Come usare gli stampi in silicone

Come usare gli stampi in silicone

In cucina oramai siamo abituati a vedere utensili e materiali moderni e innovativi. Un esempio per tutti? Gli stampi in silicone. Chi di noi non è stato affascinato almeno una volta dagli stampi in silicone per forno, coloratissimi e dalle forme più varie? Tanti di voi però mi hanno consultata, nel tempo, per chiedere delucidazioni sul loro utilizzo: si possono usare nel microonde? Vanno imburrati prima dell’uso? Posso lavarli in lavastoviglie? … Ecco perché mi sono decisa a scrivere questa piccola guida, sperando che possa essere d’aiuto a quanti di voi hanno ancora qualche dubbio sugli stampi in silicone.

Gli stampi in silicone

Grazie alla caratteristica antiaderenza e alla grande resistenza termica, negli ultimi anni alle classiche teglie in metallo o pirofile in vetro sempre più persone hanno iniziato ad utilizzare gli stampi in silicone per dolci o anche ricette salate.

Uno dei grandi vantaggi rispetto agli stampi tradizionali è che sono molto flessibili e possono essere maneggiati e ripiegati su se stessi in modo da occupare meno spazio nei mobili ma soprattutto da consentire l’estrazione di fudge e dolcetti in modo facile e pratico: lo stampo resisterà senza rompersi e non rovinerà il risultato finale. Inoltre, non correte il rischio che si rompano o deformino in caso di urti o cadute.

Proprio per via della loro estrema flessibilità, alcuni brand includono nella confezione un pratico “safe ring”, un anello di supporto rigido e rimovibile, di grande aiuto quando è necessario spostare lo stampo pieno da una parte all’altra. In alternativa, estraete la griglia dal forno e riempite lo stampo solo dopo averlo poggiato su di essa.

Gli stampi in silicone sono particolarmente adatti per torte, dolcetti e cioccolatini, ma potete utilizzarli anche, ad esempio, per frittate al forno o brioche dolci e salate. Non sono invece particolarmente idonei per crostate e tartellette. Una delle loro peculiarità è proprio quella di essere disponibili nelle forme più svariate. Inoltre tendono a conferire alle preparazioni una superficie esterna particolarmente liscia, rendendole anche più semplici da decorare o glassare.

Silicone-Molds

Come si usano gli stampi in silicone

Come ho già scritto, ho già scritto, gli stampi in silicone hanno un’alta tolleranza alle temperature: infatti possono essere utilizzati all’incirca dai -40/20°C ai +220/280°C (controllate le specifiche sulle istruzioni!). Insomma, sono adatti per il forno tradizionale, ma anche per il freezer, il forno a microonde e persino la lavastoviglie.

Il primo e più importante consiglio che posso darvi è di comprare stampi di buona qualità, che rispettino le normative europee sulla sicurezza e sulle norme alimentari. Diffidate dai prodotti di scarsa qualità e a basso costo!

Per quanto riguarda i tempi di cottura o lievitazione, generalmente non ci sono differenze rispetto agli stampi normali.
O meglio: secondo alcuni, la cottura in forno con gli stampi in silicone andrebbe fatta abbassando la temperatura di circa 10°C e allungando i tempi di almeno 10 minuti. Personalmente non ho mai notato questa differenza, ma ho notato che la cottura negli stampi in silicone, a causa del diverso modo di diffondere il colore, difficilmente consente di dorare la superficie coperta.

Detto questo, che si tratti di formine, stampi per torte o pirottini in silicone, ecco il decalogo per utilizzarli al meglio.

  1. Appena acquistato, lavate bene lo stampo Bastano semplicemente sapone per i piatti e acqua, ma attenzione: NON usate le spugnette abrasive: rischiate di rovinarne la superficie!
  2. Prima del primo utilizzo, ungete lo stampo con olio o burro. Per gli utilizzi successivi, purché lo stampo sia integro e di buona qualità, non sarà necessario ripetere questa operazione (salvo magari in caso di preparazioni particolarmente delicate e con stampi dalle forme particolari, con angoli e rientranze).
  3. Gli stampi in silicone sono morbidi e flessibili, quindi fate attenzione quando li maneggiate o rischiate di rovesciarne il contenuto.
  4. NON usate mai uno stampo in silicone sulla fiamma viva!
  5. Gli stampi in silicone sono adatti anche per la cottura in microonde.
  6. Una volta cotta, fate raffreddare la vostra preparazione nello stampo: in questo modo la sformerete più facilmente.
  7. Tendenzialmente, gli stampi in silicone si riscaldano meno di quelli tradizionali e si raffreddano più velocemente, ma quando sono caldi vanno sempre maneggiati con i guanti da forno.
  8. Potete usare gli stampi in silicone in freezer senza problemi, ad esempio per preparare cioccolatini o fugde, avendo l’accortezza di spennellare l’interno con acqua prima di versare l’impasto. Per l’uso in frigorifero, spennellate l’interno con olio.
  9. NON usate coltelli o altri oggetti appuntiti, taglienti o in metallo, perché potreste rovinare lo stampo. Uno stampo in silicone graffiato o rovinato è meno efficiente e ha una minore antiaderenza.
  10. Potete lavare il vostro stampo in lavastoviglie o a mano, facendo attenzione che non entri in contatto con superfici abrasive o taglienti.

stampi in silicone

Guide correlate

qualche utile consiglio sugli stampi

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.