Topinambur

Topinambur
Topinambur

Cos’è il Topinambur:
Il topinambur, il cui nome scientifico è Helianthus Tuberosus, è una pianta che appartiene alla famiglia delle Asteraceae.
Il singolare nome deriva da tribù brasiliane, in quanto si riteneva erroneamente che provenisse da quelle zone ma in realtà,  il topinambur, chiamato anche rapa tedesca, tartufo di canna o carciofo di Gerusalemme,  è originario del Nord America ma possiamo trovarlo anche in Europa, Italia compresa. Si tratta di una pianta perenne con le gemme rivolte verso il basso e dalle foglie ruvide con contorno seghettato. I suoi fiori sono spesso scambiati per quelli di girasole, sia per il colore giallo sia perché seguono il cammino del sole. Chi lo definisce come un tubero, chi come un rizoma irregolare e nodoso, il topinambur si adatta facilmente a diversi tipi di terreno per la sua crescita, anche se predilige quelli umidi e possibilmente in prossimità delle felci.

Come utilizzarle il topinambur in cucina:
Si raccoglie in inverno e può essere utilizzato in diverse semplici ricette, che siano vegetariane o meno, essenzialmente quasi tutte quelle in cui prepareremmo delle comuni patate. Simile a quest’ultima, ma  più duro e granelloso, questo tubero è penalizzato per la sua scarsità di amido. Ha un sapore che ricorda quello del carciofo ed, una volta sbucciato ed affttato facilmente si ossida, per cui è consigliabile immergerlo in acqua e limone per bloccare questo processo. Può essere consumato anche crudo come spezza-fame (grazie alla presenza dell’inulina) grazie alle sue poche calorie: solo 70 ogni 100 grammi.  Dal suo tubero è possibile anche ottenere farina per uso alimentare.
Fritto, in padella, in purea, risotti, crudo in insalata o a fettine con sale, prezzemolo, olio e limone il tapinambur può esssere  mangiato anche da celiaci vista la sua totale assenza di glutine.

Benefici del topinambur:
Gli vengono invece attribuite diverse proprietà benefiche: è diuretico, favorisce la secrezione biliare verso l’intestino, aiuta nella digestione e rinforza l’ organismo. Pare che tra  le proprietà più apprezzate del topinambur ci sia proprio quella di diminuire l’appetito, regolarizzando i ritmi glicemici, ragion per cui è molto consigliato per l’alimentazione di coloro che soffrono di diabete, obesità o desiderano comunque tornare in forma, infatti aiuta anche a ridurre l’ assorbimento degli zuccheri.  Le sue radici sono, inoltre, in grado di aumentare la secrezione di latte nelle donne che allattano.
Questo tubero è oltretutto molto ricco di sali minerali (fosforo, magnesio, potassio, silicio, ferro) vitamine (A, B, H), acqua (80% del contenuto), fibre ed aminoacidi ed aiuta le donne in allattamento ad aumentare la produzione di latte. Per tutte le sue benefiche proprietà, possiamo anche considerarlo un ricostituente in caso di anemia o spossatezza fisica apportano e tutti questi benefici con soltanto 30 calorie ogni 100 grammi.

Coltivazione:
ll topinambur può essere coltivato sia in orto che in vaso, richiedendo molto spazio di profondità. Prendendo dei tuberi germogliati, sarà necessario interrarli, a fine inverno, a circa 15 cm su un fondo di ghiaia, utile per il deflusso dell’acqua. E’ molto importante che i tuberi siano distanti tra loro vista la rapidità con cui crescono. Il raccolto avviene in autunno ed inverno, quando noteremo la vegetazione esterna che inizierà a seccare.
Il topinambur non richiede grandi manutenzione ma è particolarmente soggetto a parassiti ed insetti, oltre che ai roditori che possono danneggiare il tubero.

Piccola curiosità:
Una volta cotta la polpa del topinambur può essere impastata con olio d’oliva per utilizzarla come crema di bellezza del corpo facendone impacchi su mani e piedi per circa mezz’ora.

 

Leggi tutte le ricette con topinambur

Ricette con topinambur

Ultime ricette con l'ingrediente topinambur

Preparazione Preparazione: 20 min Cottura Cottura: 25 min
Preparazione Preparazione: 10 min Cottura Cottura: 30 min
Preparazione Preparazione: 10 min Cottura Cottura: 30 min
Preparazione Preparazione: 15 min Cottura Cottura: 30 min
Preparazione Preparazione: 10 min Cottura Cottura: 30 min
Preparazione Preparazione: 15 min Cottura Cottura: 25 min

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.