Stai leggendo la guida Come fare la marmellata senza zucchero

Come fare la marmellata senza zucchero

La marmellata è una delle preparazioni dolci più utilizzate in assoluto. Essa  si può utilizzare per accompagnare i formaggi,  farcire golose crostate  e torte o per preparare dei fragranti biscotti, come i classici occhi di bue, o ancora, possiamo apprezzarla  a colazione o a merenda, spalmata sulle fette di pane o sulle fette biscottate, per cominciare la giornata con un pasto bilanciato e gustoso.

La marmellata fatta in casa è una delle  conserve più preparate in assoluto, questo perchè, realizzandola  con le nostre mani, abbiamo la possibilità di ottenere un prodotto davvero genuino. Possiamo impiegare materie prime  di ottima  qualità, come  quelle bio, provare abbinamenti insoliti e, cosa più importante, il tutto, senza utilizzare coloranti e  conservanti e volendo, omettendo lo zucchero.

Le marmellate che troviamo in commercio, sono notoriamente preparate con una percentuale molto elevata di zucchero e, salvo rari casi, dove non vi sono zuccheri aggiunti, o nel caso delle  composte, le  quali ne contengono una piccola  quantità, questo non ci fa di certo bene alla salute. Oggi le persone sono fortunatamente più informate e  consapevoli, rispetto a  quello che  consumano  e  a  quello che danno da mangiare alla propria famiglia ed in particolare ai bambini ed ormai è noto a  tutti che lo zucchero, specie quando raffinato o utilizzato in grossi quantitativi, fa molto male.

Come fare la marmellata senza zucchero

Forse non ci avevate già pensato, ma è possibile preparare la marmellata  senza zuccheri aggiunti, in casa. Esistono infatti, frutti naturalmente più zuccherini di altri. Preparare dunque una marmellata  di fragole, fichi, prugne, mele, albicocche e  cachi senza zucchero, o altri dolcificanti, è una scelta decisamente vincente, questo tipo di frutta infatti, è molto ricca di fruttosio naturale, gli zuccheri della frutta.

La scelta della frutta da utilizzare deve essere attenta, vi consigliamo di utilizzare i frutti più maturi ( e  quindi zuccherini), ma non intaccati, meglio se non trattati. Indipendentemente dalla frutta che abbiamo scelto per la nostra marmellata, dovremo comunque aggiungere una mela tagliata a pezzetti, per ogni mezzo chilo di frutta utilizzata, questo perchè, la mela è un frutto naturalmente ricco di pectina, un addensante naturale.

La marmellata fatta in casa (sia senza che  con lo zucchero), prevede degli step obbligati; uno di questi è senza dubbio la sterilizzazione dei barattoli di vetro e dei coperchi.  Dopo aver lavato ed asciugato i vasetti, li disporremo in un tegame, dove abbiamo sistemato un canovaccio  e versato dell’ acqua. Quindi portiamo su fuoco fino all’ ebollizione. Estrarremo i barattoli dall’acqua quando  si sarà raffreddata.  La sterilizzazione è necessaria per evitare la formazione di muffa e batteri.

Per preparare la vostra marmellata, vi servirà tutto l’ occorrente, ovvero, 1 kg di frutta matura a  scelta, 1 bicchiere di acqua, 2 mele tagliate a pezzetti, il succo di un limone, spezie a  scelta e barattoli di vetro sterilizzati.

Selezionate i frutti maturi migliori e lavateli con cura, quindi asciugateli. Sbucciate la frutta (se essa è biologica, potrete anche lasciarla) e tagliatela a pezzetti. Ora  adagiatela in un recipiente e versatevi qualche cucchiaio di  succo di limone, affinchè essa non si annerisca e lasciatela a macerare  per un ora. Vediamo insieme ora il procedimento.

Dopo la macerazione, trasferite la frutta in una pentola e portatela  sul fornello acceso  a fiamma bassa. Unite le spezie prescelte (cannella, vaniglia ecc..) e il bicchiere d’ acqua, quindi  lasciate cuocere per circa 45 minuti. Seguite la cottura della marmellata, mescolando con un cucchiaio di legno  di tanto in tanto. Quando la marmellata sarà pronta, versatene un goccio in un piattino per valutare se la consistenza  è quella desiderata. Se essa è troppo liquida, potete aggiungere 1 cucchiaino di succo di limone, per ogni kg di frutta e riportare sul fuoco, fino all’ ebollizione. Se preferite una consistenza più liscia ed omogenea, potrete frullare la marmellata, oppure, se gradite i “pezzettoni”, lasciatela così. Versate la marmellata ancora bollente direttamente nei barattoli e chiudeteli immediatamente. I barattoli chiusi, vanno capovolti e poggiati su di un piano, affinchè si crei il sottovuoto per la conservazione. Lasciateli così per almeno 48 ore, trascorse le  quali, potrete trasferire in dispensa.

Per quanto  riguarda la conservazione in dispensa, considerate che la marmellata fatta in casa senza zucchero, a  differenza di quella solita, che  si conserva anche per un anno, dura molto meno. Non preparatene  dunque grossi quantitativi, se non prevedete di consumarla  nel giro di 3-4 mesi. Una volta  aperta invece, va conservata in frigo e deve essere  consumata nel giro di una settimana.

 

 

 

 

 

 

 

ricette con marmellata

scopri cosa preparare con la marmellata

guide correlate

qualche utile consiglio sulla marmellata
Come fare la marmellata

Come fare la marmellata

Partiamo da un presupposto che a molti non piacerà: la marmellata (quella dolcissima preparazione semisolida a base di frutta e [...]
Come sterilizzare i vasetti per le conserve

Come sterilizzare i vasetti per le conserve

Come sterilizzare i vasetti Uno dei procedimenti fondamentali per la preparazione delle conserve, che siano esse marmellate, salse, o verdure [...]
Differenza tra marmellata e confettura

Differenza tra marmellata e confettura

Quando parliamo di marmellate e  confetture, subito immaginiamo golosi dolci e crostate farcite, così  come biscotti o del semplice pane o fette [...]

scheda ingrediente

leggi informazioni interessanti sulla marmellata
Marmellata

Marmellata

La marmellata è quel composto preparato con zucchero e pezzetti di frutta, fatti cuocere assieme per molto tempo per trasformarsi [...]