Stai leggendo la guida Come cucinare i cannolicchi

Come cucinare i cannolicchi

Se avete comprato dei cannolicchi e non sapete come pulirli e cucinarli, in questa guida vi spiegherò nel dettaglio come fare dandovi consigli utili per impiegare questi deliziosi frutti di mare nella vostra cucina.

I cannolicchi (solen marginatus), si chiamano anche cappelunghe e si tratta di molluschi che vivono nella sabbia, amatissimi in cucina. Questi frutti di mare si acquistato vivi in pescheria, ma volendo, anche surgelati, al supermercato. I cannolicchi di mare, si possono cucinare in vari modi, si tratta infatti di un prodotto molto versatile, da cucinare in padella, al forno per il sughetto di pasta o risotti, o volendo, anche crudi.

Come si puliscono i cannolicchi

Pulire i cannolicchi è molto semplice, proprio come gli altri frutti di mare, prima di cucinarli, bisogna far spurgare e pulire i cannolicchi, affinchè si purifico dalle tracce di sabbia, che rovinerebbero le nostre portate. Bisogna quindi immergerli in acqua di mare (o acqua e sale), in piedi, con il sifone rivolto verso l’ alto e tenerli in questo modo per almeno un’ora, tempo necessario per far fuoriuscire tutta la sabbia dai molluschi.

1b pulire cannolicchi
Inoltre non basta lasciarli solo a bagno, dovremo anche eliminare la sacca intestinale. I molluschi vanno aperti, va spostato il piede e staccare la sacca nera, delicatamente, quindi risciacquare abbondantemente sotto l’ acqua per eliminare la sabbia residua.

Se invece avete acquistato cannolicchi surgelati non dovrete spurgarli, ma rimuovere solo la sacca intestinale. Prestate invece attenzione nello scongelarli (trasferiteli dal congelatore al frigo 12 ore prima della preparazione), poi apriteli delicatamente, rimuovete la sacca intestinale e sciacquateli abbondantemente sotto l’acqua corrente.

Come si cucinano i cannolicchi

Se non avete intenzione di servirli crudi, cosa che potete fare solo se i frutti di mare sono freschissimi e di certa provenienza, una volta puliti i cannolicchi, non vi resterà che cucinarli per insaporire sia primi piatti, che portate da servire come antipasto o secondo piatto. Possiamo come cucinare i cannolicchi di mare alla piastra, in padella, al forno al gratin ecc.. Ecco alcune ricette tra le mie preferite.

Cannolicchi alla piastra

Per cucinare i cannolicchi alla griglia dobbiamo mettere a riscaldare una bistecchiera a fiamma viva, quindi posizioniamoci sopra i cannolicchi (con il frutto rivolto verso l’ alto) e lasciamoli cuocere per 3-5 minuti, a seconda della grandezza dei molluschi. Durante la cottura, aggiungete pepe e pochissimo sale, quindi impiattate le cappelunghe, condite con olio ed aggiungete un trito di prezzemolo fresco.

Cannolicchi gratinati

Una ricetta decisamente succulenta, che possiamo servire sia come antipasto che secondo piatto, sono i cannolicchi al gratin. Per cucinare i cannolicchi al forno, dovremo pulirli, come abbiamo visto in precedenza, poi, con l’ aiuto di un coltellino, togliamo il mollusco dalle valve (facendo attenzione a non romperle) e sciacquiamo ancora sotto l’ acqua. Ora rivestiamo una pirofila con alluminio e posizioniamoci sopra i frutti di mare. Mescolate in una ciotola pangrattato, olio, aceto, erbe aromatiche tritate, sale e pepe e disponete il composto a cucchiaiate sui cannolicchi. Cuoceteli quindi al forno per circa dieci minuti e servite caldi.

Pasta con cannolicchi

La pasta ai cannolicchi è un primo piatto perfetto per il pranzo della domenica, o se si hanno ospiti graditi. Si tratta di un primo piatto prelibato, ma che si prepara in pochissimo tempo, molto facilmente. Lasciateli  a bagno tin acqua e sale, poi, al momento di cucinarli, dovremo prendere una padella, portarla sul fuoco e lasciarla riscaldare. Quindi disponiamo i cannolicchi, un bicchiere d’ acqua e copriamo con il coperchio. Lasciamo cuocere, fino all’ apertura delle valve. Quando si saranno aperti, sgusciatene una parte, filtrate l’acqua di cottura e mettetela da parte. Nel frattempo mettete a cuocere la pasta. In una padella, versate dell’ olio, l’aglio e il peperoncino, quindi unitevi i cannolicchi. Dopo qualche minuto, sfumate con il vino bianco e fatelo sfumare. Aggiungete poi il prezzemolo tritato e il liquido di cottura dei cannolicchi. Scolate la pasta al dente e versatela nella padella con i cannolicchi, mescolate e servite con un po di prezzemolo fresco tritato.

Cannolicchi in padella

Per preparare un antipastino coi fiocchi, posiamo cucinare i cannolicchi al tegame, dobbiamo tritare l’aglio e farlo rosolare in padella con dell’oli. Dopo qualche minuto, eliminiamo l’ aglio e aggiungiamo i cannolicchi, quindi aggiustiamo di sale e pepe. Copriamo con il coperchio e lasciamo cuocere a fuoco vivo per 5 minuti. Appena pronti, adagiamoli su di un piatto da portata, guarniamo con un trito di prezzemolo e serviamo velocemente.

ricette con cannolicchi

scopri cosa preparare con i cannolicchi
Linguine con frutti di mare e friarielli

Linguine con frutti di mare e friarielli

Buongiorno a tutti, questo venerdì vi lascio una ricetta per preparare delle linguine con i frutti di mare ed i [...]

scheda ingrediente

leggi informazioni interessanti sui cannolicchi
Cannolicchi

Cannolicchi

I cannolicchi: cosa sono Il cannolicchio, conosciuto anche come cappalunga è un mollusco che vive ad elevate profondità ( oltre [...]