Cavolo nero

Cavolo nero
Cavolo nero

Il cavolo nero: cos’ è

Il cavolo nero (Brassica oleracea L. varietà acephala), chiamato anche cavolo toscano, è una delle tante varietà di cavolo  utilizzate in cucina.

Il cavolo nero: come  si presenta

A differenza degli altri tipi  di cavolo, quello nero, presenta  delle lunghe foglie di colore verde scuro, dall’  aspetto rugoso ed appuntito  e  non ha la classica testa centrale.

Il cavolo nero: diffusione  e valori nutrizionali

Il cavolo nero è una pianta tipicamente invernale, che  cresce  tenera, soprattutto in presenza di gelate, che ne rendono ancora più appetibile il sapore. Chiaramente si tratta  quindi di una coltivazione prevalentemente nordica, anche  se è poi la Toscana  a detenerne il primato in Italia. A livello nutrizionale, il cavolo nero, non si differenzia molto dalle  altre varietà. Esso è ricco di antiossidanti,  vitamina A,  C, K e di sali minerali, tra i  quali potassio, fosforo, ferro, calcio e zolfo. L’apporto calorico del cavolo nero è molto basso, come  ogni altra verdura. Il  consumo  di  questo  cavolo è vivamente consigliato, in quanto  è  efficace nella prevenzione dei tumori. Inoltre, consumarne il decotto aiuta a combattere bronchiti ed asma, aiuta contro la  stitichezza e persino l’ acqua di cottura può essere riutilizzata per trattare le infiammazioni cutanee. Infine, pare che  abbia  anche un effetto benefico sull’ umore. Molti, quando hanno mal  di pancia, preparano un frullato o un centrifugato  di cavolo nero ed è un vero toccasana per l’ apparato  digerente.

Il cavolo nero in cucina

Del cavolo nero, si mangiano prevalentemente le foglie, dopo aver tolto lo stelo. Esse possono essere bollite  o ripassate in padella, per esser servite  come  contorno o utilizzate in ricette tipiche  regionali, come la ribollita, il minestrone, i  risotti, le minestre, come  quella  di pane, la farinata e le  zuppe. Il cavolo nero, si può anche aggiungere crudo alle insalate, in questo modo, oltre  ad offrire un gusto stuzzicante, è anche depurativo per l’ organismo.

Il cavolo nero: piccola curiosità
Vera o fondata che  sia, vi è una usanza che  si tramanda  di generazioni, che  consiste nell’ applicare su una parte del corpo dolonte,  a  seguito  di una botta o in caso di  dolori articolari, di un frullato  di foglie  di cavolo nero, da fissare con un bendaggio e lasciare in posa…Tentar non nuoce!

 

Leggi tutte le ricette con cavolo nero

Ricette con cavolo nero

Ultime ricette con l'ingrediente cavolo nero

Preparazione Preparazione: 20 min Cottura Cottura: 25 min
Preparazione Preparazione: 10 min Cottura Cottura: 35 min
Preparazione Preparazione: 20 min Cottura Cottura: 55 min
Preparazione Preparazione: 5 min Cottura Cottura: 25 min

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.