Questo sito contribuisce alla audience di donnamoderna.com
Stai leggendo la ricetta Omelette in a bag

Omelette in a bag

Omelette in a bag
Omelette in a bag
  • preparazione: 10 min
  • cottura: 20 min
  • totale: 30 min

L'omelette in a bag è la ricetta di una classica frittata ben saporita, preparata e cotta però all'interno di una bag con zip lock. Dopo aver fatto la Challah in a bag non potevo non provare anche la versione dell'omelette, un modo pratico per non sporcare tutto ciò che normalmente si utilizza per prepararla. L'unica accortezza che dovrete avere per  realizzare questa ricetta è quella di utilizzare una bustina per alimenti adatta alla cottura ad alte temperature, i supermercati più forniti ne hanno di diverse marche ;)

Procedimento

Come fare l'omelette in a bag

Tagliate in piccoli pezzi la scamorza, il prosciutto, il prezzemolo e la cipolla.
1 tagliare prosciutto e formaggio

Mettete all'interno della bag le uova ed aggiungete quindi gli ingredienti appena tagliati, oltre a sale e pepe.
2 aggiungere formaggio prosciutto

Richiudete bene ed iniziate ad amalgamare il tutto con una leggera pressione delle dita.
3 mescolare ingredienti

Mettete ora la busta all'interno di una pentola con acqua già calda e fate cuocere per 20 minuti.
4 cuocere in acqua bollente

La vostra omelette in a bag è pronta per essere portata in tavola.
omelette in a-bag
omelette in a bag

TAGS: Ricette di Omelette in a bag | Ricetta Omelette in a bag | Omelette in a bag 

Ricette correlate

Ricette simili a Omelette in a bag
Lascia un commento
Lascia il tuo commento se hai provato la ricetta, se vuoi un chiarimento prima di cimentarti nella realizzazione del piatto o semplicemente per lasciare il tuo saluto.
Vota la ricetta:

I vostri commenti

Lascia il tuo commento su Omelette in a bag
  1. Commento di Misya — 13 giugno 2017 @ 9:35 am

    @Jenny Sì, se sono indicati per alimenti e cotture a temperature elevate.

  2. Commento di Jenny — 12 giugno 2017 @ 9:24 pm

    Ciao! Posso usare i sacchetti Ikea simili a quelli che hai usato tu nella riccetta?

  3. Commento di Chicca — 5 aprile 2017 @ 9:14 am

    scusate gli errori testuali di ortografia, ma scrivo velocemente con mia figlia in braccio

  4. Commento di Chicca — 5 aprile 2017 @ 9:12 am

    @Ivana a te ea tutte le cucine, non capisco cosa ci sia di male a dire che una persona è accorto di idee. Non è offensivo, non l’ho aggredita, ho solo espresso un mio parere tranquillissimo. Non è ripeto che tutto ciò che mi sia cucina deve per forza piacere punto vi state scaldando più voi che lei, questo fanatismo onestamente non lo capisco. Tante volte a me dicono che una cosa che cucino non è buona, oppure una melodia che suona la chitarra non è fatta bene, ma mica mi offendo. Neprendo spunto, se voglio continuare per la mia strada continuo, se voglio cambiare cambio, non è certo un commento o una valutazione che mi fa desistere dalle mie idee. Secondo me dovresteun pochino rilassarvi tutte, io non ho detto nulla. Testimonianza ne è che mysia non ha proferito parola.

  5. Commento di Roberta — 4 aprile 2017 @ 2:44 pm

    Concordo in pieno Denise

  6. Commento di Denise — 1 aprile 2017 @ 7:35 pm

    Questo tipo di cottura viene usata da molti chef, non ci faranno le omelette, ma è piuttosto conosciuta ed innovativa, non é “Un’americanata” basterebbe cercare su Google invece di dare giudizi a mio parere, scortesi e al quanto offensivi. Dietro al lavoro di Flavia si vede da sempre che c’è grande ricerca e dedizione se non vi piace semplicemente passate alla prossima ricetta! Brava Flavia continua a sperimentare!

  7. Commento di Roberta — 28 marzo 2017 @ 1:53 pm

    La gente prima commenta in modo quasi non carino di dire le cose,tipo corto di idee e de proprio vero che ci son modi e modi di dire le cose,poi come gli fai un osservazione a loro son quasi i primi ad offendersi e non dover dire a loro un parere però loro possono permetterselo,imparate a rispettare le idee altrui,dire il proprio pensiero va bene,ma con moderazione…e poi penso che si sia ben documentata per questo tipo di prepararazione,Flavia ti ammiro tantissimo perché non ostante tutto riesci a sdrammatizzare commenti non piacevoli,e ci metti tutto il cuore e passione in quello che fai,e vai sempre a testa alta

  8. Commento di Ivana — 28 marzo 2017 @ 12:06 pm

    Grazie a te Misya :) è un piacere seguirti ogni giorno!

  9. Commento di Misya — 28 marzo 2017 @ 9:27 am

    @Ivana grazie mille cara per il tuo messaggio. E’ sempre un piacere per me conoscere le mie lettrici silenziose :*

  10. Commento di Ivana — 27 marzo 2017 @ 5:18 pm

    @Chicca mi riferivo, come ho scritto nel commento, alla frase che Misya era a corto di idee (non avevo notato che l’avevi scritto tu per due volte).
    Il fatto che non si possa condividere un metodo di cottura non è offensivo, ma il modo in cui si dicono le cose fa la differenza…
    Forse ho polemizzato troppo ma ci sono rimasta male leggendo i commenti e ho scritto quello che pensavo.
    Vabbè un saluto a tutte le cuoche :)

10
di 29 commenti visualizzati Mostra altri commenti »