Uova di quaglia

Uova di quaglia
Uova di quaglia
Condividi

Piccole ma preziose, le uova di quaglia sono una tipologia di alimento che fa parte della storia e della tradizione gastronomica italiana, grazie anche a una serie di proprietà nutritive davvero rilevanti, pur essendo meno diffuse delle comuni uova di gallina, anche per fattori di tipo culturale oltre che di reperibilità e prezzo.

Cosa sono le uova di quaglia

Dal punto di vista generale, l’uovo di quaglia è prodotto dalle quaglie a testa bruna allevate come pollame e si mostra più leggero, più delicato e con un minore contenuto di colesterolo rispetto a quello di gallina e si differenziamo molto anche alle uova di struzzo, di tacchina o di oca; per quanto riguarda l’aspetto, invece, sono immediatamente riconoscibili per forma e colore, perché sono piccole, tondeggianti e con guscio picchiettato di scuro, in genere di sfondo grigio o beige e vari puntini con sfumature di marrone. In termini pratici, un uovo di quaglia pesa circa 20 grammi con guscio e 10 una volta sgusciato, e quindi si calcola che rappresenti un quinto del peso medio di un uovo di gallina.

Le proprietà delle uova di quaglia

I vantaggi nutrizionali di questo alimento sono molteplici: innanzitutto, è un cibo ricco di proteine ad alto valore biologico, minerali e vitamine specifiche che determinano effetti positivi sulla salute e sul benessere di chi le assume, e sono ritenute anche un alleato per chi soffre di allergia ai pollini, prestandosi comunque senza rilevanti difficoltà a essere inserite nella maggior parte dei regimi alimentari, con le dovute precauzioni.

Come cucinare le uova di quaglia

In genere, le uova di quaglia si prestano bene a ogni tipo di ricetta e di preparazione gastronomica, da eseguire utilizzando gli stessi metodi di cottura delle altre tipologia di uova; pertanto, possiamo cucinare le uova di quaglia sode, che sono apprezzate anche per la componente decorativa, ma anche frittate, alla coque, all’occhio di bue, impiegarle per dolci o tagliatelle o cimentarsi in cotture intermedie, con albume sodo e tuorlo morbido, che però possono riservare criticità per chi non è particolarmente esperto. Molto diffuse sono anche le uova di quaglia crude, come nella ricetta delle uova di quaglia all’ostrica (con semplice aggiunta di un pizzico di sale e limone), ma per questioni igieniche sarebbe bene evitarne il consumo in gravidanza, nella prima infanzia e in condizioni di immunosoppressione.

Consigli per pulizia e conservazione

Essendo di dimensioni piccole, la preparazione e la cottura delle uova di quaglia necessita di tempi decisamente inferiori, mentre è forse più complessa l’operazione di apertura e pulitura: la membrana interna di questo prodotto è dura e resistente, ed esercitare una pressione eccesiva rischia di frantumare il guscio. Per questo, si consiglia di procedere con un coltello a seghetta per incidere metà del guscio esterno prima di procedere con la forza delle mani, come con le uova tradizionali.

Per la conservazione invece non ci sono grosse difficoltà: questo prodotto può essere mantenuto fino a 15 giorni in frigorifero.

Piccola curiosità

Come detto, un uovo di quaglia pesa cinque volte meno di un uovo di gallina medio: questo significa, dunque, che chi vuole realizzare ricette con uova di quaglia al posto di quelle comuni deve presentare attenzione alle dosi e valutare un rapporto di 5 a 1.

Leggi tutte le ricette con uova di quaglia
logo

Ricette con uova di quaglia

Ultime ricette con l'ingrediente uova di quaglia

Spiedini con uova di quaglia
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 10 min
Insalata di fichi
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 10 min
Conchiglie di pasta frolla salata
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 30 min
Insalata di bulgur e albicocche
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 10 min
Insalata con salmone e uova
  • Preparazione: 25 min
  • Cottura: 5 min
Uova di quaglia impanate e fritte
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 5 min

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mia newsletter per essere sempre informati sulle ultime novità