Taralli sugna e pepe

Ricetta Taralli sugna e pepe di  del 15-06-2009 [Aggiornata il 15-04-2020]
5 /5 VOTA

I taralli sugna e pepe (o a dirla alla napoletana taralli 'nzogna e pepe) sono dei biscotti secchi salati tipici napoletani, la loro particolarità sta nel connubio del gusto dolce delle mandorle che si unisce al sapore piccante del pepe. Questi taralli hanno una storia antichissima, quando i fornai intrecciavano gli avanzi del pane al quale aggiungevano sugna e pepe e ne facevano biscotti,pur di non buttare "lo sfriddo" (gli avanzi), dall'800 ai classici taralli nzogna e pepe si è aggiunta la mandorla ed è sotto questa veste che si conoscono oggi questi taralli napoletani.

  • Dosi per 12 taralli:
  • Tempo di preparazione preparazione: 20 min
  • Tempo di cottura cottura: 25 min
  • Tempo totale totale: 45 min
Taralli sugna e pepe
Taralli sugna e pepe
Procedimento

Come fare i taralli sugna e pepe

Preparate un lievitino miscelando la farina, il lievito e l' acqua, lo zucchero e fate lievitare per 1 ora.

Nel frattempo mettete le mandorle su una teglia da forno e tostatele a 200° in forno già caldo per 2-3 minuti. Sfornatele, fatele intiepidire e frullatele per ottenere una granella grossolana.


Aggiungete al lievitino la restante farina, la restante acqua, il sale, il pepe, le mandorle tritate e lo strutto. Lavorate l'impasto per far amalgamare tutti gli ingredienti, ma mi raccomando di non impastare troppo, altrimenti i taralli verranno gommosi .

Dividete l'impasto dei taralli a pezzetti e formate dei cordoncini lunghi una ventina di cm
Attorcigliate 2 cordoncini alla volta a spirale.

Richiudeteli alle estremità ottenendo così delle ciambelline che andrete a posizionare su una placca da forno rivestita di carta forno distanziate le une dalle altre.

Inserite sulla superficie di ogni tarallo le restanti mandorle che avrete bagnato con l'acqua e lasciate lievitare i taralli sugna e pepe al coperto per 2 ore. Non lieviteranno molto, è normale.

Splamate i taralli con lo strutto. Infornate i taralli sugna e pepe in forno già caldo a 160°C e cuocete per 45 minuti, o finché non risulteranno dorati.

Sfornate i taralli sugna e pepe, lasciateli raffreddare e serviteli accompagnati ad una birra fredda.

Ricette correlate

Ricette simili a Taralli sugna e pepe

Raccolte di ricette

Ricettari con Taralli sugna e pepe

Lascia un commento

Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.

Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Taralli sugna e pepe

  1. Utente
    Commento di Taralli sugna e pepe 9 Agosto 2020 1:34 pm

    Ricetta perfetta. Sono venuti buonissimi!!!!

  2. Utente
    Commento di Svetlana 23 Aprile 2020 8:55 pm

    👍👍👌Ottimi! Grazie mille per la ricetta e per vostro impegno!!! (fatto sta sera e stati “spazzolate “!

  3. Utente
    Commento di Anna 14 Aprile 2020 7:56 pm

    non ho il forno ventilato, mi puoi indicare i tempi e la temperatura per il forno statico?

  4. Utente
    Commento di Angela 29 Ottobre 2015 8:35 pm

    @mama … e la farina “0” o “00”, visto che è stato posto il problema?????

  5. Utente
    Commento di Angela 29 Ottobre 2015 8:29 pm

    @mama Ma la prima cottura va fatta a 160° per 30 minuti? poi la seconda a 100°fino a croccantezza?

  6. Utente
    Commento di Lucia 11 Ottobre 2013 7:17 pm

    Misya ma hai riscritto la ricetta dei taralli?
    Vedo che gli ingred sono diversi e la foto finale anche…

  7. Utente
    Commento di liliana 28 Marzo 2013 8:06 pm

    Appena terminati ora 2 ore c.a. a lievitare e poi in fornoooooooooo, che belli che sono =)

  8. Utente
    Commento di mario 4 Febbraio 2011 4:53 pm

    i taralli hanno delle regole INFRANGIBILI ! ! !
    1- usare SOLO farina 0
    2- il pepe nero va macinato al momento ed a grana medio-grossa
    3- lo strutto va calcolato al 25 % del peso della farina
    4- le mandorle NON DEBBONO essere pelate, ed il 30% di esse,va macinato grossolanamente nell’impasto,il resto inserito intero prima della lievitazione dei taralli formati,
    5- ricordarsi che si tratta di BISCOTTI, qindi hanno bisogno
    SEMPRE della 2^ cottura ( biscottatura…)
    SENZA QUESTI PASSAGGI CANONICI, MA CHE TARALLI VI HANNO RIFILATO ? CERTO, CHI SI CONTENTA…GODICCHIA.
    mario da napoli

  9. Utente
    Commento di laura 22 Dicembre 2010 5:50 pm

    cara misya, questi taralli li ho provati e sono strepitosi come tutte le tue ricette che nel tempo sono aumentate. brava, continua così

  10. Misya
    Commento di Misya 4 Maggio 2010 3:08 pm
10 di 23 commenti visualizzati

Altre ricette di Ricette napoletane

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità.