In: Ricette Dolci17 dicembre 2012
FavoriteLoading+ ricetta preferita

La cassata e’ il dolce siciliano per eccellenza, la regina della pasticceria delle feste, una torta tradizionale a base di pan di Spagna, ricotta di pecora, gocce di cioccolato, pasta reale o marzapane e frutta candita. La cassata siciliana deve il suo nome dall’arabo qas’at, che significa scodella e si dice che sia stata inventata, attorno all’anno mille in occasione dei festeggiamenti della Pasqua. Di solito noi a Napoli, durante le feste di natale, andiamo a comprare le specialità siciliane nelle pasticcerie vicino al porto che si fanno arrivare ogni giorno cassate e cannoli da Palermo, ma quest’anno ho deciso che la cassata l’avrei preparata io, sapevo che fare la vera cassata siciliana in casa non sarebbe stato facile e inoltre avevo paura che il sapore non fosse come quello originale, ma ho voluto provare lo stesso. Dopo 2 giorni di studi sulle varie ricette viste su internet e due giorni di preparazione, posso dire che sono molto soddisfatta, ho preparato una signora cassata di cui vado molto orgogliosa, il commento piu’ bello che ho ricevuto e’ stato “sembra proprio una cassata siciliana vera” e questo mi ha ripagato del mio lavoro. Se vi va di preparare la mia ricetta per deliziare i vostri ospiti durante le feste di natale non ve ne pentirete, basta solo che vi organizziate con i tempi e che utilizziate della ricotta freschissima e poi il gioco e’ fatto. Bene amiche, inizio la mia dura settimana di lavoro augurandovi una buona giornata, a più tardi ;)

Ingredienti per uno stampo da 26 cm:
Ingredienti Pan di Spagna
6 uova
6 cucchiai di acqua
250 gr di zucchero
300 gr di farina
1 bustina di lievito per dolci

Ingredienti Crema di ricotta
1 kg di ricotta di pecora
270 gr di zucchero a velo
1 cucchiaio di essenza di vaniglia
120 gr di gocce di cioccolato fondente

Ingredienti bagna
200 ml di acqua
70 gr di zucchero
1 tazzina di amaretto di saronno
1 buccia di limone

Ingredienti Glassa di zucchero
350 gr di zucchero a velo
3 cucchiai di acqua
1 cucchiaio di essenza di vaniglia

100 gr di marzapane
colorante alimentare verde
cedro candito
arancia candita
ciliegie candite

Tempo di preparazione: 2 ore
Tempo di cottura: 30 min
Tempo totale: 2 ore 30 min + 3 ore in frigo

Come fare la cassata siciliana

Bisogna iniziare la preparazione della cassata siciliana il giorno prima preparando il Pan di Spagna
Separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve.
Montate i tuorli con 6 cucchiai di acqua bollente e quando diventeranno spumosi, aggiungere lo zuccheroAggiungere poi la farina e il lievito setacciati. Infine incorporate gli albumi montati a neve mescolando il composto con un cucchiaio di legno

Versare l’impasto in una teglia rettangolare imburrata e infarinata di dimensioni di 35 cm x 25 cm e cuocere il pan di spagna in forno già caldo a 180° per 30 minuti

Una volta cotto, lasciarlo intiepidire, togliere il pds dallo stampo e Lasciatelo raffreddare su una gratella

Il giorno successivo, lavorate la ricotta in una ciotola assieme allo zucchero a velo e all’essenza di vaniglia.


Passate la ricotta in un passino, e raccogliete in una ciotola la crema di ricotta che dovrà risultare liscia e omogenea.

Aggiungete le gocce di cioccolata e,se vi piace,anche l’arancia candita tagliata a dadini

Mescolate e ponete la crema di ricotta in frigo coperta con della pellicola trasparente.

Iniziamo ora ad assemplare la nostra cassata,tagliate il pan di spagna a metà e poi a rettangoli

Preparate il marzapane impastandolo assieme al colorante verde per alimenti così da ottenere un panetto verde.

Stendete il marzapane in una sfoglia larga 6 cm e spessa 1/2 cm e ricavate dei pezzetti di pasta dalla forma di un trapezio
Tagliate una striscia di pan di spagna in trapezi di uguale misura.

Coprite lo stampo per la cassata ( il classico stampo dai bordi svasati) con la pellicola trasparente e foderate il fondo con le strisce di pan di spagna mettendo la parte chiara verso il basso.
Foderate i bordi alternando i trapezi di pan di spagna a quelli di marzapane verde, pressando bene verso i lati e stando attenti a non lasciare spazi tra un trapezio e l’altro.

Con altri trapezi di pan di spagna ricoprite il marzanape verde così da avere tutta la circonferenza dello stampo ricoperta di pan di spagna.
Preparare ora la bagna sciogliendo lo zucchero in un pentolino con l’acqua assieme alla scorza di mezzo limone e ad una tazzina di liquore ( io ho usato l’amaretto di Saronno ma voi potete scegliere anche di utilizzare un liquore diverso come il rum o il maraschino) e bagnate tutto il dolce.

Riempire ora lo stampo con la crema di ricotta e cioccolato e livellate con una spatola

Chiudere la cassata coprendo la base con altre strisce di pan di Spagna e bagnare.


Coprite con della pellicola trasparente e mettete in frigorifero a rassodare per almeno tre ore con un peso sulla superficie (una pentola piena d’acqua andrà benissimo)

Quando la cassata sarà ben compatta, capovolgetela su di un piatto da portata e preparate la glassa fondente, mettendo in un pentolino lo zucchero a velo assieme all’acqua e all’essenza di vaniglia.

Non appena sfiorerà il bollore, il fondente sarà pronto per essere colato subito al centro della cassata e spalmato con una spatola.
Versate la glassa anche sui lati della cassata , mi raccomando ad essere veloci in questo passaggio perchè il fondente si asciuga quasi istantaneamente non appena spalmato, così potrete ottenere uno strato liscio e omogeneo.

Decorate ora la cassata siciliana poggiando le fette di candito e le ciliegie candite

Tagliare a fette la cassata siciliana e servire, il giorno dopo è ancora più buona.

Condividi ricetta su Facebook

Ricette simili

Ricette simili o con gli stessi ingredienti di Cassata siciliana
Dolci, ricetta di

Categorie ricetta

Tutte le categorie in cui è presente questa ricetta

Ricette per ingrediente

Elenco di ricette che utilizzano questi ingredienti

Lascia un commento

Cassata siciliana
Vota la ricetta e commentala
5 stelle in base a 30 voti

30 commenti alla ricetta

Cassata siciliana
  1. Comment di Sasa — 17 dicembre 2012 @ 10:39 am

    Sei unica in cucina……….. Brava Bravissima ……… chissà se mai riuscirò a farla, l’unica speranza è che tutto ciò che ho preso dal tuo blog è sempre venuto benissimo, perchè tu le ricette le dai talmente tanto dettagliate nella spiegazione che tutto diventa molto più semplice….. GRAZIE MISYA

  2. Comment di frilly — 17 dicembre 2012 @ 10:48 am

    wow sei grande Flavia,complimenti è stupendissimaaaa.Buona giornata a tutte e bacioni ad Elisa.

  3. Comment di Ingrid — 17 dicembre 2012 @ 10:57 am

    Complimenti è bellissima :) E complimenti ad Ivano per le foto, sopratutto quella finale :) Fatto lo shopping natalizio?
    Adesso vado, stamattina ho un sonno tremendo e molto lavoro da fare ( è una settimana che Alberto non dorme bene di notte )
    Un saluto a tutte le mie care amiche :)
    Baci

  4. Comment di Marzia — 17 dicembre 2012 @ 11:05 am

    Sei davvero bravissima!!!! Io m’arrendo in partenza!!!! Bacione :)

  5. Comment di daniela.k — 17 dicembre 2012 @ 11:06 am

    Che meraviglia! Complimenti!!! Lo sapevo che sarebbe stata fantastica!
    L’anno scorso ho avuto modo di vedere ed assaggiare una cassata portata direttamente dalla Sicilia e devo dire che è verissimo Flavia, la tua sembra davvero una cassata original!
    Ancora davvero bravissimissima!
    Buona settimana.. l’ultima dell’anno lavorativa anche per te?
    Un saluto a tutte le amiche
    Baci :*

  6. Comment di maria lucia — 17 dicembre 2012 @ 11:37 am

    è Bellissima, che spettacolo! qui a Madrid non so dove trovare la ricotta di pecora, sarà una delle prime cose che farò quando tornerò a casa! ciao

  7. Comment di Sammy — 17 dicembre 2012 @ 11:52 am

    Flavia sei grande,non ho parole,ti sei superata,COMPLIMENTI!!!!!!!!Sammy…

  8. Comment di minnie81 — 17 dicembre 2012 @ 12:15 pm

    Misya, sei davvero insuperabile!! Questa cassata è fantastica! Per quest’anno passo… ma per Pasqua chissà mai, che oltre alla tua colomba (che quest’anno ci era riuscita benissimo), riesca a fare anche questo dolce! Al momento è già un’impresa reperire tutti quanti gli ingredienti…!!! :)
    Grazie mille, ti ammiro tantissimo! baci baci anche alla fortunata principessina!! ciaooo!

    Un caro saluto a tutte le mie amiche cuochine!! baci baci!

  9. Comment di Annamaria 83 — 17 dicembre 2012 @ 12:24 pm

    BUON LUNEDI’ A TUTTE……settimana intensa di preparativi per Natale è questa ;-) quante cosine che mi frullanooooooo…… Flavia sei stata bravissima,è PERFETTA!!!!!!!! Fare la cassata in casa riempie di soddisfazione e orgoglio,è un pò come fare la colomba o il panettone,sono dolci che sembrano inimitabili o inarrivabili…….Ma il bello è che hai la possibilità di apportate qualche modifica in base ai propri gusti personali ;-) ad esempio io non metto liquore perchè in famiglia non piace a nessuno e tantomeno i canditi!!! l’ho fatta già 2 volte la CASSATA……… davvero ottima!! a proposito….ti ho taggata su fb per farti vedere la mia che ho realizzato l’anno scorso,forse non l’hai vista :-( cmq ti rinnovo i miei COMPLIMENTI!!!!! in lista cisono un pò di tue ricette da fare……..ciaooooooooooo…………vado!!!!!
    baci alle CTP!!!!!!!!

  10. Comment di Stefania's Kitchen — 17 dicembre 2012 @ 12:29 pm

    Ma quanto sei brava? Complimenti, è una cassata perfetta.
    Baci

    stefaniaskitchen

  11. Comment di Misya — 17 dicembre 2012 @ 12:38 pm

    vi ringrazio tanto ragazze, per essere la prima, sono molto soddisfatta :)

  12. Comment di robyde — 17 dicembre 2012 @ 12:46 pm

    le stelle a disposizione sn 5 ma io te ne darei mille x qst capolavoro… 6 sempre la n 1 a vedere la prima foto sembra davvero qll della pasticceria brava brava e grazie cm sempre xkè ci dai la tranquillità di poter eseguire un dolce consapevoli della perfetta riuscita ora sto un pò invidiando tt qll ke l’hanno mangiata :-( un mega bacio e saluti CTP

  13. Comment di DONATELLA — 17 dicembre 2012 @ 1:43 pm

    MA SEI DIABOLIKA!!!!
    BRAVA FLAVIA!
    IO NON SAREI CAPACE!

  14. Comment di heidi — 17 dicembre 2012 @ 7:04 pm

    Che bella e che buona deve essere, sei stata veramente brava ma quanto lavoro c’è dietro.. troppo per le mie scarse capacità culinarie. Prima devo prendere un pò di coraggio allenandomi con altre tue ricette e poi.. chissa :-)

  15. Comment di Annucciapuccia — 17 dicembre 2012 @ 7:19 pm

    Ammazza qnt lavoro…

  16. Comment di ada — 17 dicembre 2012 @ 8:03 pm

    carissima misya, potresti indicarmi dove hai comprato la ricotta di pecora? non è facilmente reperibile

  17. Comment di aria — 17 dicembre 2012 @ 8:26 pm

    è una meraviglia, ti sei superata!

  18. Comment di fiorella — 17 dicembre 2012 @ 10:21 pm

    ti è venuta benissimo complimenti!!!

  19. Comment di LaurettaG — 17 dicembre 2012 @ 11:19 pm

    Voto 10 senza lode…per quella dovrei assaggiarla ;-) !

  20. Comment di Marisa — 17 dicembre 2012 @ 11:53 pm

    ciaooooooooo ciaoooo MISYA sei bravissssssssima…complimenti…la cassata e’ buonissima…grazie alle tue spiegazioni sembra tutto facile…complimenti ancora …SEI SUPER…….chi sa se saro in grado di farla anch’io….appena trovo ricotta di pecora fresca provero’ ..un grosso abbraccio e bacino per ELISA ….visto che per il 24 dicembre siamo in 13 mi tocchera’ cucinare…menu’ tutto misiano…..posso rubarti un pezzettino di cassata..eh,eh,eh….bravissima ciaooooooo un grosso abbraccio a tutte le mie carissime amiche cuochine..il matrimonio e’ stato bello…mi sono divertita molto….ho girato per genova…bellissima..ho mangiato..pesto…focaccia e cecina…tempo pazzarello..vento..freddo….neve…poi appena in germania ancora neve…ciaoooooooooooooooooooo vi abbraccio ciaoooooooooooooooooo

  21. Comment di Marisa — 18 dicembre 2012 @ 12:05 am

    ciaoooo X MILU’ un grosso abbraccio e bacino alla piccoletta….X LAURETTA G un grosso abbraccio e bacino alla piccolina….X INGRIND un grosso abbraccio e bacino per ALBERTINO..ciaoooooooooooo X ALESSANDRA J un grosso abbraccio e bacino alla tua bambina…vedrai che il brutto periodo passera’ ti sono vicina ….X RAFFAELLA ..BENVENUTA…ciaooooooo X ciaoooooooooo a MINNIE 81…finalmente sono tornata…la settimana a genova e’ stata bella…mi sono divertita…ciaoooooooo ciaooooooo X BIBI come va…ciaooooooooo X DANIELINA un grosso abbraccio e tanti bacini a piccolini..ciaooooooooooo X SIBEL come va….hai fatto shopping natalizio.. ciaooooo a tutte ciaoooooooooooooo X MISYA sarebbe bellissimo un giorno conoscerti di persona e anche tutte le mie meravigliose amiche cuochine ciaoooooooooooo ciaooooooooooooo

  22. Comment di Giuliana — 18 dicembre 2012 @ 1:10 pm

    Ciao Flavia, seguo il tuo blog da tanto e devo dire che questa preparazione mi ha lasciata a bocca aperta, primo perché sono pazza della cassata, secondo perchè non è affatto semplice.

    Ho provato diverse ricette, ed a me viene anche buona ma mai al livello di quella siciliana buona (perchè ovviamente anche in sicilia ne fanno di pessime).

    Non so se è consentito scriverlo qui, ma visto che siamo di Napoli e le ho assaggiate tutte (è in assoluto il mio pasto preferito … anche più della pizza), ti sconsiglio i locali nel Porto: io oramai le prendo solo da Cremolose a Piazza Sannazzaro che vende solo dolci siciliani fatti arrivare da tutta la sicilia; tu che sei un’esperta di cucina assaggia la loro ricotta (la vendono anche sfusa) ;-)

    Ciao a tutte e Buone Feste!

  23. Comment di debora — 18 dicembre 2012 @ 6:48 pm

    COMPLIMENTIII!!! Dev’essere proprio ottima.. E’ da conservare in frigo? Buone Feste a tutte, con tante cassate e dolcetti vari..

  24. Comment di pinuccia — 18 dicembre 2012 @ 9:16 pm

    carissima ti chiedo se la pasta di mandorla e il marzapane sono la stessa cosa o sono simili o no
    grazie

  25. Comment di marilena — 3 marzo 2013 @ 8:30 pm

    ciao,
    il pan di spagna deve essere 35×25. ma il recipiente svasato quanto deve essere grande?

    grazie

  26. Comment di kiaras — 13 marzo 2013 @ 3:23 pm

    ciao, sei molto brava, sono palermitana e anche io amo fare i dolci….tra cui la cassata…una sola annotazione, credo che il liquore amaretto di saronno confonda un po’ il sapore…io di solito nn metto nulla nel pan di spagna…cmq complimenti, non e’ facile la cassata!!!!

  27. Comment di monica — 19 dicembre 2013 @ 11:02 pm

    l’amaretto di saronno si può sostituire con un semplice amaro??

  28. Comment di Matilde — 28 dicembre 2013 @ 11:09 pm

    Ciao,volevo sapere se la ricotta romana è la stessa cosa e lo stampo per la cassata di quanti cm deve essere.Grazie

  29. Comment di denise — 30 marzo 2014 @ 9:50 am

    ma nn è la vera ricetta

  30. Comment di stefania campagnuolo — 22 aprile 2014 @ 11:14 am

    Buondì Misya .Ho mangiato ieri sera una fettina di cassata siciliana comprata nella città dove vivo -perugia-che definire orribile è usare un eufemismo .Quindi mi è stato chiesto di provare a rifarla e ho trovato la tua ricetta molto completa. Grazie! Ho un solo dubbio sulla glassa fondente :sei proprio sicura delle dosi 300 gr di zucchero e 3 cucchiai d’acqua? Cercando di farmi un’idea di glassa, ghiaccia etc…ho capito di essermi immersa in un ginepraio di ricette e ricettine .In una ho trovato sì i 3 cucchiai d’acqua, ma in 100-cento- gr di zucchero(?!) e poi questa che ricorda un laboratorio di chimica: http://www.ricettegustose.it/Varie_html/Impasti_base/Zucchero_fondente.html
    Scusami per queste domande,ma pensa che nella cassata acquistata nella pasticceria più rinomata, hanno messo la ghiaccia reale, quella che si fa con il bianco d’uovo e in uno strato tale da sembrare meringa non cotta. Ti ringrazio tanto ! stefania

      
TAGS: Ricette di Cassata siciliana | Ricetta Cassata siciliana | Cassata siciliana