Come condire gli gnocchi

Come condire gli gnocchi

Se esiste addirittura un proverbio che invita a ridere, “perché la mamma ha fatto gli gnocchi”, qualcosa vorrà pur dire! E in effetti, anche nell’esperienza personale di chi scrive (come ho raccontato qui), gli gnocchi sono una preparazione tradizionalmente collegata alla gioia e alla festa, o quanto meno così gustosa e saporita da far felice il palato! Prima di approfondire le tecniche per condire gli gnocchi, però, apriamo una rapida parentesi per chiarire alcuni concetti legati a questi pezzetti di impasto.

Come si preparano gli gnocchi

Gli gnocchi sono appunto dei piccoli pezzi di impasto, che solitamente presentano una forma tondeggiante, e che si preparano attraverso la tradizionale cottura in in acqua o brodo, per poi condirli con salse, sughi e ingredienti vari. Nel nostro Paese, i più diffusi sono gli gnocchi preparati con le patate, che hanno iniziato a farsi apprezzare sul finire dell’Ottocento e trovano eccellente condimento con preparati a base di sugo di carne o al ragù, ma anche in bianco con burro fuso e formaggio, o ancora con l'aggiunta di aromi come la salvia e spezie come la noce moscata o la cannella. Esistono poi altre varianti, come quelli preparati solo con acqua e farina o i cosiddetti gnocchi alla romana, preparati con il semolino vengono soprannominati alla romana; e vanno citati poi come ingredienti base la farina di mais, gli spinaci o la ricotta, che creano impasti gustosi e particolari anche nel colore.

Come condire gli gnocchi

Grazie alla semplicità della preparazione e al gusto saporito, che conquista anche i bambini, gli gnocchi si prestano a una serie davvero molto ampia di condimenti. Non a caso, questo piatto è considerato “comfort food” per eccellenza, in grado di nutrire e appagare, facili da cucinare (bastano pochi minuti in acqua portata a ebollizione) e da digerire, e soprattutto versatili e dai cento sapori diversi, se sappiamo condirli con sapienza. Soltanto per fare degli esempi, e restare nel campo delle idee tradizionali, vogliamo ricordare gli gnocchi al pomodoro e basilico, gli gnocchi alla “sorrentina” (con salsa al pomodoro, basilico e mozzarella o fiordilatte), gli gnocchi al ragù, per la “categoria” delle preparazioni rosse. Molte anche le ricette con gli gnocchi in bianco, come gli gnocchi con burro, salvia, noci e parmigiano; gli gnocchi con panna e champignon; gli gnocchi al tartufo; gli gnocchi alla ricotta fresca; gli gnocchi alla panna e gorgonzola; gli gnocchi allo speck e brie o gli gnocchi alla salsa di noci. Per i palati più delicati, infine, si può optare per piatti come gnocchi al pesto, gnocchi con crema di zucca o gli gnocchi con panna e salmone affumicato.

I migliori condimenti per gli gnocchi

Entriamo ora nel campo delle scelte di gusto personale, provando a fare una classifica dei migliori abbinamenti per gli gnocchi, ma soprattutto a dare qualche consiglio per aggiungere un tocco di fantasia in cucina e conquistare sempre più i palati di familiari e amici a tavola. Uno dei piatti più sfiziosi che si possono preparare con questo impasto è gli gnocchi con zucchine e pancetta, che si rivela anche semplice da preparare, così come quello che prevede l’utilizzo di panna da cucina e prosciutto cotto. Gli gnocchi di patate vanno bene con burro e rosmarino, che creano un condimento dal sapore delicato che fa risaltare il sapore gustoso delle patate. Più frizzante il gusto offerto dal mix a base di burro e menta fresca, che esalta il dolce delle patate; dall’estate all’autunno con gli gnocchi alla zucca fresca, con cui formare una salsa vellutata molto saporita,da mantecare con un po' di latte oppure della panna da cucina. Personalmente, poi, consiglio sempre di andare sul classico, come gli gnocchi al sugo di pomodoro fresco, che si rivela anche una ricetta light ma sempre di effetto e gusto.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.