Come farcire le piadine

Come farcire le piadine

È uno dei piatti tipici regionali più amati, capace di unire la tradizione storica della cucina italiana con le più moderne tendenze dello street food e della ricercatezza gastronomica: da piatto povero e semplice romagnolo ed emiliano, la piadina è diventato uno dei simboli del mangiar bene italiano anche per la sua estrema versatilità, perché si adatta a tantissime preparazioni, sia salate che dolci, e ai gusti di tutti. Oggi scopriamo come farcire le piadine, con consigli facili e veloci per preparare in casa questa pietanza.

La ricetta della piadina

Uno dei motivi per cui la piadina piace tanto sta anche nella sua semplicità: come sappiamo, la ricetta classica prevede l'utilizzo di pochi ingredienti - cioè farina di grano, strutto, bicarbonato di sodio, sale e acqua - e tra preparazione e cottura servono appena 30 minuti per fare le piadine in casa (che sono quindi anche un piatto salva-cena dell'ultimo momento!). Inoltre, ci sono tante varianti, come le piadine senza strutto ma con olio, o ancora le piadine light all'acqua, le piadine integrali con farine speciali e così via.

La versatilità della piadina

Ma la piadina si fa apprezzare e preferire anche per la sua versatilità nei menu: è sicuramente un piatto unico, soprattutto quando si utilizzano condimenti sostanziosi per la farcitura, ma se la tagliamo a triangoli o fette piccole può diventare anche uno sfizioso stuzzichino per un aperitivo goloso, una portata del buffet di antipasti, un dessert veloce o può addirittura sostituire il pane se scegliamo di non aggiungere alcun ripieno.

Come farcire le piadine, tante possibilità per tutti i gusti

E questo solo per fermarci all'impasto di base, che rappresenta per così dire l'involucro che accoglierà gli ingredienti per farcire le piadine: e qui possiamo davvero sbizzarrirci con scelte di ogni tipo, secondo le ricette più classiche o le combinazioni più originali, cercando di accontentare chi ha un palato raffinato o segue regimi dietetici particolari, o ancora chi ha adottato uno stile di vita vegetariano.

I consigli per farcire le piadine

A prescindere dalla ricetta che scegliamo di preparare ci sono comunque alcuni accorgimenti e consigli per farcire le piadine che possono essere utili in tutte le situazioni: innanzitutto, per la cottura bisogna usare il testo romagnolo o una padella antiaderente, che deve essere ben calda prima di accogliere la piada, che andrà lasciata un paio di minuti prima di voltarla; a questo punto, trascorso almeno un minuto, si potrà sistemare il primo ingrediente (in genere un formaggio) per farlo aderire al meglio, spegnendo il fuoco e continuando l'operazione di farcitura con gli altri elementi.

Piadine farcite, i trucchi per ottenere ottimi risultati

Un fattore fondamentale per farcire bene le piadine è non esagerare con il condimento: bisogna cercare di coprire solo metà della sfoglia con gli ingredienti, lasciando vuota l'altra parte. Così sarà facile ripiegare e congiungere le due metà sia per mangiarle che per tagliarle nelle modalità preferite senza che la farcitura scappi via. Importante è anche non cuocere troppo la piadina, che deve restare morbida e non diventare troppo croccante. Ad ogni modo, c'è anche chi preferisce condimenti più ricchi e mangiare la piadina arrotolata come fosse un kebab o una pita greca.

Le ricette classiche di piadine farcite

La versione più tradizionale di piadina farcita è quella che vede protagonisti tre alimenti tipici dell'Emilia Romagna, terra ricca di prodotti gustosi e di alta qualità: la piadina più famosa è farcita con prosciutto crudo di Parma, formaggio squacquerone e rucola, ed è un trionfo di sapori nella sua semplicità. A partire da questa versione, poi, si possono trovare tante varianti che sfruttano l'abbinamento piadina+formaggio+salume+verdura, la soluzione più pratica e veloce per farcire questo piatto tipico.

Le piadine farcite con i salumi

Soltanto concentrandoci sull'Emilia Romagna troviamo tantissimi salumi DOP che possono diventare ingredienti per farcire le piadine: dal citato prosciutto crudo alla Mortadella Bologna, dal Salame di Felino alla Coppa Piacentina, dal Culatello di Zibello alla Spalla di San Secondo, ma ovviamente si possono utilizzare anche altri prodotti affettati in base ai nostri gusti, come la bresaola, il prosciutto cotto, lo speck, la fesa di tacchino e così via.

Come farcire le piadine con i formaggi

Altrettanto ampia la scelta per quanto riguarda i formaggi, che possono essere sia un accompagnamento dell'ingrediente principale che un elemento forte in se stesso. Nel primo caso, andremo a scegliere dei formaggi dal gusto meno intenso, preferibilmente spalmabili o comunque che si possono fondere con la piadina e creare un mix perfetto con gli altri prodotti della farcitura: oltre allo squacquerone citiamo il brie, la scamorza (dolce o affumicata), la provola, la crescenza, lo stracchino, la robiola, la Philadelfia, la ricotta e tanti altri. Se invece il formaggio è il protagonista della farcitura, bisogna usare qualcosa dal gusto più deciso come il Gorgonzola, la burrata, il taleggio, il Parmigiano, la groviera, la mozzarella e così via, magari unendo anche questi ingredienti per preparare una golosa piadina ai 4 formaggi.

Le verdure per farcire le piadine

Essendo una base molto versatile, come detto, la piadina si accompagna bene praticamente a ogni tipo di verdura e ortaggio, sia cotto (verdure grigliate, al forno, in padella) che crudo; anche in questo caso possiamo sbizzarrirci a utilizzare questi ingredienti come elemento di accompagnamento della farcitura o, al contrario, come protagonista della ricetta, magari per creare piadine vegetariane o piadine vegane (ovviamente scegliendo una variante vegana della ricetta classica).

Tra le verdure di accompagnamento possiamo includere la citata rucola, il songino, il crescione, il sedano, le zucchine, i pomodori, il mais, mentre tra quelle che possono diventare elemento centrale della piadina vanno segnalati peperoni, melanzane, zucca, patate e tanto altro ancora, senza mettere alcun limite alla fantasia e alla propria voglia di sperimentare e creare ricette di piadine light o più golose.

Idee per farcire le piadine

Fin qui abbiamo parlato delle tipologie di ingredienti più comunemente utilizzati per farcire le piadine, ma le varianti sono quasi infinite, date le caratteristiche di questo piatto tipico che è simile al pane; per chi vuole preparare un piatto unico, in particolare, gli ingredienti possono essere sia di terra e di carne che di mare, come pollo (arrosto, alla griglia o al forno), tonno, salmone, gamberetti o salsicce. Un'idea sfiziosa e golosa è quella di utilizzare creme e salse per farcire le piadine (magari al posto del formaggio): salsa tonnata, maionese, pesto di basilico, pesto di pistacchi, salsa chili, guacamole sono solo alcune delle varianti a disposizione.

Come farcire le piadine dolci

Ma dicevamo che non esistono solo le piadine salate, perché questo impasto si adatta bene anche a essere farcito con condimenti dolci, dando vita a un dessert goloso o a uno snack da mangiare anche quando si è in giro, per la praticità di trasporto e di morso del piatto. Anche in questo caso non c'è limite alla fantasia e agli sfizi che ci possiamo concedere per preparare piadine dolci: basta una crema spalmabile al cioccolato per creare una merenda perfetta per tutti! Oppure, si possono usare crema pasticcera, panna montata, marmellata, miele e abbinarli a ingredienti come frutta fresca, lamelle di mandorle, granella di nocciole e così via per inventare una ricetta di piadina dolce farcita a proprio piacimento.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.