zucchero.
A casa mia non abbiamo mai avuto una ricetta di graffe perchè trovarne una buona ricetta da poter preparare in casa è come trovare un ago in un pagliaio quindi abbiamo sempre e solo preparato le classiche zeppole di patate con la ricetta tradizionale di mia nonna.
Poi capita che un giorno arrivino i tuoi genitori a casa dicendo di aver assaggiato a casa di un'amica le graffe più buone del mondo... incredula e curiosa come un gatto quest'anno invece delle zeppole ho deciso di provare questa mitica ricetta delle graffe di Ivana e...posso dire che sono uno spettacolo, sono soffici, profumate e non assorbono olio :P

Procedimento

Come fare le graffe

  per friggere

In un'ampia ciotola disporre la farina. Fare un buco al centro e disporre il burro tagliato a tocchetti, lo zucchero, la vanillina, la scorza di limone grattugiata, un pizzico di cannella, un pizzico di sale e le uova.

Disciogliere il lievito in acqua appena tiepida e iniziarlo a versare a mano a mano nella ciotola con gli ingredienti.

Impastare il composto fino a far assorbire completamente l'acqua. Formare con l'impasto una palla.

Su una spianatoia infatinata stendere l'impasto un pò per volta con uno spessore di mezzo centimetro
Con una ciotola tagliare la pasta per ottenere un cerchio e al centro effettuate un altro cerchio con un bicchierino più piccolo.

Disponete man mano le graffe ottenute su una superficie cosparsa di farina.

Coprire con un telo di cotone e fate lievitare le graffe per 2 ore.

Trascorse le 2 ore, scaldate in un'ampia padella l'olio di semi di arachidi.
Friggete le graffe rigirandole più volte su se stesse finchè non si saranno dorate uniformemente.

Sollevatele con una schiumarola e poggiatele su della carta assorbente per togliere l’unto in eccesso.
Passatele subito nello zucchero in cui avrete aggiunto un pizzico di cannella.

Servite le vostre graffe ancora bollenti.

Ed ecco un particolare dell'interno soffice e oltretutto non assorbono nemmeno olio.. una vera goduria!

TAGS: Ricette di Graffe | Ricetta Graffe | Graffe 

Ricette correlate

Ricette simili a Graffe
Lascia un commento
Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.
Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Graffe
  1. Commento di Rossana — 19 settembre 2016 @ 11:28 am

    Come vanno conservate?

  2. Commento di kate — 17 agosto 2016 @ 9:09 pm

    ciao Misya, vorrei friggerle la mattina alle 8,ma c’è un modo per fare l’impasto e le formine già la sera senza svegliarmi la mattina alle 5? come mi regolo con i tempi e gli ingredienti?
    grazie mille e complimenti per le tue ricette!

  3. Commento di Misya — 9 febbraio 2016 @ 10:37 am
  4. Commento di sabrina — 5 febbraio 2016 @ 7:25 pm

    Provate giusto oggi….(metà dose perché siamo solo in due e mezzo 😀 ) ….Misya….che dire… Morbidissime, non unte, non troppo dolci….OTTIMEEEEEE!!!!
    Grazie grazie grazie! l’annoterò la ricetta sul libro e sarà un classico per il nostro carnevale!( e non solo……)
    Le foto che ho fatto non rendono pienamente l’idea….ma sono identiche alle tue…
    Le ricette che vedo sul tuo blog mi riescono sempre…ti faccio un’ottima pubblicità! ^_^
    Buona domenica di Carnevale!

  5. Commento di Misya — 25 gennaio 2016 @ 6:43 pm

    @Marilena Be’, non sono come appena fatte, ma restano comunque morbide e se le ripassi in forno per un paio di minuti sono deliziose

  6. Commento di Marilena — 25 gennaio 2016 @ 2:50 pm

    Reatano morbide il giorno successivo?

  7. Commento di Denise — 27 novembre 2015 @ 11:47 am

    @Fabio sicuramente c’era qualcosa industriale che noi comuni mortali Nn possiamo trovare, non ci resta che il ricordo purtroppo :(

  8. Commento di Misya — 27 novembre 2015 @ 10:36 am

    @Fabio Eh, sì, purtroppo quelle dell’Edenlandia sono inarrivabili :(

  9. Commento di Fabio — 27 novembre 2015 @ 8:44 am

    @Denise beh piuttosto che la forma, quelle dell’edenlandia avevano un sapore unico che non ho più trovato in nessun altro posto, è da tempo che sto cercando di capire che altri ingredienti usavano ma se pure mi vengono buone non lo sono mai come quelle 😩

  10. Commento di Denise — 27 novembre 2015 @ 2:29 am

    grazie mille Flavia sei sempre un tesoro :*

10
di 206 commenti visualizzati Mostra altri commenti »