Stai leggendo la guida Come cucinare il platano

Come cucinare il platano

Il platano è un frutto  tropicale molto  simile alla banana, con il quale  si possono preparare tante ricette, tipiche della cucine del Brasile, del Venezuela  e del sud America. Con il platano, sia verde che giallo, possiamo preparare polpettoni, frullati, contorni, fritture per aperitivi, dolci e torte. Insomma un vero ingrediente passepartout !

 

Come si cucina il platano verde

Se vi state chiedendo come cucinare il platano verde, temendo che esso sia  acerbo, in realtà dovrete tirare un respiro di sollievo, infatti basterà cucinarlo ( e  non consumarlo crudo), per realizzare tante sfiziose ricette, soprattutto salate. Se ad esempio volete preparare un delizioso antipasto o uno stuzzichino  per i vostri ospiti, potreste preparare del platano verde fritto, una vera delizia!

Per prima  cosa sbucciate il platano servendovi di un coltello ( la buccia è più spessa di quella della banana) e affettatelo. Quindi in una padella versate abbondante olio di semi e  mettete sul fuoco. Quando l’olio comincia  a  sfrigolare, friggete il vostro platano. Una volta dorato il platano, prelevatelo e poggiate le fettine in un piatto con della carta da cucina, per assorbire l’olio in eccesso.

Se non amate cucinare il platano fritto, potete preparare un’ alternativa più salutare ma  altrettanto gustosa, ovvero  il platano bollito. Lessare il platano è molto semplice, si tratta di mettere dell’ acqua in una pentola, portarla  sul fuoco e quando l’ acqua bolle, vi si immergono i platani verdi interi  per 10 minuti. Quando saranno pronti, scolateli, lasciate raffreddare, sbucciateli e  servite pure. E’ possibile  anche preparare il platano al forno. I platani verdi, andranno cotti interi, con la buccia per circa 20 minuti nel forno, dopo averli adagiati sulla teglia.

Vi accorgerete che il platano è pronto, quando la buccia sarà diventata nera, quindi lasciate intiepidire, sbucciate e  servite. I platani verdi, come accennato, sono perfetti anche serviti come contorno, in abbinamento a  pietanze a base di carne o pesce. Possiamo sia fare i platani alla griglia, sia su una comune piastra, proprio come fareste per delle melanzane o zucchine, oppure avvolti nella stagnoli e  cucinati con il barbecue.

In alternativa, potreste preparare il vostro contorno di platani in padella, semplicemente, sbucciando i platani e  tagliandoli a rondelle. Prendete una padella  e mettetevi a soffriggere olio e trito di cipolla, quindi unire il platano e dell’ acqua, per farlo stufare. Coprite con un coperchio, salate e proseguite con la cottura, per altri 15 minuti.

 

Come cucinare il platano giallo
Anche il platano giallo è più indicato per le ricette salate, i quanto non ancora maturo. Chiaramente, i tempi di cottura saranno minori, rispetto al platano verde. I metodi di cottura sono bene o male i medesimi e poi, dopo averli cotti, potreste preparare degli sformati al forno, dopo averlo ridotto in purea, utilizzarlo per arricchire delle insalate o semplicemente, servendoli come  contorni.

 

Come  cucinare il platano maturo
I platani maturi, sono quelli maggiormente indicati per la preparazione  di frullati, gelati, dolci e  torte, essendo più morbidi e  dolci. Vi accorgete che un platano è maturo dalla buccia, la quale sarà di colore scuro. Essenzialmente, possiamo utilizzare il platano in sostituzione  di altre ricette collaudate che impiegano le banane, o anche al posto di altra frutta. Stupirete i vostri ospiti ad esempio, se al posto della classica torta di mele…offrite la torta di platano!

 

La torta de platano è molto amata in America latina e si prepara quando i platani sono molto maturi e  rischiereste di buttarli via. Si può utilizzare il platano crudo, fritto o lesso, per preparare il dolce. Si mescolano alla farina, lievito, latte, spezie come cannella, noce moscata, anice stellato e garofano, si aggiunge uvetta, zucchero,  e vino dolce, poi si unisce un formaggio dolce e la purea di platano. Si mescola tutto insieme, si versa in una tortiera imburrata ed infarinata e poi lo si cuoce al forno per 40 minuti  a  180°.