Come fare il seitan in casa

Come fare il seitan in casa

Cos’è il seitan

Simile alla carne per aspetto, ma totalmente diverso per sapore, il seitan non è altro che la fermentazione del glutine del grano. Un alimento vegetale quindi che nasce da un impasto di acqua e farina, fatto cuocere successivamente in brodo e salsa di soia.
In Italia è considerato il cibo del momento ma in realtà il seitan è un alimento davvero molto antico. A scoprirlo furono dei monaci buddisti, in Cina, intenti a cercare un valido sostituto della carne. Fecero centro, trovarono un alimento particolarmente proteico ma povero di colesterolo, grassi e calorie.
Oggi questo ingrediente infatti è alla base di molte preparazioni vegetariane e vegane, poichè ritenuto un valido sostituto della carne, è infatti un alimento molto nutriente e ricco di proteine (100 g di seitan contengono infatti 36 g di proteine). Tuttavia il seitan è carente di alcuni amminoacidi essenziali di cui ha bisogno il corpo umano: per questo motivo, è preferibile accompagnarlo con altri alimenti , come ad esempio i legumi.

Seitan fatto in casa

Se avete deciso di prepararlo in casa non sarà affatto difficile. Ecco quello che vi servirà: una ciotola capiente, un canovaccio pulito di cotone, dello spago per alimenti ed una pentola.
La preparazione consiste in tre passaggi: la preparazione dell'impasto, il suo lavaggio e la cottura in brodo. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio Come fare il seitan in casa.

Ingredienti per 500 gr di seitan:

  • 1 kg di farina manitoba (o una farina ricca di glutine)
  • 650 ml di acqua (circa)

Ingredienti per il brodo:

  • 2 litri di acqua (circa)
  • Cipolla
  • Carota
  • Sedano
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • Sale
  • Pepe

In una ciotola setacciate la farina ed aggiungete l’acqua un po’ per volta. Lavorate il composto con cura fino ad ottenere un impasto non appiccicoso, compatto, liscio e privo di acqua.

Nota: E’ probabile che durante la lavorazione  ci sia necessità di aggiungere più acqua, ciò dipende dalla farina utilizzata.

Immergete completamente l’impasto in acqua tiepida, per almeno 1 ora.

Intanto preparate il brodo facendo bollire l’acqua con la cipolla, la carota, il sedano, il sale, il pepe ed i cucchiai di salsa di soia.

Tornate al vostro impasto. Procedete lavandolo sotto acqua corrente calda e poi successivamente fredda. Alternate questi lavaggi tenendolo sempre in una ciotola e strizzandolo di volta in volta. Quando l’acqua risulterà chiara allora avrete eliminato tutto l’amido della farina e sarà necessario fare un ultimo passaggio sotto acqua fredda unicamente compattare meglio l’impasto.

Dopo avergli dato una forma cilindrica, posizionatelo al centro di un canovaccio di cotone (ovviamente pulito) e richiudetelo proprio come una caramella. Alle due estremità mettete dello spago per alimenti.

Immergete a questo punto la caramella di seitan nel brodo e fate cuocere, a fiamma media, per 90 minuti. Trascorso questo tempo estraetelo dal brodo e fatelo raffreddare.

Il seitan è pronto per essere tagliato a fette.

Consiglio: Può essere conservato nel proprio brodo di cottura chiuso in una vaschetta ermetica, dai 5 ai 10 giorni.

Come cucinare il seitan

Il seitan può essere tagliato e preparato in diversi modi: come una bistecca, una polpetta al ragù oppure tipo spezzatino, potrete utilizzarlo esattamente come avreste usato della comunissima carne. Per cui via libera alla cottura al forno, a quella fritta ed a quella alla piastra.

Spezzatino di seitan

Nella versione più classica potrete preparare uno spezzatino di seitan con pomodoro e piselli. Se state cercando qualcosa di particolare ecco invece che si può unire il vostro seitan, tagliato grossolanamente a tocchetti, alla frutta secca ed a quella aspra. Tutto in un’ unica ricetta molto saporita ed originale.

Ragù di seitan

Fate soffriggere in un po’ d’olio il trito di carote, sedano e cipolla. Aggiungete la polpa di pomodoro ed il sale e fate cuocere per 5 minuti circa. Intanto tagliate molto finemente il seitan e quando sarà il momento potrete aggiungerlo al sugo continuando a cuocere per altri 15-20 minuti.

Polpette di seitan

Dopo aver tritato il seitan eccolo fare da protagonista nella preparazione di saporite polpette, assieme alle verdure ed il pangrattato. Per i più temerari si può aggiungere anche della frutta secca, il risultato è ottimo!

Seitan speziato

Un volta lessati cavolfiore e verza, a parte si fanno cuocere i carciofi a spicchi (col succo di limone) e le cipolle. Scolate e saltate le verdure con olio di sesamo, cumino e semi di sesamo ecco che si rosola  il seitan nel rimanente olio con aglio e salsa di soia.

Gratin di seitan

Un volta cotte le patate, andranno tagliate in fette molto sottili, così come i pomodorini. Rosolata la cipolla, va aggiunto il sale, il seitan asciugato e tagliato a striscioline, e vino da far evaporare. Con il basilico spezzettato, il seitan andrà messo in una pirofila con uno strato di patate ed uno di pomodoro (ben salati), pepe e brodo per una cottura al forno.

 

Ricette con seitan

scopri cosa preparare con il seitan

Scheda ingrediente

leggi informazioni interessanti sul seitan

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.