Come fare la vinaigrette

Come fare la vinaigrette

La vinaigrette è un classico condimento di origine francese a base di aceto, tipicamente usato per insalate, contorni di verdure o talvolta anche piatti a base di pesce o carne. Si tratta di un’emulsione tra una parte grassa (l’olio) e una parte liquida (l’aceto).
Curiosità: forse non tutti sanno che anche la maionese è un’emulsione (tra olio e limone), con l’aggiunta dell’uovo che la fa addensare ulteriormente e contribuisce a stabilizzarne la consistenza.

Con l’arrivo dei primi tepori primaverili o del caldo estivo, la voglia di piatti freschi e delicati si fa sentire. Per non parlare di quando si è a dieta o si desidera prepararsi per la prova costume: in questi casi, insalate e verdure la fanno da padrone.
Ritrovarsi però le solite due foglie di lattuga nel piatto non invoglia certo a mangiare, facendo solo sentire ancora di più la nostalgia di intingoli e manicaretti più elaborati, ma più pesanti e che meglio si adattano ai periodi invernali…

In tutti questi casi, la vinaigrette può venirvi in aiuto, fornendo un condimento semplice ma delizioso, donando gusto e aggiungendo un tocco di sapore dove ce n’è più bisogno, mantenendo però i vostri piatti sempre freschi e leggeri.

Vediamo allora insieme come prepararla!

come si fa la vinaigrette

Come si fa la vinaigrette

Innanzitutto, cos’è la vinaigrette? Essenzialmente, è una emulsione a base di olio e aceto (da cui il nome: “vinaigre” in francese significa aceto), condita con un po’ di sale. A questi ingredienti base si possono aggiungere ingredienti come senape, pepe o eventualmente spezie ed aromi a piacere.

Il semplice aceto può essere sostituito da aceto balsamico o addirittura vino bianco.
Se invece lo sostituite con succo di limone o di altri agrumi il condimento prenderà il nome di citronette (dal francese “citron”, che vuol dire limone).
Attenzione: ovviamente gli ingredienti da utilizzare andranno scelti in base alla ricetta e al vostro gusto personale. Ad esempio, l’aceto balsamico renderà i vostri piatti a base di carne estremamente pregiati, ma probabilmente mal si abbinerà a un piatto di merluzzo.
Curiosità: è possibile preparare vinaigrette ancor più particolari, sostituendo la parte liquida con succhi di frutta più dolce e delicata, come arance, clementine o addirittura le fragole. Anche in questo caso, ovviamente, attenzione agli abbinamenti!

Considerato un classico condimento da insalata, la vinaigrette si sposa perfettamente anche on piatti delicati a base di carne o pesce, di cui contribuirà ad esaltare i sapori.
Consiglio: potete usare la vinaigrette anche per far marinare carne, pesce o verdure.

Le proporzioni tipiche tra olio e aceto sono 1:2 (20 ml di aceto + 40 ml di olio) o anche 1:3 (20 ml di aceto + 60 ml di olio), ma in realtà si può variare tranquillamente in base al gusto personale.

Per fare la vinaigrette in casa dovrete:

  • Innanzitutto sciogliere il sale nell’aceto (o, eventualmente, aceto balsamico, vino o succo di agrumi). Se lo desiderate potete aggiungere anche altri ingredienti, come senape, grani di pepe, foglioline di menta fresca, peperoncino sminuzzato, e via dicendo.
  • Quindi potrete iniziare a sbattere con una frusta, aggiungendo al contempo l’olio a filo. Continuate a lavorare con la frusta fino ad ottenere un’emulsione dalla consistenza piacevole: per un risultato ottimale, olio e aceto non dovranno essere separati, ma bensì completamente emulsionati.

Trucco: se non volete perdere tempo ad emulsionare gli ingredienti insieme, infilate tutto nel mixer (o anche nel Bimby) e frullate per 30-50 secondi.
Se vi mancano sia la pazienza di emulsionare gli ingredienti con le fruste che il mixer, mettete gli ingredienti in un vasetto di vetro, chiudetelo ermeticamente e shakerate!

Attenzione: potete conservare la vinaigrette in frigorifero per 1-2 giorni in un barattolo a chiusura ermetica, ma in realtà è preferibile utilizzare subito la vinaigrette, in quanto col tempo olio e aceto tenderanno a separarsi. Ad ogni modo potete lavorarla nuovamente con le fruste prima dell’uso per riportarla alla consistenza perfetta.

Per restare in tema con la Francia… “et voilà”, la vinaigrette è pronta!

 

Ricette correlate

tante ricette

Guide correlate

qualche utile consiglio per usare la vinaigrette

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.